Suggerimenti

Dalie: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Le dalie sono piante che producono fiori di ineguagliabile bellezza e in grandi numeri annuali.

I suoi colori e le dimensioni che raggiunge ogni fiore sono ideali per decorare qualsiasi giardino e anche tagliare e decorare interni.

Grazie alla quantità di petali sovrapposti a strati, è un’opzione molto originale. Sicuramente hai già preso la decisione di averli a casa, ma hai bisogno di conoscere le informazioni più accurate per avere successo ed è proprio quello che ti diamo di seguito.

Punti importanti quando si piantano dalie
  • Quando? In primavera .
  • Dove? In uno spazio umido e ventilato, dove riceve preferibilmente la luce solare diretta.
  • Come prepariamo il terreno? Terreno con buon drenaggio e quantità di nutrienti, acido.
  • Come dovremmo annaffiare? Con molta acqua per assicurarsi che raggiunga in profondità nel terreno.
  • Ogni quanto bisogna annaffiare? 2 o 3 volte a settimana per la maggior parte dell’anno, regolare per l’ estate o l’inverno.
  • Di che cure hai bisogno? Concimazioni controllate, pali se è una pianta molto grande per sostenerla.
  • Quali parassiti e malattie ha? Lumache, lumache, acari , coleotteri.

Quando piantare una dalia?

In primavera , quando i rischi di gelate sono passati e il clima è un po’ più caldo. Idealmente, la temperatura del suolo dovrebbe essere di almeno 60ºC.

Dove piantare una dalia?

Le dalie sono in grado di adattarsi alle diverse condizioni atmosferiche , ma stanno meglio in spazi con una buona umidità e ventilazione . È proprio lì che sono in grado di generare fiori più grandi, potendo raggiungere fino a 20 centimetri di diametro.

Hanno bisogno di pieno sole , almeno 8 ore al giorno, assicurandosi che ricevano abbastanza acqua per rimanere idratati.

Come preparare il terreno?

Una buona scelta del terreno aiuterà anche a produrre fiori più belli, quindi assicurati che abbia un buon drenaggio .

Se hai un terreno molto compatto, quello che ti servirà è aggiungere sabbia o muschio e mescolare giorni prima della semina per migliorare questo aspetto.

Questa rimozione del terreno aiuterà le radici a trovare più facilmente un posto dove prosperare. Lo stesso vale per la questione dei nutrienti, poiché le dalie apprezzano un terreno ricco di sostanza organica.

Sarà sufficiente l’aggiunta di letame decomposto ma si potrebbe utilizzare anche compost o humus. Un altro dettaglio importante da curare intorno al terreno è il livello di acidità, poiché preferiscono un terreno leggermente acido .

Come innaffiamo la dalia?

L’irrigazione deve essere effettuata in profondità con una quantità d’acqua sufficiente a raggiungere le parti più basse delle radici. Idealmente, utilizzare un sistema di irrigazione e lasciarlo funzionare per un ciclo di 30 minuti ad ogni irrigazione.

Ogni quanto annaffiamo la dalia?

L’irrigazione dovrà essere adeguata al periodo dell’anno che si vive , massimizzando la quantità nei giorni estivi fino a 4 volte a settimana se necessario. In inverno sarà necessario controllare lo stato del terreno e procedere solo quando risulta asciutto. Il resto dell’anno bastano 2 o 3 volte a settimana.

Come seminare una dalia passo dopo passo?

Le dalie hanno un sistema di piantumazione che si basa sull’utilizzo dei tuberiPer selezionare quelli più adatti, è necessario verificare che abbiano qualche punto di crescita verde.

  1. Definisci dove seppellirai il tubero.
  2. Assicurati che il terreno lo copra, almeno, di circa 20 centimetri . Il modo corretto per farlo è controllare che il punto di crescita verde sia rivolto verso la superficie.
  3. Mantenere il terreno asciutto mentre il tubero inizia a svilupparsi , quando già si nota il primo germoglio, sarà il momento di procedere all’irrigazione. Se questo passaggio viene eseguito in anticipo è molto probabile che il tubero marcisca.

Se si devono interrare più tuberi è bene lasciare almeno un metro tra uno e l’altro per non pregiudicarne la crescita.

Di che cure hanno bisogno le dalie?

Le concimazioni saranno importanti per migliorare la fase di fioritura. In questo caso, i fertilizzanti liquidi sono i più consigliati.

L’idea è di sceglierne uno a basso contenuto di azoto e applicarlo dopo che i breakout iniziano a manifestarsi ogni 4 settimane circa.

È importante lavorare su questo tema con attenzione perché l’emozione di vederli sbocciare può portare alla fertilizzazione più del necessario e generare marciumi.

Se la dalia pianta cresce molto alta, sarà essenziale fornire con una struttura di supporto per impedire il ribaltamento. Questo sarà facile da risolvere con l’aiuto di alcuni paletti a cui verranno legati gli steli in crescita.

Quali parassiti e malattie colpiscono le dalie?

I parassiti striscianti sono quelli che presto possono causare gravi danni alle colture, ecco le lumache e le chiocciole.

Per evitare attacchi, sarà necessario implementare trappole dal momento in cui il tubero si è stabilito.

Un altro parassita che può diventare frequente perché cercano di consumare le foglie e i fiori della pianta sono gli acari e i coleotteri È necessario prestare molta attenzione alla presenza di questi insetti per attaccarli in tempo.

In caso di malattie, i funghi sono i più frequenti e possono colpire la pianta creando su di essa una sorta di strato di muffa biancaLa buona notizia è che ci sono prodotti biologici disponibili in commercio che sono utili per rimuovere il micelio e mantenere una buona salute delle piante .

Le dalie sono una delle piante che producono fiori più velocemente, quindi puoi goderti il ​​loro colore lo stesso anno in cui le pianti. Naturalmente, per evitare che la pianta soffra e avvizzisca, il tempo per tagliare i fiori deve essere ben pianificato.

Cioè, aspettando che i fiori si sviluppino completamente e tagliando molto presto la mattina, quando c’è poco sole e poco caldo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.