Suggerimenti

Palma di Areca: cura

La palma Areca, chiamata anche Dypsis lutescens, palma di bambù, palma gialla, palma da frutto dorata o semplicemente Areca, è una pianta molto popolare nella decorazione d’interni, poiché porta quell’aria tropicale unica in qualsiasi spazio delle palme. Queste piante sono anche molto apprezzate per la loro capacità di rimuovere le tossine dall’aria, rendendole una delle migliori piante da interno da avere in casa.

Se vuoi avere una di queste bellissime palme a casa, in questo articolo di EcologíaVerde ti mostreremo come prenderti cura della palma di Areca in modo che tu possa averla a casa e prendertene cura come merita.

Caratteristiche della palma Areca

Queste sono le caratteristiche principali della Palma Areca, con il nome scientifico Dypsis lutescens, che è una pianta tropicale:

  • Proviene dall’isola del Madagascar.
  • Si tratta di una palma di medie dimensioni, che solitamente mantiene la sua altezza tra 1,5 e 3 metri, anche se può raggiungere fino al doppio di quest’ultimo valore in condizioni molto ottimali nel suo habitat naturale.
  • Le sue foglie sono abbastanza lunghe, fino a più di 2 metri, e sono divise in un gran numero di foglioline.
  • Prende il nome dalla palma di bambù per via dei suoi tronchi ad anelli, che ricordano quelli del bambù.
  • Quando sboccia dà origine a piccoli fiori bianchi dal profumo intenso e molto gradevole.
  • I suoi frutti, invece, sono gialli, ma diventano scuri man mano che maturano.

Cura della Palma di Areca – guida pratica

In sintesi, questa è una guida alla cura di base per la palma Areca:

  • Luce: l’Areca può tollerare di essere collocata in luce diretta, ma apprezza maggiormente la mezz’ombra.
  • Clima: clima tropicale o subtropicale.
  • Substrato o terreno: la cosa più importante è che abbia un buon drenaggio.
  • Annaffiature: ogni 2 o 3 giorni nei mesi caldi e ogni 10-15 giorni nei mesi freddi.

Luce, temperatura, umidità e posizione

Come abbiamo indicato sopra, la Dypsis lutescens può resistere a luoghi dove riceve la luce solare diretta, ma si svilupperà meglio in ambienti luminosi dove il sole intenso non la colpisce direttamente. Per questo motivo, è ampiamente utilizzato come pianta d’appartamento, poiché farà più che adeguatamente in qualsiasi stanza con una buona illuminazione. Se lo esponi direttamente a influssi solari molto intensi, è possibile che le sue foglie brucino e si deteriorino.

Per quanto riguarda la temperatura, questa palma è una pianta proveniente da ambienti tropicali, quindi l’ideale è mantenerla in un intervallo di temperatura superiore a 15 ºC. Infatti, la sua temperatura ottimale è compresa tra 18ºC e 25ºC.

Richiede anche un’umidità ambientale leggermente elevata, poiché traspira una grande quantità di acqua attraverso le sue foglie. Se noti che le punte delle sue foglie diventano marroni, è che l’Areca ha bisogno di più umidità, quindi dovresti spruzzare un po’ d’acqua sulle sue foglie un paio di volte al giorno nei mesi caldi.

Irrigazione della Palma di Areca

Essendo una pianta tropicale quale è, l’Areca necessita di annaffiature regolari e abbondanti. Sopra abbiamo indicato che l’irrigazione adeguata è all’incirca ogni 2 o 3 giorni nei mesi primaverili ed estivi ma, come sempre, questo è solo un valore indicativo.

L’importante in questo caso è controllare che il supporto sia sempre leggermente umido, ma mai impregnato d’acqua. La pianta ha bisogno di avere acqua a sua disposizione regolarmente, ma un eccesso di annaffiatura può finire per annegarla. Allo stesso modo, in inverno è importante ridurre notevolmente le annaffiature.

Fertilizzante per la palma areca

Per la sua capacità di purificare l’aria, questa pianta ha bisogno di fertilizzanti più di altre, soprattutto se vuoi che rimanga verde e vitale. Nei caldi mesi primaverili ed estivi si consiglia di concimare Areca una volta al mese con concime per piante tropicali.

Puoi anche fare affidamento sui fertilizzanti organici ecologici tra i tanti che puoi fare in casa. In questo altro articolo vi spieghiamo come preparare in casa del concime organico per piante.

Problemi con la palma di Areca

Se le punte delle foglie di Areca diventano marroni, può essere dovuto principalmente a due problemi: o l’ambiente è molto secco o lo hai annaffiato eccessivamente. Il primo caso si rimedia spruzzando regolarmente acqua sulle sue foglie, mentre, nel secondo caso, bisognerà fare attenzione che il substrato non si inzuppi d’acqua.

Se le foglie iniziano a ingiallire, è probabilmente un parassita, probabilmente installato sul lato inferiore delle foglie. Identifica che tipo di parassita è e combattilo in modo appropriato. In questi altri articoli parliamo di Come fare insetticidi naturali per piante e fungicidi fatti in casa.

Di seguito potete vedere una video guida sulla cura della Palma di Areca. Inoltre, se vuoi scoprire più piante di questo tipo, puoi consultare questa guida su 25 piante da interno alte.

Se desideri leggere altri articoli simili a Palma Areca: cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.