Suggerimenti

Piante allelopatiche: cosa sono, la lista e come usarle (e non usarle)

La prima volta che ho sentito qualcuno parlare di piante allelopatiche, mi è sembrato di sentire l’oratore dire: ” holipathic”. Avevo fatto molte incursioni nella medicina olopatica. Così ho pensato per un minuto che si trattasse di piante che promuovono la salute dell’uomo.

L’altoparlante ha parlato di girasoli, senape,
grano saraceno e ravanello da campo come piante di questa categoria.
Sono stato seduto con compiacimento sulla mia sedia, con piacere mentale da quando
ha già mangiato molte di queste piante!

L’oratore ha poi fatto riferimento al rododendro, una pianta che sapeva essere generalmente considerata tossica da mangiare. A quel punto, ho dovuto alzare la mano e chiedere all’oratore di ripetere la parola.

Questa volta l’altoparlante ha scritto A-L-L-L-E-L-O-P-A-T-H-H-I-C. L’ho scritto e sono andato a casa e l’ho cercato su Internet per capire cosa significasse. Questo è stato diversi anni fa e a quel tempo non ho trovato praticamente nessuna informazione.

Ma man mano che la gente si preoccupa sempre più dei pericoli degli erbicidi come il glifosato o il dicamba, la ricerca e l’uso dell’allelopatia stanno diventando sempre più popolari.


Piante Allelopatiche Comuni

Se non avete mai sentito parlare di piante allelopatiche, non siete soli. Ma questo non significa che non lo usiate in modo efficace nel vostro giardino. I giardinieri usano l’allelopatia in varie forme da anni. Qui ce ne sono alcuni che potreste già usare a casa vostra.


Grano

Se avete coperto con paglia o piantato grano, conoscete il potere dell’allelopatia nel vostro giardino. Il grano è utile per ridurre il numero di malerbe a foglia larga e di erbe in un appezzamento mentre cresce.

Inoltre, la materia vegetale secca (chiamata anche paglia) può rilasciare alcune sostanze chimiche allelopatiche generali all’inizio della decomposizione. Uso il grano tra i filari del mio giardino per controllare le erbacce estive e lo trovo più efficace della maggior parte delle altre pacciamature nella stagione calda.


Calendule francesi

Le radici di alcuni tipi di calendule, come la calendula francese (Tagetes patula), rilasciano nel terreno un prodotto chimico (alfa-tertienile) che impedisce alle uova dei nematodi radicali di schiudersi. Molti giardinieri piantano calendule a intermittenza nei loro giardini come misura preventiva generale per aiutare a controllare le popolazioni di nodi radicali.


Girasole, noce e sorgo

Alcune piante allelopatiche, come il girasole, il noce e il sorgo, sono in grado di sopprimere la crescita di una lunga lista di altre piante grazie al loro potere chimico. Queste tre piante rilasciano sostanze chimiche allelopatiche attraverso il loro sistema radicale e man mano che le loro parti si decompongono.

Le foglie di noce sono un ottimo pacciame se si vuole controllare la maggior parte delle erbacce per un periodo di tempo. Lavorano particolarmente bene sulle piante della famiglia Nightshades.

Allo stesso modo, gli steli e le radici del girasole sono un grande tappeto d’erba per molti mesi fino a quando non si decompongono completamente.


Grano saraceno

Alcune piante allelopatiche sono particolarmente efficaci nel controllo di piante specifiche piuttosto che di tutti i tipi di piante. Il grano saraceno, ad esempio, è eccellente per ridurre la germinazione dei semi di amaranto.

L’ho imparato per caso un anno quando ho dovuto rimuovere un raccolto di amaranto a causa di un problema di scarafaggio. Bruciava caldo, e il grano saraceno è l’unica cosa che cresce bene in queste condizioni. Così l’ho coltivato come coltura di copertura temporanea. Incredibilmente, non c’erano quasi più semi di amaranto che germogliavano quell’anno o l’anno successivo!

Dopo questa esperienza, ho imparato che i ricercatori hanno anche studiato i modi per utilizzare i benefici allelopatici del grano saraceno per ridurre le popolazioni di alghe resistenti agli erbicidi sul campo. Il tordo è un lontano cugino dell’ambrosia del grano.


Brassica

Tutti i brassica, come cavoli, senape, cavoli, cavoli, ravanelli e altri, hanno proprietà allelopatiche. La senape, ad esempio, ha la capacità di sopprimere molti agenti patogeni fungini nel terreno se coltivata nel terreno.

Alcuni tipi di ravanelli hanno un dono speciale per sopprimere l’erba Johnson. Gli estratti di senape nera possono limitare la germinazione di alcuni legumi come l’erba medica, le lenticchie e l’avena (che hanno alcune proprietà simili ai legumi).

Il broccolo può essere allelopatico al broccolo post-piantagione o a qualsiasi altra coltura della famiglia brassica. Per questo motivo, è una buona idea ruotare i broccoli in ogni piantagione. Inoltre, non piantate altre brassicacee dove sono cresciuti recentemente i broccoli.

Al contrario, alcune birre possono anche contenere un ormone della crescita chiamato brassinolide. Le piante di colza, in particolare, sono state trovate con alti livelli di questo ormone. Questo ormone può avere un effetto benefico su altre piante se i residui del raccolto vengono lasciati nel terreno dopo la raccolta dei semi.

Questo non è esattamente lo stesso di altri esempi di allelopatia. Ma se i residui di colza finiscono per avvantaggiare le piante a crescita rapida e le piante a crescita lenta perdono contro i concorrenti aggressivi che usano steroidi, allora si può dire che anche gli ormoni della crescita hanno risultati allelopatici.

Ora che conoscete alcuni esempi, e potreste averne già usati alcuni nel vostro giardino, scaviamo un po’ di più!


Cosa rende una pianta allelopatica?

La parola allelopatia deriva da una combinazione di parole greche che significano causare sofferenza o danno agli altri. In relazione alle piante, significa che una pianta può causare una reazione avversa in altre piante, batteri, funghi e vari tipi di vita nel suolo.

Le piante allelopatiche sono come la kryptonite per le loro vittime, indebolendole in modo che non possano svolgere la loro funzione naturale. Gli impatti possono essere di vasta portata in quanto riguardano tutte le piante a foglia larga. Possono anche essere limitati a certe piante o forme di vita del suolo.

Le radici delle piante spesso trasudano sostanze chimiche allelopatiche per proteggersi durante la crescita. Inoltre, la decomposizione del materiale vegetale provoca il rilascio di queste sostanze chimiche nel terreno. In generale, una volta che la materia vegetale è completamente decomposta, le proprietà allelopatiche tendono a scomparire.

Ora, mentre la reazione può essere
negativo dal punto di vista della vittima, l’allelopatia può essere
uno strumento vantaggioso da utilizzare per la gestione di un giardino. Naturalmente, se si utilizza
erroneamente, può anche scatenare il caos nel vostro giardino limitando
la crescita delle piante che vengono piantate di proposito.


Conoscenza dell’allelopatia

Ci sono molti studi scientifici su
pianta l’allelopatia. Tuttavia, le piante studiate tendono ad essere limitate a
quelle di importanza agricola industriale come il grano, il mais,
sorgo, girasole, ecc.

Quindi, purtroppo, non c’è
un elenco esaustivo di piante allelopatiche a cui possiamo fare riferimento per scoprire cosa
Le piante possono danneggiare altre piante o il modo in cui vengono utilizzate. Molto di quello che
la conoscenza dell’allelopatia passa attraverso l’osservazione e i test
esperienza.

Ci sono anche molte eccezioni. Ad esempio, le radici di girasole sono note per sopprimere generalmente la germinazione dei semi intorno alla zona delle radici e ridurre la crescita complessiva delle piante. Tuttavia, ho fatto crescere moltissime volte e senza difficoltà cespi giganti di lattuga o borragine direttamente sotto le mie piante di girasole.

Ogni anno vengono condotte nuove ricerche sulle piante allelopatiche. Quindi, se state piantando qualcosa di nuovo o avete nuove sfide nel vostro giardino, la ricerca di piante allelopatiche e di ciò che state coltivando è una buona idea.


Elenco delle piante allelopatiche

Anche se non posso darvi un elenco esaustivo, ecco un elenco di tutte le piante che ho trovato nella mia ricerca nel corso degli anni e che probabilmente hanno proprietà allelopatiche.

Alcune sono erbacce che potrebbero causare
problemi allelopatici nel suo cortile. Altri sono piante che si possono includere
nel vostro paesaggio di proposito.

  • Ailanto (Albero del cielo)
  • Aster
  • Orzo
  • Uva ursina
  • Brassica (Tutti in gradi diversi)
  • Grano saraceno
  • Cardo del Canada
  • Cedro
  • Mais (soprattutto glutine di mais)
  • Cetriolo
  • Finocchio per cane
  • Sambuco
  • Eucalipto
  • Alloro inglese
  • Felci
  • Coda di volpe (gialla e gigante)
  • Forsythia
  • Calendula francese
  • Senape all’aglio
  • Goldenrod
  • Johnsongrass
  • Ginepro
  • Kentucky bluegrass
  • Nutsedge
  • Avena
  • Origano
  • Segale
  • Rosmarino
  • Quackgrass
  • Ambrosia
  • Rododendro
  • Sorgo
  • Acero da zucchero
  • Sumac
  • Girasole
  • Festuca alta
  • Dadi
  • Grano

Se state piantando uno degli elementi nel vostro giardino, fate una rapida ricerca online sul nome della vostra pianta e sulla parola allelopatica per ottenere maggiori dettagli sulle ricerche in corso.

Se una di queste cresce come erbaccia nel vostro giardino, potete fare la stessa ricerca per capire se è necessario o meno un controllo aggressivo delle erbacce.

Potete anche cercare la vostra fabbrica con il termine “fabbrica aziendale”. Ci sono molte ragioni diverse per cui alcune piante crescono bene insieme o non vanno d’accordo con altre. Pertanto, i consigli per piantare una pianta da compagnia possono essere o meno per motivi allelopatici. Tuttavia, l’allelopatia spesso funziona in “cattiva compagnia”.


Consigli per l’uso e la prevenzione
Allelopatia nel giardino

Ora che avete una buona conoscenza di cosa sia l’allelopatia, di come si può usare in giardino, e conoscete alcune piante che hanno bisogno di essere curate, diamo qualche utile suggerimento.


Suggerimento 1: Attenzione ai residui delle colture

Sono un giardiniere biologico. Ecco perché uso molte colture di copertura e lascio molti residui di raccolto sulle mie aiuole come concime o pacciame. Tuttavia, ho imparato a fare attenzione ai residui delle colture.

Di solito tolgo tutte le parti di piante di girasole, sorgo, mais e cetriolo dalle mie aiuole. Li concimo o li uso come pacciame sotto alcuni dei miei alberi da frutto per sopprimere la crescita dell’erbaccia intorno alla zona delle radici.

Non li lascio nei letti perché tendono a richiedere molto tempo per decomporsi e possono lisciviare le sostanze chimiche allelopatiche nel terreno fino a diventare fertilizzante.


Suggerimento 2: Diserbo allelopatico

Di solito mi piacciono le erbacce. Ma ce ne sono alcune che tengo ben lontane dal mio giardino annuale. L’erba nera, il bordo giallo delle noci e l’ambrosia non sono mai ammessi nelle mie aree di piantagione annuali perché possono ostacolare la crescita di molte piante nelle vicinanze.

Le erbacce con proprietà allelopatiche possono privare le vostre piante preferite di sostanze nutritive e rendere difficile la germinazione dei semi. È meglio rimuovere e bruciare completamente queste erbacce per garantire che non interferiscano con i vostri raccolti.


Suggerimento 3: Conoscere le colture di copertura

Molte piante di copertura sono benefiche, soprattutto perché hanno proprietà allelopatiche. Senape, ravanello da campo, grano, grano, grano saraceno e segale sono buoni esempi.

– Grano e segale

Il grano e la segale sono generalmente buoni diserbanti e sono buone colture di copertura invernale. Tuttavia, a causa delle loro proprietà allelopatiche, è consigliabile rimuoverle o coltivarle almeno qualche settimana prima di piantare nuove colture in questi letti.

– Il ravanello da aratro

Il ravanello da aratura è un ottimo disgregatore per terreni argillosi pesanti ed è spesso considerato una misura preventiva contro le erbacce allelopatiche. Tuttavia, gli studi non hanno trovato il controllo delle erbacce allelopatiche. Invece, la fitta chioma del ravanello a crescita rapida ha semplicemente superato le altre piante.

La ricerca suggerisce che gli estratti concentrati di rafano possono ritardare la germinazione dei semi di lattuga. Quindi, per precauzione, non pianto il ravanello da aratro direttamente prima della lattuga nelle mie rotazioni di coltura.

– Senape e grano saraceno

Ho già descritto in dettaglio i vantaggi della biofumigazione della senape e i benefici della riduzione della germinazione dei semi di gramigna di grano saraceno. Ma nuove ricerche sull’allelopatia delle piante da copertura stanno emergendo abbastanza frequentemente. È quindi utile studiare annualmente gli usi allelopatici di queste piante di copertura.


Suggerimento 4: utilizzare l’avvicendamento delle colture

Ci sono molte buone ragioni per utilizzare la rotazione delle colture, che la rendono una buona pratica generale. Tuttavia, le sostanze chimiche allelopatiche possono accumularsi nel terreno di stagione in stagione. Questo a sua volta può portare a un generale declino della salute dei giardini.

Ad esempio, può essere una buona idea piantare i girasoli nello stesso letto per un anno o due. Ma dopo che si sono accumulate abbastanza sostanze chimiche allelopatiche, anche i girasoli potrebbero non riuscire a germogliare nel letto per qualche anno.


Suggerimento 5: Mantenere la Terra viva

Se siete abituati ad applicare fertilizzanti e a sostenere la vita biologica nel vostro terreno, i rischi a lungo termine di piante allelopatiche che danneggiano il vostro giardino sono naturalmente ridotti al minimo.

Anche se le sostanze chimiche allelopatiche possono persistere per un certo periodo di tempo, anche dopo che i residui vegetali sono stati rimossi, alla fine si disgregano e diventano inattive nel terreno. Mantenendo vivo il terreno e aggiungendo fertilizzante ogni anno, la decomposizione dei residui allelopatici tende a verificarsi molto più rapidamente.

Inoltre, ricoprendo i letti con pochi centimetri di fertilizzante si crea una barriera tra i semi e le sostanze chimiche allelopatiche che rimangono nel terreno. I semi possono germogliare. Poi, qualche settimana dopo, quando le radici raggiungono il livello del suolo, questi composti allelopatici avranno perso parte o tutta la loro potenza a causa della rapida decomposizione.


Conclusione sulle piante allelopatiche

C’è molto di più da sapere sulle piante allelopatiche. Ma speriamo che questo manuale vi aiuti ad utilizzare i vantaggi in modo efficace e ad evitare i problemi che si presentano quando si piantano inavvertitamente piante allelopatiche nei posti sbagliati.

O almeno non confonderai l’olopatico con l’allelopatico come ho fatto io qualche anno fa.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *