Suggerimenti

Piante che necessitano di poca acqua

È comune avere piante come decorazione nei nostri giardini e nelle nostre case. Tuttavia, soddisfare le esigenze delle piante, come la loro cura, irrigazione e fornitura di fertilizzanti e sostanze nutritive, a volte può diventare un compito gravoso per il quale abbiamo poco tempo.

Un modo per affrontare questa situazione è coltivare o piantare quelle specie che richiedono poche cure. In EcologíaVerde ti invitiamo a conoscere alcune delle piante che hanno bisogno di poca acqua e di cure minime.

Perché alcune piante hanno bisogno di meno acqua di altre?

Le piante che necessitano di poca acqua sono dette xerofile, essendo in grado di resistere a lunghi periodi di siccità. Questo fatto è dovuto principalmente all’adattamento della specie ad habitat aridi e poco piovosi, poiché, mentre alcuni vivono e si sviluppano in climi umidi e caldi che ne favoriscono la crescita, altri affrontano climi più secchi e ostili, essendo necessario lo sviluppo di adattamenti fisiologici ad esempio:

  • Forme arrotondate: riducendone la superficie, il contatto con il vento è minore per cui diminuisce anche la perdita d’acqua associata alla sudorazione.
  • Foglie piccole e appuntite: come nel caso precedente, riducendo la superficie delle sue foglie, diminuisce la perdita di acqua. In alcuni casi, queste possono avere la forma di spine, avendo poi un’altra funzione, come quella di proteggere la pianta da altri individui.
  • Tessuti carnosi: questi tessuti consentono loro di immagazzinare acqua per poterla utilizzare nei periodi di siccità, in modo che, nei periodi di maggiore precipitazione o umidità, le piante assorbano quanta più acqua possibile, gonfiandola e immagazzinandola nei loro tessuti.
  • Stomi adattati: quando parliamo di stomi ci riferiamo ai pori situati nelle foglie e negli steli delle piante attraverso i quali catturano CO₂ dall’ambiente e traspirano, perdendo acqua dalla pianta. Per questa perdita, le piante xerofite adattano i loro stomi ricoprendoli con uno strato di cera, riducendone le dimensioni e il numero o aprendoli quando le temperature diminuiscono.

Nomi di piante che necessitano di poca acqua

C’è una grande varietà di piante che hanno bisogno di poca acqua. Successivamente, presentiamo alcuni dei generi a cui appartengono queste specie.

Echeveria

Esistono circa 400 specie di questo genere, che è caratterizzato da foglie appiattite e carnose disposte a rosetta, di colore variabile a seconda della specie in questione, rosse, grigie, verdi, lilla, ecc. Questo genere può essere utilizzato come pianta da interno o da esterno, il suo unico requisito è avere molta luce, anche se di solito è tollerante all’ombra e alle basse temperature senza bisogno di poca acqua, è sufficiente annaffiarlo una volta alla settimana. Alcune specie di questo genere sono Echevaria polishis, Echevaria brown sugar ed Echevaria imbricata.

sedum

Questo genere comprende circa 400 specie di foglie carnose, piatte o cilindriche che possono essere trovate a forma di rosetta o verticalmente opposte. È una pianta molto utilizzata come elemento decorativo per la bellezza dei suoi fiori a forma di stella. Richiede molta luce e aria per il suo mantenimento e necessita solo di acqua nei mesi più caldi, quindi può rimanere per circa 5 mesi (da novembre a marzo) senz’acqua. Le specie di questo genere sono Sedum adolphii, Sedum anglicum e Sedum clavatum.

cactus

Meglio conosciuto come cactus, è uno dei generi più popolari tra quelle piante che richiedono poca irrigazione, con circa 200 generi e 2.500 specie. In genere mancano di foglie, essendo lo stelo stesso quello che svolge la fotosintesi. Hanno spine come forma di protezione e fiori vistosi. Come il resto delle piante xerofite, hanno bisogno di luce solare (anche se alcune specie non possono riceverla direttamente) e poca acqua. Si consiglia di annaffiarli ogni 10 giorni nei mesi più caldi e ogni 20-40 giorni in quelli più freddi. Alcune specie apprezzate sono Astriphytum asteria, Coryphantha reduncispina ed Echinocactus grusonii.

In questo altro articolo di EcologíaVerde ti mostriamo qual è la cura di base dei cactus.

agavi

Esistono circa 300 specie appartenenti a questo genere che mantengono caratteristiche comuni e aspetto simile. Ha foglie allungate, appuntite alle estremità e disposte a forma di rosetta. Ha bisogno di luce solare e la sua temperatura ottimale oscilla tra i 20 e i 30°C. Per quanto riguarda l’irrigazione, necessita di acqua durante i mesi più caldi, essendo praticamente superflua in inverno. Le specie di questo genere sono Agave americana, Agave attenuata e Agave desmettiana.

Vantaggi delle piante che necessitano di poca acqua

Le piante che richiedono poca acqua hanno diversi vantaggi, come il risparmio di tempo investito nelle loro cure e attenzioni e il risparmio dell’acqua stessa, poiché difficilmente hanno bisogno di essere annaffiate. Inoltre, la mancanza di irrigazione non pregiudica le loro caratteristiche o il loro aspetto, quindi queste specie continueranno a svolgere la loro funzione decorativa e porteranno la loro caratteristica bellezza e aroma nelle nostre case e giardini.

Da segnalare, infine, che l’utilizzo di questo tipo di piante consente di realizzare giardini con una grande varietà di specie e di singolare bellezza in zone aride e aride, altrimenti disabitate e senza alcun interesse paesaggistico.

Qui puoi vedere un video su queste piante che hanno bisogno di poca acqua, così puoi conoscerle ancora meglio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Piante che necessitano di poca acqua, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.