Suggerimenti

Piantare meloni non è mai stato così facile se segui questi [12 semplici passaggi]

Sapevi che i meloni Yubari King sono i meloni più costosi al mondo. Sono conosciuti per un particolare sapore dolce e crescono solo in una piccola regione del Giappone .

Il suo prezzo, più di 15.000€!

Personalmente amo i meloni. E senza dubbio c’è un’enorme differenza tra mangiare un melone del supermercato e mangiare un melone del proprio orto e il biologico.

Il gusto è solitamente spettacolare.

Seminare i meloni passo dopo passo:
  • Quando? Tra aprile e maggio.
  • Dove? Zona con molto sole. Richiede molta luce solare.
  • Tempo di raccolta? Circa 2-3 mesi.
  • Come prepariamo il terreno? Rimosso con motozappa. Lascialo scolare facilmente. Un pH tra 6-7.
  • Come paghiamo? Composto ideale di materia organica decomposta. Humus di verme e letame .
  • Come innaffiamo? Con gocciolamento.
  • Quanto spesso annaffiamo? All’inizio ogni 2-3 giorni, circa 40 minuti. Quando la pianta acquista forza, annaffiamo ogni giorno per circa 30 minuti. Poi, quando il frutto matura ogni 4 giorni per circa 30 minuti.
  • Come seminiamo? Il seme seppellito 2 cm. Lasciamo uno spazio tra i semi di 30 cm. Nel caso si tratti di una pianta, lasciamo uno spazio tra ogni pianta di circa 50 cm.
  • Come raccogliamo?  Possiamo colpirli con il dito, dandogli un colpo secco. Se il melone suona vuoto, è già maturo.
  • Buone associazioni?  mais,  bietola cipolla , origano , girasoli, lenticchie , lattuga , cavolo e arachidi.
  • Associazioni sbagliate?  I cetrioli.
  • Piaghe e malattie? Afidi , ragnetti rossi , mosche bianche , tripidi, oidio e peronospora.

E l alto valore nutritivo del melone lo rende un frutto che dovrebbe essere presente nella dieta. È un tipo di verdura da frutto.

È ricco di vitamine A, B, C ed E e contiene vari minerali come magnesio, fosforo , calcio e ferro , tra gli altri. Inoltre, il suo contenuto di grassi è praticamente nullo.

Attualmente sul mercato possiamo trovare meloni di tutti i tipi : pelle di rospo, ogen, galia, melone, melata , ecc.

Ognuno con caratteristiche diverse , ma tutti con due fattori in comune : s u dolcezza e freschezza , che rendono la frutta ideale per il consumo in qualsiasi momento della giornata.

Piantare meloni è facile se seguiamo determinate indicazioni e richiede meno cure di quanto la gente di solito creda.

In questo articolo ti diamo i migliori consigli per coltivare i meloni nel tuo giardino.

Caratteristiche principali del melone

Il melone, o Cucumis melo , è una pianta erbacea  e un ortaggio da frutto (come l’ anguria ). Cresce in estate e ha un alto contenuto di acqua.

La sua pianta ha foglie palmate , cioè il suo aspetto è simile a quello di una mano , mentre la bacca o il frutto ha una forma che varia da sferica a ellissoidale .

In alcuni casi, come nei cosiddetti meloni banana , sono presenti delle increspature che li fanno sembrare una zucca .

Le sue dimensioni dipendono dalla varietà e dalle condizioni di crescita.

Possiamo quindi trovare meloni piccoli che pesano intorno ai 400 g e altri molto grandi che possono pesare 20 kg o più, sebbene nelle varietà più comuni il peso medio oscilli tra 500 g e 5 kg.

 La sua origine è avvolta nel mistero : alcuni esperti ritengono che sia originario dell’Asia meridionale, mentre altri ne attribuiscono l’origine al continente africano ; esistono infatti rappresentazioni di questo frutto in tombe egizie di 4.400 anni fa.

Furono i romani, attraverso il porto di Cartago Nova , a introdurlo nella penisola iberica , essendo proprio nel Campo de Cartagena dove si trovano le più grandi piantagioni di meloni dell’intera regione di Murcia.

Esistono diverse varietà di melone , a seconda delle sue caratteristiche.

Lo sapevate…
La polpa del melone cinese è solitamente di colore verde, ma esiste anche una varietà arancione, nota come “melone da tentazione”.

Il suo colore può essere giallo, verde o combinato , e la sua forma può essere rotonda o allungata . Allo stesso modo, la sua polpa può essere di diversi colori.

Ogni varietà, quindi, si differenzia per aspetto, proprietà e modalità di coltivazione. I tipi più ampiamente coltivati ​​sono il melone giallo, il melone, il tendral, la pelle di rospo, il Rochet, la melata e la galia , ma c’è una grande diversità di meloni in tutto il mondo.

melone giallo

All’interno di questo gruppo ci sono due tipi : giallo canarino (più ovale) e giallo dorato (più allungato).

La buccia del frutto è liscia e di colore giallo , senza scritte. La sua polpa è bianca, croccante e dolce . Il suo ciclo di coltivazione dura generalmente dai 90 ai 115 giorni.

melone verde spagnolo

All’interno di questo gruppo ci sono tre tipi:

  • Pelle di rospo. Sono allungate, con un peso medio compreso tra 1,5 e 2,5 kg. La sua polpa è di colore bianco pallido, compatta, croccante e molto dolce. La corteccia è sottile, verde, con macchie scure. Il suo ciclo di coltivazione è di 100 giorni.
  • Rochet. Sono allungate, con un peso medio compreso tra 1,5 e 2 kg. La loro pelle è verde e liscia, con qualche scritta, soprattutto alle estremità. La sua polpa è bianco pallido, compatta, troppo dolce. Il suo ciclo di coltivazione è di 100 giorni.
  • Tendrale. È una varietà originaria del sud-est spagnolo, conosciuta anche come melone invernale . Sono meloni abbastanza pesanti fino a 3 kg. Hanno una corteccia ruvida, verde scuro, molto spessa e resistente . È uniforme, tondeggiante, ma senza scritte. La polpa è bianca, soda, dolce e non odorosa, e ricorda il sapore del cetriolo quando non è ancora maturo. Il suo ciclo di coltivazione è di 120 giorni.
Lo sapevate…
I musulmani hanno un proverbio per descrivere i suoi numerosi benefici: chi sazia lo stomaco con i meloni sarà riempito di luce.

Melone verde

Questa varietà ha una buccia granulosa , verde-giallastra e polpa arancione .

È adatto a climi secchi e caldi . La sua polpa è molto succosa, zuccherina e croccante. Di solito pesano tra 2 e 3 chili.

Sono coltivati ​​a Murcia, Cartagena, Valencia e Cuenca.

Fuori stagione vengono importati da dicembre a marzo da Costa Rica e Brasile.

Melone Galia

È un ibrido proveniente da Israele.

La sua forma è sferica, di colore verde che vira al giallo intenso a maturazione. Presenta un atto denso.

La sua polpa è bianca, leggermente verde e poco consistente. Pesa tra 800 g e 1,5 kg. Il suo ciclo di coltivazione è compreso tra 80 e 100 giorni.

Melone o melone cantalupo

Sono frutti sferici e leggermente appiattiti .

La sua buccia è gialla , sottile e presenta striature longitudinali che vanno dalla base del frutto al peduncolo.

Pesano tra 700 g e 1,5 kg . Il colore della sua polpa è arancione , molto simile alla zucca e ha un profumo molto caratteristico.

Esistono varietà con buccia liscia (come Charentais) e varietà con buccia scritta (Supermercato italiano).

Il suo ciclo di coltivazione è compreso tra 85 e 95 giorni. Il principale paese produttore è la Francia, anche se in Spagna viene coltivato anche ad Almería e Murcia.

Per saperne di più, leggi: Varietà di melone .

Di cosa abbiamo bisogno per coltivare il melone?

Per seminare il melone dobbiamo prestare attenzione a quanto segue:

Nutrienti

I meloni non sono molto esigenti in termini di nutrienti , anche se si consiglia di mettere un po’ di materia organica fatta in casa come compost maturo e ben decomposto in ogni buca in cui vengono seminati o trapiantati i semi .

Trucco:
Applicare compost, vermi fusi o materia organica come letame in grandi quantità un mese prima della coltivazione.

Spargere alcuni chicchi di caffè attorno al sistema radicale può essere un modo efficace per stimolare lo sviluppo delle piante.

Il substrato

  • La pianta del melone non è molto esigente in fatto di substrato , ma dà risultati migliori in terreni ricchi di sostanza organica , profondi, soffici, ben drenati e con buona aerazione.
  • Cercheremo di piantare in zone soleggiate e in terreni morbidi e ben fertilizzati
  • Se la semina avviene in semenzaio, dovrebbe essere in vasi o grandi contenitori per facilitare il trapianto senza danneggiare le radici.
  • Per la semina nel terreno, il terreno viene mescolato con compost molto decomposto.

Distribuiscilo uniformemente sul letto di semina per creare una ricca zona di alimentazione per il melone.

  • Per questo, il più adatto è da 15 a 20 cm di terreno ben lavorato.
  • Ricorda che i meloni sono esigenti in termini di drenaggio , poiché le pozzanghere possono causare asfissia radicale e marciume nei frutti.
  • Se il tuo giardino tende ad allagarsi , devi fare tutto il possibile per ripararlo.
  • Puoi creare pendenze in modo che l’acqua scorra da un lato e installare grondaie per facilitare la raccolta dell’acqua.
  • Un’altra tecnica efficace è creare cumuli di terra e piantare meloni sopra di essi, in modo che sul fondo delle piante si accumuli meno acqua.
  • Quando pianti i meloni, aggiungi una buona quantità di pacciame , compost , torba o letame per gonfiare il terreno e aerarlo.

Se aggiungi anche sabbia di fiume e la mescoli bene con la terra, il risultato sarà favorevole.

Punti importanti:
  • In casi estremi, è meglio installare una rete di tubi di drenaggio.
  • Tieni presente che se l’irrigazione è eccessiva o molto scarsa , si può perdere fino al 50% della produzione.
  • Il melone è molto sensibile alle carenze, sia di microelementi che di macroelementi.
  • Si consiglia di assicurarsi di misurare il pH del terreno e regolare la necessità se necessario.
  • I valori di  Il pH ottimale varia tra 6 e 7. 
Lo sapevate…
In Spagna ci sono più di 42.000 ettari dedicati alla coltivazione del melone!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *