Suggerimenti

I pro e i contro dell’uso dell’urina come fertilizzante per il giardino

I giardinieri hanno opinioni diverse quando si tratta di usare l’urina da giardino come fertilizzante. È una grande fonte di sostanze nutritive per le piante, ma comporta anche alcuni rischi. Per non parlare del fatto che alcune persone sono disgustate dall’urina.

Prima di iniziare, devo dirvi che sono un pro-pipi e che ho usato l’urina nel mio giardino con ottimi risultati. Detto questo, alcune preoccupazioni sono giustificate, mentre altre sono solo un’esagerazione.

In questo articolo daremo un’occhiata più da vicino all’uso dell’urina in giardino, in modo da poter decidere da soli se è disgustosa o fresca. Imparerete anche ad usarlo.


Qualità delle urine

Ora, devo iniziare la conversazione esaminando la qualità dell’urina. Questo perché non tutte le pipì sono uguali.

La mia urina, per esempio, è come il buon vino dell’urina. Come quasi tutti gli ortaggi biologici che coltivo io stesso. Anche la mia dieta è composta principalmente da verdura e frutta. La carne che mangio proviene dalla nostra fattoria o da contadini che ho personalmente ricercato.

Non ci sono antibiotici nel mio cibo. Non prendo nessun farmaco (o altro). Sono in buona salute.

Inoltre, bevo in media circa due galloni d’acqua al giorno perché lavoro all’esterno per la maggior parte del tempo. Quindi ho un apparato urinario ben funzionante. E l’acqua che bevo proviene dal nostro pozzo ed è l’acqua più pura e saporita possibile.

Se vivi come me, anche la tua pipì andrà bene. Tuttavia, se bevete acqua comunale che è pesantemente trattata con prodotti chimici e contiene residui farmaceutici che non vengono smaltiti nell’impianto di trattamento dell’acqua, se prendete molti farmaci da soli, se la vostra dieta consiste principalmente di prodotti di scarto e se non bevete quasi nessuna acqua, le vostre urine probabilmente contengono più cose cattive delle mie.


Cosa c’è nell’urina?

Uno dei motivi principali per cui si urina è quello di bilanciare la quantità di liquido nel corpo. Tuttavia, la minzione serve anche per rimuovere la contaminazione dal sangue, isolarlo nei reni e poi passarlo nelle urine.

Secondo i ricercatori, a seconda di ciò che entra nel corpo, più di 3.000 sostanze chimiche possono essere potenzialmente rilasciate nelle urine. Alcuni di questi sono metaboliti creati da batteri, altri provengono dal vostro corpo e sono completamente innocui. Ma circa 2.200 di queste sostanze chimiche provengono da cosmetici, alimenti, farmaci o dall’esposizione ambientale.

Quindi se hai molte cose tossiche nel tuo corpo, allora probabilmente hai più cose tossiche che escono dalle tue urine. In una fattoria sana, tuttavia, quando si mette dentro la maggior parte delle cose buone, la maggior parte delle cose buone vengono fuori è l’acqua e le sostanze nutritive in eccesso di cui il corpo non ha bisogno.


Controllare la presenza di contaminanti nelle urine

La verità è che anche se la vostra pipì non è il vino giusto per la pipì, è probabilmente sicuro da usare in giardino. Prima di tutto, se è nelle tue urine, indovina un po’? Sta già entrando nel tuo corpo. Rimetterlo nel vostro giardino non aumenterà significativamente il vostro rischio.

Inoltre, quando lo mettete nel vostro giardino, il terreno tratterà un po’ di questa tossicità come i vostri reni. Il suolo è naturalmente un buon biofiltro. Per questo motivo viene spesso utilizzato in molte applicazioni per pulire l’acqua, l’aria e per eliminare gli odori.


Il parere dell’EPA

Inoltre, secondo l’EPA, non c’è motivo di credere che le piante assorbiranno le sostanze chimiche tossiche prodotte dall’uomo che possono essere presenti nelle urine. L’EPA è talmente convinta che questo non sia un rischio da permettere agli agricoltori di applicare materiali residui mal trattati (chiamati biosolidi di classe B) nei campi dove si coltivano gli alimenti. Questi biosolidi contengono l’urina di tutti coloro che lavano i gabinetti nelle città, così come gli escrementi, i rifiuti medici degli ospedali, il deflusso delle acque di scarico delle applicazioni agricole, l’erba troppo concimata, l’inquinamento stradale e molto altro ancora.

Personalmente, ho delle riserve sui biosolidi di classe B, perché ciò che va giù per lo scarico non è solo urina o letame proveniente da case sane. Ma anche in questo caso, il fatto che il materiale della città sia considerato sicuro per l’uso in agricoltura su larga scala mi fa pensare che l’uso della mia urina potrebbe non essere così importante.


Possibili rischi associati all’uso di urina in
Giardino

In generale, l’urina rappresenta un rischio minimo per la sicurezza della salute. Tuttavia, ci sono alcune cose che ho trovato nella mia ricerca che potrebbero farti pensare due volte prima di usare l’urina. Ecco cosa ho trovato.


Malattie trasmissibili

Alcune malattie sono note per essere trasmesse attraverso l’urina. Solo il primo della lista seguente è direttamente collegato alla trasmissione attraverso l’urina che viene a contatto con il suolo.

– Leptospirosi

La leptospirosi è un’infezione causata da
i batteri che si trasmettono attraverso l’urina. L’urina di solito proviene da
animali e si trasmette all’uomo attraverso il contatto con il suolo o
acqua contaminata.

Bestiame, animali domestici, roditori e altri animali selvatici sono le principali fonti di trasmissione. Tuttavia, gli esseri umani espellono anche i batteri leptospira nelle loro urine se sono infetti. Pertanto, se si è infetti e si utilizza l’urina nel terreno, è possibile aumentare la quantità di batteri leptospira nel terreno. Questi batteri possono vivere nel terreno per settimane o mesi.

Secondo il CDC, ci sono tra i 100 e i 150 casi (su 327 milioni di persone) di leptospirosi negli Stati Uniti ogni anno. Circa la metà di questi si verificano a Porto Rico. Pertanto, il rischio effettivo di essere infettati dalla malattia è molto basso. Ma bisogna comunque pensarci quando si tratta di usare l’urina in giardino.

– Infezione da citomegalovirus (CMV)

L’infezione da citomegalovirus (CMV) è la malattia più comune che può essere potenzialmente trasmessa attraverso le urine. I sintomi del CMV possono essere confusi con quelli di una lieve influenza o, a volte, di una mononucleosi.

In generale, dopo l’infezione, il CMV diventa inattivo e l’ospite è immune per tutta la vita. Anche se questo è un rischio, dal momento che infetta già la maggior parte degli esseri umani ad un certo punto della loro vita e la maggior parte di noi sviluppa l’immunità, il rischio sembra basso.

– Infezioni delle vie urinarie (UTI)

Le infezioni delle vie urinarie sono causate da infezioni batteriche come alcune forme di E. coli o Citrobacter (infezioni delle vie urinarie acquisite in ospedale). La maggior parte dei batteri che causano infezioni delle vie urinarie sono già onnipresenti in natura, risiedono nel nostro intestino o sono prolifici negli ospedali.

Inoltre, il rischio che entrino nelle urine è considerato minimo. Non ho trovato alcun legame tra l’urina del giardino e le infezioni delle vie urinarie. Personalmente, però, non userei l’urina da giardino mentre ho i sintomi di una IVU, o per un po’ di tempo dopo, tanto per essere sicuri.


Farmaci

I farmaci progettati per il trattamento di infezioni batteriche o fungine, come gli antibiotici o gli antifungini, possono anche avere un impatto negativo su batteri e funghi benefici nel terreno. Non usate urine che possono inibire la vita utile nel vostro terreno.

I fluidi corporei dei pazienti sottoposti a chemioterapia o a radiazioni sono potenzialmente pericolosi. Possono rappresentare un rischio per i sistemi settici, gli operatori sanitari, ecc. Quindi tienilo fuori dal cortile.

Anche farmaci come sonniferi e antidepressivi possono comportare rischi ambientali per la fauna selvatica. Pertanto, per la sicurezza della fauna selvatica, si deve evitare l’uso di urine che possono contenere residui farmaceutici nel giardino.


5 motivi per cui vale la pena correre rischi con l’urina

Perenni alimentati con urina

Ora che conosci i rischi principali, perché preoccuparsi di usare l’urina in giardino?

Tanto per cominciare, è il fertilizzante perfetto della natura.


1. la pianta nutritiva

L’urina è composta per circa il 95% da acqua e per il 5% da altre cose. La maggior parte di queste altre cose sono l’urea, che è il fertilizzante azotato più utilizzato sul pianeta.

La maggior parte dell’urea utilizzata oggi in agricoltura è di sintesi. Ma è la stessa urea che esce pronta per essere usata nelle urine.

L’urina contiene anche fosforo e
potassio, così come qualsiasi altro oligoelemento in eccesso che si consuma
che il tuo corpo non ha finito di usare.


2. immediatamente utilizzabile dalle piante

Cosa rende l’urea il più
Il comune concime azotato è che i nutrienti sono in una forma di
può essere utilizzato immediatamente dalle piante. In altre parole, l’urea in
L’urina funziona velocemente.

I fertilizzanti ad azione rapida non dovrebbero essere l’unica fonte di cibo per le vostre piante. Ma quando si ha una carenza di azoto o se si vuole accelerare la produzione nel proprio giardino, l’urea è la risposta perfetta.


3. Fertilizzante gratuito

L’urea sintetica è uno dei fertilizzanti più usati perché è anche uno dei più economici da acquistare. Tuttavia, quando si usa l’urina del proprio giardino, si ha un vantaggio ancora maggiore.

La tua urea è totalmente gratuita!


4. Alimentazione costante

L’altro vantaggio dell’urina è
che hai una scorta regolare. Ciò che entra, deve uscire. Quindi…
l’acqua entra, l’urina esce. Finché continuerete a bere acqua – finché
deve fare per la salute in ogni caso – si ha una fornitura costante di
urina di piante.


5. Funziona!

L’accesso libero e facile è un ottimo motivo per usare l’urina. Ma i ricercatori hanno anche scoperto che le verdure crescono ancora meglio con l’urina e un po’ di cenere di legno che con i fertilizzanti commerciali.

Barbabietole più grandi, cetrioli più produttivi, cavoli giganti e bei pomodori si possono ottenere con la propria urina. I test dimostrano anche che le sostanze nutritive delle verdure coltivate con l’urina sono uguali a quelle delle verdure coltivate con metodi più convenzionali.

Inoltre, nelle prove di gusto alla cieca, le verdure coltivate nelle urine non potevano essere distinte dalle verdure coltivate in modo convenzionale. Quindi, nel caso te lo stessi chiedendo… No, non si può analizzare l’urina sulle verdure.


Come usare l’urina in giardino

Ora che conoscete i rischi e
Ci sono consigli per l’uso dell’urina in giardino.


Suggerimento 1: la freschezza è la migliore

L’urina fresca non puzza. Ma quando i batteri iniziano a scomporre l’urea nelle sue parti componenti, gli odori sono il risultato di questa decomposizione. L’urea si scompone in ammoniaca, che naturalmente profuma di… ammoniaca.

Ma se si usa urina fresca, i batteri non hanno tempo di lavorare, quindi viene rilasciata pochissima ammoniaca.

Non mettere via i vasetti per la pipì. Usateli invece immediatamente o applicateli direttamente.


Consiglio 2: Diluire e non inquinare

L’urea è un fertilizzante molto potente. Deve quindi essere diluito. L’urea nelle urine è già diluita al 95%, ma deve essere diluita fino ad un totale del 900% per poter essere utilizzata in modo sicuro come fertilizzante naturale.

Fondamentalmente, questo significa che è necessario aggiungere circa 8 volte più acqua di quella già presente nell’urea prima di utilizzarla nel vostro giardino. Se avete una tazza di urina, aggiungete un gallone d’acqua. Questo è all’incirca lo stesso rapporto che si usa per il compostaggio passivo del tè.


Suggerimento #3: Mantenere semplice

Ho una bottiglia di panna acida da 32 once che tengo fuori dalla porta sul retro. Quando ho bisogno di entrare, esco dalla porta sul retro e uso il contenitore. Non metto il coperchio sul contenitore per non sentire l’odore.

Quando è pieno, porto il contenitore in giardino, ne verso la metà in un annaffiatoio da 2,3 galloni che è quasi pieno d’acqua. Lo mescolo delicatamente con un bastone. Poi innaffio le mie piante.

Lo uso per pomodori, cavoli, peperoni, mais, okra e quasi tutte le piante con cui posso innaffiare facilmente l’apparato radicale delle mie piante.


Suggerimento 4: Non applicare alla pianta commestibile.
Parti

Personalmente, non uso l’urina per…
La lattuga o qualsiasi cosa venga a tagliare le verdure. Le pianto fittamente per mantenere
erbacce. Quindi, per come pianturo, non posso annaffiare le radici delle erbacce.
le piante senza colpire le foglie della pianta.

Non lo uso anche su parti di ortaggi a radice come barbabietole, rape e ravanelli. Quando queste radici di stoccaggio iniziano a formarsi, smetto di annaffiare con urina diluita. In ogni caso, normalmente non hanno bisogno di azoto extra in quel momento.

Non sono molto preoccupato per la sicurezza e nemmeno per il gusto. Ma so che c’è un fattore disgustoso, soprattutto se si serve ciò che si coltiva agli altri. Così mi tengo lontano dalle parti commestibili per il conforto mentale di tutti.


Consiglio 5: Applicazioni dirette

Ci sono anche momenti in cui l’urina può essere applicata direttamente senza diluizione. Per esempio, lo faccio con le mie piante perenni consolidate. Mi accovaccio e urino verso il perimetro esterno della zona radicale della pianta.

Tutte le nostre piante sono pacciame. Di conseguenza, l’urina viene sparsa nel pacciame un po’ prima che inizi a fluire nel terreno. Credo che questo elimini il rischio di bruciare l’azoto perché lo faccio regolarmente e le mie piante sembrano apprezzarlo.

Il mio tour di alberi, cespugli di frutta ed erbe che visito a rotazione. Le mie visite sono intervallate da 3 a 4 giorni di distanza l’una dall’altra, in modo che nessun impianto sia sovraccarico. Onestamente, è così efficace che per le mie piante fertilizzate con la pipì, faccio poco altro per aggiungere fertilità che l’applicazione occasionale di pacciame per evitare che il terreno si spogli.


Suggerimento 6: Compostaggio

Se siete ancora preoccupati di usare l’urina nel vostro giardino, fate del concime. L’urina è un ottimo attivatore per un ammasso di concime stagnante. Potete anche diluirlo come descritto sopra e utilizzarlo per innaffiare il mucchio.

Il processo di compostaggio e di invecchiamento ridurrà al minimo il rischio di agenti patogeni. La maggior parte dell’azoto sarà convertita in ammoniaca e persa nell’aria. Ma gli oligoelementi minerali rimarranno nel vostro mucchio. Così almeno non tutte le cose buone nelle vostre urine andranno sprecate.


Conclusione sull’uso dell’urina in giardino

Giardino domestico alimentato con urina

So che è un po’ tabù parlare di urina in pubblico. Ma la realtà è che, non avendo queste conversazioni, alcuni di noi stanno mandando alla spazzatura cose veramente benefiche. Quindi dobbiamo spendere più tempo e denaro per creare forme più complesse di fertilità per far crescere il nostro cibo.

Sì, ci sono potenziali rischi associati all’uso dell’urina in giardino. In realtà, però, tutta la nostra vita è piena di rischi. Mi chiedo sempre se prenderò un raffreddore ogni volta che spingo un carrello della spesa o apro una porta in pubblico in inverno. Ho paura di prendere il norovirus ogni volta che mangio nei ristoranti.

Ma non mi dispiace usare la mia urina in giardino. Conosco la qualità della mia urina. Sono consapevole di come lo uso. Questo mi fa risparmiare soldi e tempo e mi aiuta a diventare più indipendente.

Allora, cosa ne pensi? L’urina è un eccellente fertilizzante gratuito? O lo risparmiate per le vostre avventure di sopravvivenza nella giungla di Bear Grylls?

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.