Suggerimenti

Irrigazione con fichi: [Necessità, frequenza e procedura]

I fichi sono piante dalle ottime caratteristiche da avere nel giardino di casa perché sono di bassa altezza e offrono frutti squisiti.

L’annaffiatura dei fichi è una questione di cura quando si vuole che siano nel loro massimo splendore e capacità produttiva.

Non c’è molto mistero in questo argomento perché, in generale, è molto facile applicarlo bene. Devi solo avere tutti i consigli pronti e quelli sono solo quelli che ti lasciamo qui

Hai il coraggio di recensirli?

Punti importanti quando si innaffiano i fichi:
  • Frequenza delle irrigazioni: in inverno le irrigazioni possono essere stabilite in ragione di una mensilità. In estate possono essere localizzati 1 alla settimana oppure ogni quindici giorni a seconda delle condizioni di siccità dell’ambiente.
  • Metodo di irrigazione: a goccia o microirrigatori.
  • Momento ottimale della giornata per l’irrigazione: al mattino o al pomeriggio, quando il sole tramonta.
  • Individua l’acqua in eccesso: foglie che cadono, verdi o gialle . Frutti che cadono senza svilupparsi.
  • Individua la mancanza d’acqua: foglie nuove che ingialliscono e cadono, poi accadrà anche con le foglie più vecchie. Affetto dei frutti.

Che esigenze di irrigazione hanno gli alberi di fico?

I fichi sono alberi classificati come quelli che resistono meglio ai periodi di siccità , per i quali il loro fabbisogno di irrigazione non è molto elevato. Il periodo principale in cui la domanda tende ad aumentare un po’ è il periodo di formazione dei frutti che coincide con l’estate.

Nelle altre stagioni è normale applicare una certa quantità d’acqua ma in quantità molto ridotta in modo da ricevere solo ciò di cui si ha bisogno.

Come possiamo rilevare la mancanza di irrigazione negli alberi di fico?

Se non disponi di un sistema di irrigazione ottimizzato per gli alberi di fico, è probabile che le loro foglie inizino a ingiallire.

Questa condizione si applica prima ai fogli più recenti e poi occupa i più vecchi.

Tuttavia, la cosa più preoccupante è che anche queste foglie finiscono per cadere, il che fa sembrare il fico impotente e senza vita.

D’altra parte, lo stress idrico può avere un impatto negativo sulla produzione di frutta, causando secchezza nella polpa . Quando regolerai la quantità di acqua che riceve e che è benefica per lei, sicuramente inizierà a migliorare rapidamente.

Ogni quanto bisogna innaffiare i fichi?

La frequenza di irrigazione dei fichi deve essere stabilita con molta cura perché la siccità è migliore dell’acqua in eccesso. Per questo motivo si consiglia di effettuare irrigazioni una volta alla settimana durante l’estate se il clima è eccessivamente secco o una volta ogni 15 giorni se c’è più umidità.

In inverno la necessità di annaffiature è praticamente inesistente , ed è possibile applicare un’annaffiatura mensile nel caso si noti che il terreno è molto secco. Nei periodi in cui ci sono le piogge è meglio sopprimere le irrigazioni nella loro interezza fino a quando non saranno nuovamente indispensabili.

Qual è il modo migliore per innaffiare gli alberi di fico?

Gli alberi di fico accettano due metodi di irrigazione con i quali funzionano bene : a goccia e microirrigatori. Il metodo a goccia è ideale per piantagioni con un numero ridotto di esemplari perché aiuta a distribuire l’acqua poiché cade esattamente dove dovrebbe.

Inoltre, poiché viene effettuato in piccole quantità alla volta, il rischio che i fichi soffrano di un eccesso di acqua diminuisce notevolmente. Nel caso dei microirrigatori, sono consigliati per grandi piantagioni di fichi.

Grazie al loro funzionamento, consentono di raggiungere facilmente una vasta area di terreno e quindi di utilizzare l’acqua in modo più efficiente. Il sistema di irrigazione a micro-irrigatore simula ciò che le piante vivono quando piove naturalmente, ma devi assicurarti che il flusso d’acqua sia basso.

Altrimenti, è probabile che gli alberi di fico vengano irrigati più di quanto dovrebbero.

Come rileviamo l’acqua in eccesso negli alberi di fico?

Tra annaffiature eccessive e siccità, i fichi possono sopportare meglio le poche annaffiature, quindi bisogna fare attenzione a non bagnare in modo incontrollato. I sintomi si manifestano nelle foglie che inizieranno a cadere, a volte verdi, altre volte gialle.

Se la pianta è in pieno processo produttivo, i frutti possono anche cadere senza nemmeno essersi sviluppati, quindi ci sarebbe una perdita del raccolto. Alla fine, si genererà il soffocamento delle radici che porterà alla morte della pianta.

La questione dell’irrigazione dei fichi è importante per lavorare secondo le linee guida consigliate in modo che non soffrano e ti diano una grande produzione. In generale, non si tratta di diventare esperti o di fare calcoli impossibili, ma piuttosto di portare avanti il ​​compito con buon senso adattandosi ai segnali che l’impianto genera.

Fonti e riferimenti bibliografici

  • http://dspace.cibnor.mx:8080/bitstream/handle/123456789/1738/lucero_g%20TESIS.pdf?sequence=1&isAllowed=y
  • http://www.sidalc.net/cgi-bin/wxis.exe/?IsisScript=BIBACL.xis&method=post&formato=2&cantidad=1&expresion=mfn=032210
  • https://biblioteca.inia.cl/bitstream/handle/123456789/7044/NR32270.pdf?sequence=1&isAllowed=y
  • https://dialnet.unirioja.es/servlet/articulo?codigo=7366955
  • https://dialnet.unirioja.es/servlet/articulo?codigo=6512472
Forse ti interessano anche:
  • 8 tipi e varietà di alberi di fico più famosi
  • Potare gli alberi di fico: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.