Suggerimenti

Irrigazione a manta: [Concetto, vantaggi, svantaggi e colture]

L’irrigazione a tappeto è una delle più antiche forme di irrigazione delle colture al mondo. In alcuni casi può essere conosciuto come irrigazione superficiale o irrigazione a piena.

Per lavorarci, l’idea è che il terreno abbia una superficie piana per evitare ristagni perché l’acqua deve essere applicata in grandi quantità.

Questo tema ha un sacco di tessuto da tagliare ed è esattamente ciò su cui lavoreremo qui, quindi prendi carta e matita e scrivi ciò di cui hai bisogno. Abbiamo iniziato ora.

Che cos’è l’irrigazione a tappeto?

L’irrigazione a tappeto viene istituita con l’obiettivo di portare l’acqua irrigua attraverso l’intero terreno utilizzando come premessa il filtraggio della terra stessa.

In generale, l’acqua si diffonde su un terreno pianeggiante con una certa pendenza in modo che circoli grazie alla forza di gravità.

Poiché l’acqua copre le estensioni della terra, penetra nella terra, il che riduce la quantità di acqua che si ha dall’inizio alla fine del ciclo di un certo livello.

Ci sono alcuni tipi di colture in cui l’irrigazione a tappeto è l’unica opzione per farle fruttificare, ad esempio il riso . Sebbene sia ancora utilizzata in molte parti del mondo, l’irrigazione a tappeto viene soppiantata da metodi di irrigazione più efficienti.

Tale efficienza è orientata sia al corretto utilizzo dell’acqua sia alla capacità di offrire ad ogni tipo di coltura la quantità di liquido di cui necessita.

Quali sono i vantaggi dell’irrigazione a pioggia?

L’irrigazione a tappeto ha molti vantaggi che le hanno permesso di rimanere una delle più utilizzate per anni fino ad oggi. Tra questi vantaggi abbiamo:

  1. È un metodo ideale per grandi aree di terreno perché consente una rapida distribuzione dell’acqua.
  2. Non richiede l’uso di strutture complicate , quindi l’investimento iniziale è davvero basso.
  3. È quasi impossibile che sorgano problemi dovuti a carenze irrigue .
  4. Poiché non tocca le parti aeree della pianta , come foglie, fiori e frutti, c’è poco rischio di malattie che li causano a causa dell’elevata umidità.

Quali sono gli svantaggi dell’irrigazione a pioggia?

L’irrigazione a tappeto è un sistema che sta gradualmente diventando obsoleto per vari motivi. Il principale è che l’acqua viene sprecata molto ed è per questo che si stanno stabilendo nuove proposte per migliorare gli spazi in cui viene utilizzata.

Ecco i principali inconvenienti che l’irrigazione a tappeto comporta:

  1. L’uso dell’acqua non è il più efficiente che esista , quindi molti litri possono essere persi in ogni applicazione.
  2. Su terreni che non hanno un buon sistema di drenaggio, può causare pozzanghere che diventano dannose per quasi tutte le specie vegetali.
  3. Deve proiettare molto bene i punti in cui verranno stabiliti gli argini in modo che tutte le aree ricevano la giusta quantità di acqua alle tue esigenze.
  4. È possibile perdere parte dei livelli di nutrienti del terreno a causa della quantità di acqua che viene filtrata in ogni porzione.
  5. Non è facile da programmare in modo che abbia un funzionamento quasi autonomo come è possibile instaurare in altri sistemi di irrigazione.

Quali colture beneficiano dell’irrigazione a tappeto?

La coltura principale che accoglie l’irrigazione a tappeto è il riso , poiché per prosperare ha bisogno che la base della pianta sia a diretto contatto con l’acqua. Ciò non significa, ovviamente, che l’intero impianto debba essere immerso nell’acqua, motivo per cui il sistema di copertura è il più utilizzato.

Per avviarlo, gli agricoltori stabiliscono una serie di piccole dighe lungo l’intera estensione del terreno, che rilasciano l’acqua in determinati momenti. Altri tipi di colture che possono beneficiare di questo tipo di irrigazione sono l’erba, l’erba medica e alcuni cereali.

L’irrigazione a tappeto continua ad essere implementata in molte colture per ragioni diverse. Uno di questi è che le modifiche a sistemi più efficienti non sono state apportate a causa della mancanza di informazioni o di interesse. Bisogna però tenere presente che la cosa più importante oggi è fare un uso proficuo delle risorse, dove l’acqua è al primo posto.

Pertanto, l’irrigazione a tappeto non è la più efficiente in questo senso, quindi vale la pena lasciarla per le colture che ne hanno bisogno, come il riso, e soppiantare il resto. Alla fine, l’importante è garantire che ogni tipo di coltura riceva le migliori cure affinché le colture siano nelle migliori condizioni.

Fonti e riferimenti bibliografici

  • https://digital.csic.es/bitstream/10261/124690/1/Pardo_riego_prado_siega_SEEP1993.pdf
  • https://riunet.upv.es/bitstream/handle/10251/10752/CASANOVES%20-%20Estudio%20del%20efecto%20del%20riego%20por%20goteo%20en%20un%20campo%20de%20naranjos%20variety%20navelina % 20comp… .pdf? Sequenza = 3
  • https://dialnet.unirioja.es/descarga/articulo/905368.pdf
  • http://ciarea.cita-aragon.es/ciarea/bitstream/10532/866/1/10532-105_1.pdf

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.