Suggerimenti

Fresia: [Semina, cura, irrigazione, substrato, fioritura e altro]

Punti importanti durante la semina della fresia
  • Quando? Ci sono regioni fredde dove è preferibile seminare in primavera per evitare dannose gelate. L’autunno è anche un buon momento per piantare bulbi in giardino e in vaso.
  • Dove? Prospera e vive a lungo in luoghi dal clima temperato, dove non c’è né caldo opprimente né freddo gelido. Può essere all’aperto e in casa, su un terrazzo.
  • Come prepariamo il terreno? Un buon substrato a pH neutro con un buon sistema di drenaggio è l’ideale. Usa il terriccio da giardino con una miscela di parti uguali di perlite o vermiculite.
  • Come seminiamo? Per seme e per cormi o bulbi seminati in giardino e in vaso, sotto buona luce solare e anche in serra.
  • Come paghiamo? Ogni due settimane si può utilizzare un buon fertilizzante liquido nel periodo di crescita della pianta per rinforzare il germoglio.
  • Quando fioriscono? In primavera , metti su uno spettacolo visivo meraviglioso. Da 10 a 12 settimane dopo aver piantato i cormi è il normale ciclo di fioritura.
  • Temperatura ideale? La temperatura ideale per questo arbusto varia da 18ºC a 22ºC. Non tollera temperature molto basse. I bulbi devono essere protetti dal gelo.
  • Come innaffiamo? A goccia è l’ideale. L’irrigazione dovrebbe essere prudente, non eccessiva. Circa 2 volte a settimana andrà bene per evitare che le sue radici marciscano.
  • Malattie e parassiti? È molto resistente, ma bisogna prendersi cura della pianta da funghi, Brotite e marciume grigio. Viene attaccato da acari, lumache e lumache.

  

Cos’è la fresia?

La Fresia o Fresia o Fresilla, appartenente alla famiglia delle Iridaceae , è una pianta erbacea bulbosa originariamente coltivata in Africa, dove sono passate circa 15 specie, per lo più provenienti dal Sud Africa.

Ha la particolarità di avere dei fusti interrati, che rimangono sotto terra, chiamati cormi. La base è sempre più ispessita o gonfia e ha crescita verticale.

I suoi fiori hanno una stampa molto appariscente e sono costituiti da spighe unilaterali, con un profumo squisito.

Oggi ci sono molti bei colori raggiunti dai coltivatori di spettacolari varietà ibride , nei toni del bianco , lavanda , rosa , giallo , arancione , blu e rosso. Anche se il suo colore originale è giallo o arancione .

Ogni fiore nasce accanto a uno stelo allungato, a forma di spighette. Ogni stelo può ospitare da 5 a 8 fiori singoli o doppi.

È molto generoso, perché offre un grande spettacolo visivo in primavera senza chiedere molto in cambio. Richiede poca cura. È molto duro. E vive perfettamente in vaso o nel giardino di casa.

  

Dove dovremmo seminare la fresia?

L’ideale è seminarlo in un giardino di terreno con un buon drenaggio, dove riceva una buona luce naturale e abbia un sistema di irrigazione a goccia dove non ci siano ristagni o ristagni d’acqua.

Ma puoi averlo anche a casa, in un luogo per lei esclusivo dove riceve luce indiretta e tanto amore e dedizione, anche se come già detto la fresia non merita ulteriori cure.

Fiorisce liberamente fintanto che viene seminato in terreno fertile e ben drenato.

Quando dovrebbe essere coltivata la fresia?

È una pianta molto nobile. Va coltivato circa 3 mesi prima del periodo di fioritura, prima della stagione invernale ed è assolutamente indispensabile lasciare uno spazio ragionevole di circa 5 centimetri tra ogni bulbo e ad una profondità consigliata di circa 10 centimetri, per favorire la normale crescita.

La concimazione liquida, con prodotti organici, è molto conveniente per i germogli, quando le piante sono giovani e in fiore. La frequenza consigliata è di farlo ogni due settimane

Come prepariamo il terreno?

Sebbene provenga dal selvaggio continente africano, in particolare dal Capo in Sud Africa, questa bellissima specie floreale può crescere quasi ovunque, sia nei giardini che in ampi vasi dove fiorisce ogni primavera.

Una preparazione del terreno da giardino con parti uguali di pacciame e sabbia è una buona scelta per la fresia in vaso.

Un pH neutro, un terreno leggermente acido, è di grande accettazione per questa erbacea di grande bellezza e profumo intenso.

Come seminare una fresia passo dopo passo?

Esistono due metodi per coltivare questa bellissima pianta erbacea bulbosa. Con cormi e con l’aiuto di semi.

I cormi sono steli sepolti che raggiungono un’altezza massima di circa 50 centimetri, rivelando morbide foglie decidue verdi.

Per la semina è necessario cercare questi bulbi in un vivaio di fiducia o in un negozio in autunno , perché in quel momento saranno teneri e sodi.

Una volta piantati, vanno immersi in acqua per circa 30 minuti, poiché quelli che arrivano confezionati si disidratano.

Non dovrebbero mai essere piantati in inverno. L’autunno, con un clima caldo, è la data più favorevole. Ma se il clima in quel periodo è instabile, con venti freddi, o si vive in un paese invernale rigido, si può fare in primavera e quindi non c’è rischio.

Vediamo ora, passo dopo passo, come piantare bulbi o bulbi di fresia.

  

Lampadine in giardino

  1. Scegli un buon spazio in giardino, dove l’illuminazione è generosa al mattino, o in mezz’ombra, ma dove il terreno è sempre ben drenato.
  2. Per ogni bulbo che verrà messo a dimora è necessario aprire nel terreno una buca profonda circa 25 centimetri, in modo da arieggiare il terreno durante la rimozione.
  3. È conveniente posizionare nella parte inferiore della buca un buon fertilizzante per bulbi o farina d’ossa, per aiutare il rafforzamento della futura pianta.
  4. I bulbi vanno piantati con la punta rivolta verso il cielo, verso l’alto ed è necessario ricoprirli di terriccio, di 2 o 3 centimetri. Tra ogni bulbo, la distanza dovrebbe essere di circa 7 centimetri, per lasciare un buon spazio per lo sviluppo delle radici.
  5. Inoltre, possono aiutare la pianta a stare in piedi con un paletto in materiale di bambù .
  6. È molto importante iniziare ad annaffiare con prudente generosità, per evitare di annegare. Ma ha bisogno di umidità costante dal terreno in modo che il bulbo possa ripararsi da solo con l’aiuto di radici sane.

Bulbi in vaso

  1. Dovresti cercare un vaso di circa 12-15 pollici di diametro. Con questo intervallo di misurazione è possibile piantare da 15 a 20 bulbi. In un vaso da 25 cm, puoi piantare circa 12 bulbi e se è più piccolo, in circa 20 cm puoi avere circa 9 bulbi.
  2. È necessario scegliere un luogo molto ventilato con molta luce naturale quando il vaso è posizionato in uno spazio interno della casa. Una terrazza o un balcone sarà molto utile.
  3. Successivamente, è necessario riempire il vaso con un substrato di crescita universale a cui verrà aggiunta la perlite, in un rapporto di 50-50.

  

Semina per seme

Questa tecnica è più complicata, perché alcuni specialisti della zona indicano che la fioritura può essere molto ritardata, ma dipende anche dalle condizioni di luce, umidità, temperatura e irrigazione.

  1. Qui conviene utilizzare un apposito substrato, composto da due parti di pacciame sterilizzato, sabbia, torba e perfosfato minerale per la semina dei semi che vengono preventivamente immersi in acqua per 24 ore per ammorbidirli.
  2. Individuare un vaso o semenzaio di circa 10 centimetri di diametro e aggiungere un substrato universale anch’esso misto a perle in parti uguali. Funziona anche la vermiculite.
  3. Sulla superficie del substrato verranno posti circa 3 o 4 semi, spargendoli con l’accompagnamento di una piccola dose di zolfo , perché in questo modo si evita la proliferazione di funghi. E in cima, devi aggiungere più substrato, molto delicatamente.
  4. Innaffia con l’aiuto di un flacone spray, in modo che l’acqua venga somministrata molto bene sulla superficie della terra.
  5. Porre in luogo ventilato, con molto sole o in mezz’ombra, avendo cura che il substrato si mantenga sempre umido altrimenti i semi non germoglieranno, il che darà buone notizie circa 15 giorni dopo.

Tempo di fioritura della fresia

La fioritura inizierà circa 12 settimane dopo aver piantato i cormi e una tecnica per estendere questa produzione fiorita consiste nel piantare in sequenza più piante ogni due settimane.

Di che cure ha bisogno la fresia?

  • Può vivere in uno spazio interno in penombra, ma in realtà è più felice all’aperto, ricevendo i raggi del sole.
  • Ha bisogno di un’irrigazione ben gestita, con due volte a settimana sarà più che sufficiente, poiché non tollera l’acqua in eccesso o le pozzanghere.
  • La fresia supporta le basse temperature, ma fino a un intervallo stimato di -2ºC. Niente di più. Quindi è molto conveniente prendersene cura dalle gelate invernali che possono ucciderlo.
  • Il compost nel periodo di fioritura è molto conveniente. Puoi usare un tipo organico o un buon fertilizzante liquido affidabile che verrà applicato ogni 2 settimane.

  

Quali parassiti e malattie ha?

La fresia è una pianta molto rustica , ma bisogna fare attenzione all’attacco fungino.

Tuttavia, possono verificarsi cambiamenti nel colore delle sue foglie. Se soffri di Fusarium, le foglie danneggiate devono essere rimosse rapidamente e talvolta il cattivo afferra la radice, quindi l’intera sezione malata deve essere rimossa.

Un’altra malattia che lo attacca è la Brotite o marciume grigio, con orrende macchie grigiastre su foglie e fiori.

Soffrono della presenza del ragnetto rosso , un parassita molto persistente nelle colture che vengono tenute in serra. È anche visitato da indesiderabili come lumache e lumache , nonché afidi.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.