Suggerimenti

Cura della pianta Viburnum tinus, Durillo o alloro selvatico

Il genere Viburno comprende alberi e arbusti a foglia caduca e sempreverdi . Comprende circa 200 specie, provenienti principalmente dall’emisfero nord, dal Sud America e dall’isola di Giava. I Romani chiamavano il Viburno di vimini per la flessibilità dei suoi rami.

Alcune specie sono : Viburno tinus, Viburno fragans, Viburno opulus, Viburno rigidum, Viburno betulifolium, Viburno lantana, Viburno tomentosum, Viburno utile, Viburno suspensum, Viburno rhytidophyllum, Viburno awabuki.

Questo viburno è un arbusto sempreverde che può raggiungere i 4 metri di altezza. È originario del bacino del Mediterraneo e del Portogallo.

È conosciuto anche come Alloro Selvaggio, Durillo, Laurentina, Duraznillo, Barbadija, Laurentino o Guiyombo.

Ha molte foglie dure, strette, ovali, di colore verde lucido con piccoli peli sui nervi sul lato inferiore. I piccoli fiori bianchi o rosa appaiono in infiorescenze terminali che possono essere larghe fino a 10 cm. Fioriscono da fine inverno a inizio primavera.

Producono frutta a forma di uovo di colore blu scuro, quasi nero, e si conservano sulla pianta per qualche tempo, dando un tocco decorativo molto apprezzato.

Sono utilizzati per formare siepi o gruppi di più esemplari nei giardini a causa del loro fogliame e della durata dei loro frutti. Possono prosperare in ambienti marini. Sono piante resistenti e piante facili da coltivare .

L’esposizione può essere in pieno sole o in penombra. Tollerano il freddo ma non il gelo intenso e continuo.

Possono vivere in un normale terreno da giardino ben drenato.

Le irrigazioni saranno moderate in quanto sono abbastanza resistenti alla siccità.

Possono essere tagliati per modellarli alla fine dell’inverno.

Non sono necessari abbonamenti speciali , è sufficiente l’abbonamento annuale per il giardino.

Essi si moltiplicano facilmente da talee, semi o piegando.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.