Suggerimenti

Adiantum: [coltivazione, substrato, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

L’adiantum , meglio conosciuto come capelvenere, rappresenta una specie ideale per aggiungere vegetazione ai giardini, in quanto è simile nella struttura alla felce .

Si può vedere con sempreverde o semi-sempreverde, poiché ha saputo adattarsi ai cambiamenti climatici, sebbene la sua origine sia tropicale.

A causa delle sue condizioni di sopravvivenza in ecosistemi diversi come foreste o scogliere desertiche, può essere piantato all’interno o all’esterno .

Se stai cercando un tipo di caratteristiche simili per ravvivare il tuo giardino o decorare l’interno della casa , qui ti diremo tutto.

Punti importanti durante la semina di Adiantum
  • Quando? In primavera o in autunno.
  • Dove? Ombreggiato o semiombreggiato, in terreno ben drenato.
  • Come prepariamo il terreno? Con materia organica per ricevere abbastanza nutrienti.
  • Come dovremmo annaffiare? Abbondante per mantenere umido l’ambiente.
  • Ogni quanto bisogna annaffiare? Ogni giorno in estate , più ridotto il resto dell’anno.
  • Quali parassiti e malattie ha? Lumache e lumache, soprattutto.

Caratteristiche adiantum

  • Famiglia di piante: Pteridaceae
  • Genere: Adiantum
  • Specie: Adiantum capillus-veneris
  • Origine: regioni tropicali piovose
  • Pianta erbacea , resistente .
  • Altezza: 20-35 cm, alcune varietà fino a 110 cm.

Il nome del genere deriva dalla parola greca adiantos, che significa “non bagnato”, una descrizione appropriata per la felce, poiché le sue foglie respingono l’acqua.

Le felci di capelvenere hanno delicati segmenti fogliari a forma di ventaglio, tipicamente raggruppati su steli neri e sciacquati.

Oltre ad essere una pianta da interni molto apprezzata, la felce capelvenere si può trovare anche in natura, crescendo in luoghi dove altre piante di solito non lo fanno, come sulle pareti delle rocce e attraverso le fessure delle rocce dove l’umidità la filtrazione dell’acqua le trattiene vivo.

Sebbene siano visivamente impressionanti in tutte le fasi della loro crescita, sono considerate una felce a crescita lenta, che in genere impiega fino a tre anni per raggiungere la piena dimensione matura.

Quando seminare adiantum?

La stagione varierà a seconda del metodo di semina scelto. Quando si tratta di rizomi , può essere sia in primavera che in autunno.

Se è dovuto alle spore, bisogna aspettare che queste si generino nella pianta .

Dove piantare l’adiantum?

Adiantum può vivere all’aperto o al chiuso , ma è molto importante tenerlo lontano dalla luce solare diretta.

È meglio posizionarlo in uno spazio ombreggiato dove riceve luce solare indiretta.

Un dettaglio importante intorno a questo punto è che si tratta di una specie un po’ delicata con i cambiamenti dell’ambiente.

Per questo motivo si consiglia di stabilirlo in uno spazio definitivo fin dall’inizio, anche se si tratta di una piantumazione in vaso.

Come preparare il terreno?

Affinché la specie si trovi nelle condizioni di sviluppo più favorevoli, il terreno deve essere preparato con sufficiente materia organica .

È meglio che questo venga fornito attraverso l’ humus lombrico, ma qualsiasi altro servirà il compost fatto in casa.

Inoltre, deve avere un buon sistema di drenaggio in quanto è una specie che ama molto l’umidità e deve poter defluire.

Il pH va mantenuto calcareo , poiché tende a non comportarsi molto bene in terreni con un alto livello di acidità.

Dopo la semina, applicare uno strato di pacciame sarà un buon piano per mantenere l’ambiente umido e fresco.

Come innaffiamo l’adiantum?

  • L’adiantum in condizioni naturali si trova in ambienti carichi di elevata umidità.
  • Per questo motivo l’irrigazione quotidiana (soprattutto in estate) è fondamentale.
  • Questa deve essere abbondante per far si che penetri nelle profondità del terreno, facendo però attenzione a non generare grosse pozzanghere.
  • Ovviamente l’irrigazione deve essere orientata alla base della pianta evitando che l’umidità tocchi il fogliame.

Ogni quanto annaffiamo l’adiantum?

Si consiglia di eseguire l’irrigazione su base giornaliera per evitare che il terreno si secchi.

In inverno questa regolarità può variare in quanto le temperature solitamente non favoriscono un’evaporazione così forte.

Come seminare passo dopo passo?

L’adiantum può essere seminato in due modi: tramite rizomi e mediante spore.

In entrambi i casi sarà necessario avere a disposizione una pianta, o da qualcuno che conosci o trovata in un bosco vicino.

Semina per rizomi

Per seminare adiantum dai rizomi, verranno seguiti i seguenti passaggi:

  1. Scegli una pianta che sia nella sua versione adulta.
  2. Effettuare una potatura, eliminando le parti appassite e il rachide più vecchio.
  3. Scava il rizoma e dividilo usando una pala per aiutarti a tagliare in modo più preciso e veloce.
  4. Rimuovi la parte che hai selezionato e trasferiscila in un vaso individuale con un buon substrato per iniziare il suo processo di moltiplicazione.
  5. Assicurati che la corona sia nella parte superficiale del vaso perché da lì inizierà il processo di crescita della nuova pianta.

Semina per spore

Nel caso in cui si preferisca la semina di spore , il passo per passo sarà il seguente:

  1. Seleziona una pianta che ha già prodotto spore. Questi sono di colore arancione e si trovano sul retro dei volantini di felce.
  2. Estrai le spore di cui hai bisogno, purché abbia una certa condizione di maturità.
  3. Preparare una cassetta di semina con substrato e humus e distribuire le spore sulla superficie.
  4. Innaffiare abbondantemente per assicurarsi che tutto il substrato sia molto umido.
  5. Coprire la cassetta di semina con un materiale plastico che aiuti a mantenere le condizioni di elevata umidità dell’ambiente.
  6. Metti la scatola in un luogo fresco, lontano da correnti d’aria, dove c’è una temperatura approssimativa di 20º C.
  7. Trapianta le piccole piantine quando sono forti e assicurati di mantenere il livello di umidità in modo che si stabiliscano più facilmente.

Di quali cure ha bisogno l’adiantum?

  • Concimare questo tipo di pianta è una buona idea per mantenerla con una chioma vivace e numerosa.
  • L’ideale è applicare piccole dosi su base mensile nei periodi primaverili e autunnali . Il resto dell’anno non è necessario.
  • Nel caso della potatura, si applicherà solo per migliorare la struttura quando sono presenti parti avvizzite che influiscono sull’ambiente.
  • Questo farà anche molto per rendere la pianta più radiosa e frondosa.

Quali parassiti e malattie colpiscono l’adiantum?

Preferendo un ambiente umido, sono presenti alcuni parassiti come lumache e lumache , che possono essere attratti dalla sua struttura.

Tuttavia, la realtà è che questo non è molto comune e può essere prevenuto senza grossi problemi utilizzando l’ olio di neem come repellente.

L’adiantum è una specie il cui requisito principale è l’alto livello di umidità.

Quindi, se è piantato in uno spazio vicino a un ruscello, le probabilità che il suo sviluppo ne venga influenzato sono quasi nulle.

E, se stai cercando di ricreare un paesaggio in stile foresta incantata, approfitta di piantarlo tra rocce grigie.

Ciò offrirà un contrasto piuttosto suggestivo che, insieme al fogliame verde e al ruscello, trasporterà chiunque in un vero paradiso terrestre.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *