Suggerimenti

Cura dell’albero di melograno

I melograni sono alberi da frutto con foglie verdi che possono raggiungere i 6 metri di altezza, anche se nella loro versione chiamata «nana» misurano circa 40 centimetri. Il suo frutto è il melograno, una squisita prelibatezza che varrà la pena non solo di assaporare come un frutto ma è fantastico da utilizzare come complemento in vari piatti e ottenere così un sapore molto originale.

Come tutti gli alberi e le piante, anche il melograno ha bisogno di cure particolari per potersi sviluppare correttamente, quindi prendine nota e ne otterrai sempre il massimo.

Cura di base del melograno

  • Fertilizzante: durante la primavera bisogna applicare un concime organico che si decompone lentamente in modo che possa sfruttare al meglio tutti i suoi nutrienti. Quando arriva la fioritura, aggiungi un po’ di fertilizzante liquido all’acqua di irrigazione in modo che esca molto più forte e di migliore qualità.
  • Irrigazione: resiste molto bene alla siccità, anche se basterà annaffiarla ogni 15 giorni durante l’estate, anche se se la annaffiate in più il resto dell’anno non farà male. In ogni caso, non annaffiarlo mai se presenta ancora l’umidità dell’annaffiatura precedente.
  • Luce: ha solo bisogno di ricevere molta luce naturale durante la sua stagione di fioritura, quindi durante la sua crescita può essere all’ombra, il che non lo pregiudica.
  • Temperatura: necessita di un clima subtropicale e tropicale, anche se può sopportare temperature che raggiungono i -7ºC. In ogni caso le gelate primaverili non li trattengono molto bene. Per la stagione della semina è necessario che ci siano buone temperature e che non faccia molto freddo.
  • Potatura: il periodo migliore è tra la primavera e la fine dell’estate e sempre dopo la fioritura in modo che sia i frutti che i fiori non subiscano alcun danno. La potatura può essere eseguita solo se l’albero è sano, quindi se è affetto da un parassita o da una malattia, deve essere curato prima di poter essere potato.
  • Substrato: è un albero che si adatta molto bene a tutti i tipi di terreno, anche se se lo vuole predilige il terreno in cui si può trovare il substrato profondo, fresco e leggero.
  • Trapianto: va effettuato sempre ogni 2 anni e all’inizio della primavera, monitorando le radici per ripulire quelle che sono in cattive condizioni.
  • Fioritura: inizia in primavera e si protrae fino alla fine dell’estate. Se la coltivi in ​​pieno sole tutto l’anno otterrai fiori più abbondanti, ma fai attenzione che non sia troppo esposta se il caldo è eccessivo.
  • Parassiti e malattie: i parassiti più comuni sono afidi, ragni rossi, cocciniglia e coclea, mentre può essere affetto da malattie come la clorosi o il marciume della frutta, cosa che accade se manca il ferro.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cura del melograno, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.