Suggerimenti

Pianta di Kalanchoe: cura e a cosa serve

I Kalanchoe sono in realtà un gruppo di piante composto da più di 125 specie vegetali diverse, il che significa che si possono trovare varietà molto particolari e diverse. Nonostante tutto, la maggior parte dei kalanchoe possono essere considerati arbusti sempreverdi che di solito non superano il metro di altezza (con eccezioni come il Kalanchoe beharensis, originario dell’isola del Madagascar e capace di raggiungere i sei metri di altezza). Si tratta invece di un gruppo di piante ampiamente associato alla medicina tradizionale, soprattutto per la sua capacità di curare malattie muscolari e ossee come i reumatismi.

Se vuoi conoscere la cura della pianta kalanchoe, i suoi tipi ea cosa serve e cosa devi fare per far crescere questa pianta forte e sana, continua a leggere Green Ecology e te lo diremo.

Pianta di Kalanchoe: caratteristiche e descrizione

Queste sono alcune delle principali caratteristiche della pianta kalanchoe:

  • Come accennato, la pianta kalanchoe è in realtà un gruppo di piante che comprende più di 125 specie diverse, che sono state identificate fino ad oggi.
  • Possono essere trovati allo stato naturale in continenti come l’Asia, l’Africa e l’Europa. Tuttavia, attualmente, sono stati anche trasferiti artificialmente sia in America che in Oceania, dove alcune specie crescono allo stato selvatico dopo essersi adattate con successo ai diversi climi di questi continenti.
  • Le foglie delle piante della famiglia delle Crassulaceae, le Crassulaceae, immagazzinano acqua, quindi sono considerate piante succulente.
  • Inoltre, nella maggior parte dei casi, hanno un’infiorescenza terminale (cioè i fiori di kalanchoe compaiono all’estremità dello stelo), a forma di corimbo o pannocchia.
  • Un’altra delle caratteristiche più particolari è che la maggior parte dei suoi fiori ha petali che appaiono fusi allo stato di bulbo, dal cui interno emergono gli stami e il pistillo di ciascuno dei fiori.
  • La fioritura può variare a seconda delle specie, anche se la più comune è che i fiori di kalanchoe appaiano dall’inizio dell’inverno a metà primavera.

Kalanchoe: tipi e a cosa serve

Come abbiamo accennato, il numero di specie del genere Kalanchoe è molto ampio. Tuttavia, è anche vero che alcuni di loro sono più conosciuti di altri. Ciò è dovuto, soprattutto, al fatto che molti di loro sono associati a determinate proprietà medicinali, il che li ha resi specie coltivate più dei loro parenti. Se vuoi conoscere alcuni dei tipi più comuni di kalanchoe, nonché a cosa serve il kalanchoe, prendi nota:

Kalanchoe daigremontiana

Conosciuto anche comunemente come aranto o spina dorsale del diavolo, è una specie di kalanchoe endemica dell’isola africana del Madagascar e che, oggi, si trova in uno stato minacciato a causa dei pochi esemplari rimasti. È uno dei kalanchoe che ha usi più medicinali. Questo perché contiene daigremontianina, una sostanza medicinale usata per preparare farmaci per l’insufficienza cardiaca.

kalanchoe tomentosa

Chiamata anche pianta di panda o orecchie di gatto, questa è un’altra varietà di kalanchoe del Madagascar. Si caratterizza per essere ricoperta da una sottile peluria bianca che sembra velluto che ricopre tutto il suo corpo, foglie comprese. Il suo principale uso medicinale è che, nelle sue foglie, sono presenti sostanze che possono essere sintetizzate in laboratorio per la produzione di medicinali che combattono la diffusione delle cellule tumorali. Nell’immagine sotto questa sezione puoi vedere una di queste piante.

Kalanchoe tirsiflora

Questa specie di kalanchoe è originaria del Sud Africa, ed è caratterizzata dal formare una rosetta basale da cui emergono le sue foglie, grandi e con un velluto simile a quello della Kalanchoe tomentosa. Un’altra delle sue caratteristiche più particolari sono i bordi rossastri delle estremità delle sue foglie, molto caratteristici e facili da identificare. Come nel caso della Kalanchoe tomentosa, contiene sostanze che possono essere utilizzate nella produzione di farmaci antitumorali. Inoltre, la sua linfa contiene elementi curativi, quindi può essere applicata direttamente sulle ferite per accelerarne la guarigione.

Kalanchoe beharensis

Meglio conosciuta come kalanchoe dell’orecchio di elefante per le grandi dimensioni delle sue foglie, è la specie di kalanchoe più grande di tutte. Originario del Madagascar, può raggiungere fino a sei metri di altezza e resistere a temperature fino a 7 gradi Celsius. Contiene sostanze che lo rendono utile anche nella preparazione di medicinali per combattere il cancro. In caso di applicazione diretta sulla pelle, la sua linfa allevia dolori muscolari e reumatismi.

Kalanchoe blossfeldiana

È una specie di kalanchoe che ha origine anche in Madagascar. Tuttavia, grazie alla sua facile coltivazione e all’estetica dei suoi fiori, oggi è diventata una pianta ornamentale ampiamente diffusa in tutto il pianeta. Può raggiungere fino a 40 centimetri di altezza, e offre fiori di vari colori che vanno dal bianco a colori caldi come l’arancione, il rosa o il giallo. In questo caso, le proprietà di questa pianta sono solitamente associate a problemi del sistema gastrointestinale, poiché contiene sostanze che possono essere utilizzate nella produzione di medicinali per alleviare i problemi gastrointestinali. Nel caso di applicazione diretta sulla pelle, aiuta la cicatrizzazione delle ferite e, soprattutto, la guarigione delle ustioni superficiali.

Scopri di più su queste e altre specie di questo tipo di pianta con questo altro post di EcologíaVerde in cui parliamo di +40 tipi di kalanchoe.

Kalanchoe blossfeldiana: cura

Di tutti i kalanchoe che abbiamo menzionato, la Kalanchoe blossfeldiana è la più comune di tutte da avere in casa. La cura della Kal anchoe blossfeldiana è davvero semplice.

Umidità e irrigazione di kalanchoe

Per quanto riguarda le esigenze di umidità, è molto importante allontanare i rischi abbastanza da evitare che il terreno si inzuppi d’acqua. Infatti è preferibile attendere che il substrato sia quasi completamente asciutto prima di annaffiare nuovamente, quindi sarà sufficiente annaffiarlo una o due volte al mese in inverno e una volta alla settimana in estate. Allo stesso modo, è anche molto importante evitare che il vaso si accumuli acqua, poiché ciò potrebbe causare la putrefazione delle radici e la comparsa di funghi. Per fare ciò, è sufficiente rimuovere l’acqua in eccesso dalla piastra inferiore dopo ogni irrigazione.

Substrato e fertilizzante

D’altra parte, è una pianta che si adatta bene a substrati di quasi ogni tipo. Risponde bene ai terreni duri, anche se preferisce quelli ricchi di ferro. Per quanto riguarda il fertilizzante, dovrebbe essere usato tre volte all’anno e scegliere quelli acidi, questo ne aiuterà la crescita e la fioritura. Ti consigliamo questa altra guida al giardinaggio su Come fare il fertilizzante organico per le piante.

luce e posizione

Allo stesso modo, è una pianta che ha bisogno di luce abbondante per crescere forte e sana, preferibilmente con accesso alla luce solare ma indiretta, per evitare che le sue foglie si brucino. In questo senso, una finestra posizionata ad est o ad ovest è la più consigliabile, poiché eviterà le ore di luce solare più intense, ma riceverà la luce solare più morbida all’inizio o alla fine della giornata.

parassiti comuni

Questi tipi di piante sono solitamente attaccati da due tipi di parassiti. L’acaro del ragno e i bruchi. I primi di solito nidificano lì e la pianta soffre di alcuni problemi a causa di ciò, potendo morire se si diffonde una grande peste. La seconda piaga menzionata, non solo si riproduce lì, ma si nutre anche della pianta stessa. In questo altro articolo di EcologíaVerde ti mostriamo come eliminare i bruchi in modo naturale e prevenirli.

Potatura

Si può potare due volte l’anno e, in questo modo, ne verrà stimolata la crescita. Allo stesso modo è conveniente potare o asportare le parti secche o morte della pianta per facilitarne lo sviluppo. Se non è una delle varietà che crescono molto velocemente, la potatura può essere effettuata solo una volta all’anno.

Se desideri leggere altri articoli simili a Pianta di Kalanchoe: cura ea cosa serve, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.