Suggerimenti

Gladioli: cura

In questa guida pratica di EcologíaVerde vogliamo raccontarvi qualcosa in più su questa spettacolare pianta fiorita. Questa pianta è in realtà un intero genere di bulbi perenni della famiglia delle Iridaceae. Normalmente utilizzata come pianta ornamentale, necessita di cure specifiche per ottenere ogni anno una fioritura abbondante. Inoltre ne esistono più di 250 varietà circa, con diverse dimensioni della spiga, colorazione dei fiori e loro dimensione. Se vuoi dare un tocco di colore alla tua casa o al tuo giardino, non perdere il resto delle informazioni e dei consigli che ti offriamo di seguito sulla cura dei gladioli.

Gladioli: caratteristiche

Queste sono le caratteristiche principali del genere Gladiolus:

  • Sono originari del Medio Oriente, dell’Africa meridionale e dell’Europa meridionale.
  • I suoi «bulbi» sono in realtà chiamati cormi.
  • Le sue spighe floreali mostrano una vasta gamma di colori. Questi vanno da toni caldi, rossastri e giallastri, a toni più freddi come viola e viola.
  • I fiori possono anche avere una grande varietà di dimensioni.
  • La pianta raggiunge altezze fino a un metro e mezzo.
  • Come la maggior parte dei bulbi, è un genere di piante perenni.
  • La sua fioritura avviene solitamente tra i mesi estivi e autunnali.
  • Sono piante a clima temperato.

Se ti piace questo tipo di piante, ti consigliamo di conoscere queste 15 piante a bulbo: nomi, caratteristiche e foto.

Gladioli: cura – guida pratica

In sintesi, queste sono le cure di base dei gladioli:

  • Luce: la stragrande maggioranza dei gladioli ha bisogno di una grande quantità di luce.
  • Clima: la sua temperatura ideale va da 10 ºC a 24 ºC
  • Terreno: sabbioso, con ottimo drenaggio
  • Irrigazione: moderata, abbondante nelle prime fasi
  • Abbonato: da quando la pianta raggiunge un’altezza di 25 cm e ancora una volta all’inizio della fioritura.
  • Pergolato: le specie più alte ne hanno bisogno.

luce e tempo

I gladioli, essendo una pianta tipica dei climi temperati come quello mediterraneo dove fioriscono in modo spettacolare, hanno bisogno di ricevere luce solare costante. Infatti, in caso di non ricezione, è molto probabile che non produca alcun fiore. Se però ci troviamo in un clima con temperature elevate, consigliamo di posizionare la pianta in un luogo semiombreggiato in modo che non sia sempre esposta ai raggi solari, poiché questo può danneggiare non solo i fiori ma anche gli steli. Quindi sarà meglio che la pianta rimanga coperta durante le ore di maggiore intensità solare.

Come abbiamo commentato sopra, la maggior parte delle specie di questo genere si trova in condizioni ottimali in un intervallo di temperatura che va da 10ºC a 24ºC. Si tratta, quindi, di piante di clima temperato. Anche se ci sono delle eccezioni, come è il caso del Gladious nanus, che può sopportare temperature tipiche dei climi più freddi, anche se non estreme.

terreno per gladioli

Queste piante possono adattarsi a un gran numero di tipi di terreno, purché offrano un buon drenaggio. Se quello che vogliamo è fornire loro condizioni ottimali, i nostri gladioli apprezzeranno il fatto di avere un terreno sabbioso e sciolto. Se non hai un terreno con queste caratteristiche, ti basterà posizionare i tuoi gladioli da qualche parte dove sono cresciute le verdure.

irrigazione dei gladioli

L’ irrigazione del gladiolo dovrebbe essere abbondante solo nelle prime fasi della crescita delle piante. In questa fase bisogna evitare che il terreno si asciughi completamente in ogni momento. Dopo la fase iniziale, le annaffiature dovrebbero essere leggermente ridotte, anche se è importante che la pianta non manchi d’acqua prima della fioritura, poiché se così fosse, non potrebbe fiorire. Per questo motivo è importante un adeguato drenaggio del suolo, che ci permette di fornire un’irrigazione costante senza mai allagarsi.

Puoi consultare questo altro articolo per saperne di più su Quando innaffiare le piante.

Fertilizzante per gladioli

I gladioli cresceranno molto più vigorosamente in terreni arricchiti con letame organico come il compost. Tuttavia, dovresti stare attento a evitare di usare letame o letame di pollo: queste piante tendono a non reagire bene ad esso. Pertanto, come sempre, l’ humus di lombrico sarà uno dei nostri migliori alleati nella coltivazione dei gladioli, poiché fornisce una grande quantità di nutrienti al terreno oltre a favorire lo sviluppo di microrganismi benefici.

Qui puoi imparare come fare l’humus di lombrico.

Tutoraggio e manutenzione

È molto importante mantenere il terreno dei gladioli libero da erbacce e piante avventizie, poiché queste piante non sono brave a competere per i nutrienti. Inoltre, le specie più alte avranno bisogno che i loro baccelli di fiori siano picchettati o guidati, poiché se non sono picchettati possono piegarsi e cadere a terra.

Se desideri leggere altri articoli simili a Gladioli: cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.