Suggerimenti

Palma Kentia: cura

Una delle piante da interno più utilizzate è la palma kentia. È una pianta che si distingue per la facilità di adattamento sia all’interno che all’esterno, il che significa che può essere utilizzata in entrambi gli spazi senza alcun problema. Infatti, essendo un albero, il più comune sarebbe trovarlo in spazi esterni e con una buona illuminazione. Tuttavia, poiché si adatta sorprendentemente bene agli spazi interni, purché venga prestata la cura adeguata, è uno degli alberi che offrirà i migliori risultati se posizionato in spazi chiusi. Se vuoi conoscere le principali caratteristiche e la cura della palma kentia, continua a leggere EcologíaVerde e te le mostreremo con questa pratica guida.

Caratteristiche della pianta di kentia

La palma kentia, il cui nome scientifico è Howea forsteriana, è una palma originaria dell’isola di Lord Howe, nell’Australia orientale. È un albero che cresce a forma di palma il cui tronco può germogliare da 3 a 10 palme, ciascuna con le rispettive foglie. È una pianta a crescita molto lenta. Predilige terreni ricchi di sostanza organica e ben drenati, anche se c’è da dire anche che è un albero che si adatta abbastanza bene alla maggior parte dei terreni, il che significa che lo si può trovare nella maggior parte dei luoghi del pianeta.

Infatti, pur preferendo temperature calde comprese tra 14 e 25 gradi Celsius, può tollerare gelate non molto forti, arrivando fino a -4 gradi Celsius per brevi periodi di tempo. Si tratta invece di una pianta che presenta un frutto piccolo e rossastro, con aspetto e dimensioni simili a quelle di un uovo di gallina medio. Sebbene sia una pianta che gode dell’esposizione al sole, si adatta bene anche ad ambienti ombrosi, il che la rende un’opzione perfettamente praticabile quando si tratta di posizionarla in ambienti chiusi, soprattutto se si desidera una pianta d’appartamento di grandi dimensioni , che di solito presenta più problemi appunto per mancanza o scarsa luce negli spazi chiusi.

Cura della palma kentia – guida pratica

La cura della palma kentia o Howea forsteriana, si riferirà principalmente a situazioni in cui la pianta è al chiuso.

Irrigazione

Quando la kentia viene piantata direttamente nel terreno, la cosa più comune è che le cure devono essere limitate a una corretta irrigazione, e solo in zone dove non piove frequentemente. Infatti uno degli aspetti di cui bisogna tener conto riguardo alla cura della palma kentia è che non tollera bene l’acqua in eccesso. Che si tratti di palme da interno o da esterno, è meglio somministrare solo 1 o 2 volte a settimana in estate. Poter farlo 1 o 2 volte al mese in inverno. Tuttavia, se la kentia viene piantata in un vaso al chiuso con riscaldamento, dovremo adattare l’irrigazione a 1 o 2 volte a settimana. Inoltre, è fondamentale evitare l’eccesso di acqua, poiché potrebbe marcire le sue radici.

Umidità

Allo stesso modo, soprattutto in estate e in ambienti con bassa umidità dovuta al riscaldamento, è importante inumidire le foglie con un getto d’acqua. Se possibile, si consiglia di farlo una volta al giorno o, in caso contrario, almeno una volta alla settimana.

illuminazione

Per quanto riguarda l’illuminazione, è una pianta che sopporta bene la mancanza di luce, anche se se è al chiuso è meglio posizionarla vicino a una finestra o a una fonte di luce. Allo stesso modo, se si tratta di un esemplare giovane, è importante evitare la luce solare diretta fino a quando non raggiunge almeno i cinque anni, poiché le sue foglie potrebbero bruciarsi facilmente.

Malattie della palma kentia

Uno degli aspetti più importanti per quanto riguarda la cura della palma kentia o Howea forsteriana è legato alle malattie che può soffrire. In questo senso è fondamentale evitare l’eccesso di acqua nel terreno o nel substrato, in quanto può facilmente provocare la comparsa di funghi, come l’ oidio. Per fare questo, la cosa giusta da fare è annaffiarla quando il terreno è asciutto ed evitare sempre che l’acqua in eccesso si accumuli nel sottovaso della pentola. Allo stesso modo, è anche consigliabile applicare un fungicida naturale sul terreno una volta all’anno.

Altre malattie che solitamente attaccano la palma kentia sono la cocciniglia cotonosa e il ragno rosso, che sono di gran lunga i parassiti più comuni in questo tipo di pianta. Solitamente fanno la loro comparsa soprattutto durante i periodi caldi dell’anno, quindi è conveniente stare attenti a qualsiasi sintomo che possa rivelarne la presenza.

Se desideri leggere altri articoli simili a Palma Kentia: cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.