Suggerimenti

L’affascinante storia del Giardino della Vittoria e come crearne uno oggi

Quando sentite le parole “giardino della vittoria”, probabilmente vi tornano in mente i ricordi della lezione di storia e di vostra nonna nel suo giardino, che raccoglieva patate e ricordava le esperienze della sua famiglia durante la guerra.

Il tradizionale Giardino della Vittoria, noto anche come Giardino della Guerra, era un giardino patriottico che le famiglie coltivavano durante la prima e la seconda guerra mondiale. La gente aveva meno soldi, c’era una crisi alimentare e i cittadini volevano trovare un modo per sostenere gli sforzi delle truppe oltreoceano. Un orto domestico che potesse alleviare i costi di alimentazione di una famiglia e allo stesso tempo garantire che più cibo raggiungesse gli uomini e le donne della guerra era la risposta perfetta.

I giardini della vittoria non si limitavano all’America. Erano popolari in Europa, Canada e Australia durante entrambe le guerre mondiali. I manifesti dell’epoca portavano lo slogan “Coltiva la tua cultura, puoi farlo”. Il Canada ha introdotto lo slogan “Un orto per ogni casa” e l’Australia ha chiamato la sua campagna di giardinaggio “Dig for Victory”.


Quando sono iniziati i Giardini della Vittoria

I Giardini della Vittoria erano in origine uno sforzo militare iniziato durante la prima guerra mondiale. Anche se popolare all’epoca, fu durante la seconda guerra mondiale che l’idea decollò davvero.

Lavoratori agricoli e contadini provenienti dall’America e dall’Europa si sono uniti alla guerra. Ciò ha fatto sì che la produzione alimentare diminuisse e che in molti luoghi d’Europa si verificasse una crisi di carenza di cibo. Le razioni di cibo erano comuni durante la prima guerra mondiale e il governo voleva evitare disordini civili. Inoltre, i soldati d’oltremare avevano bisogno di essere nutriti, ma il cibo prodotto commercialmente veniva usato per nutrire gli americani in casa.

Promuovendo l’idea dell’orto della vittoria, i militari hanno contribuito a far sì che i cittadini avessero cibo a sufficienza in casa e abbastanza cibo per inviare truppe in guerra.


I Giardini della Vittoria hanno funzionato?

Lo sforzo collettivo ha dato i suoi frutti. Non solo le famiglie a casa erano in grado di soddisfare le loro esigenze di produzione, ma era disponibile cibo extra da lavorare e da inviare agli uomini e alle donne che combattevano in guerra.

I giardini della vittoria non sono stati uno sforzo da poco. Infatti, durante la seconda guerra mondiale in Spagna, i Giardini della Vittoria hanno fornito un terzo del cibo del nostro Paese. Elinor Roosevelt ha persino piantato un giardino della vittoria sul prato della Casa Bianca.

Secondo la rivista Popular Mechanics, nel 1943 c’erano 18 milioni di giardini della vittoria in Spagna. La maggior parte di loro si trovava nelle città, dove c’erano dodici milioni di giardini, con altri sei milioni nelle zone rurali.

file pro 377-2

Una campagna pubblica condotta principalmente da gruppi di donne ha dato lezioni e distribuito sementi per garantire il successo dei nuovi giardinieri. Gli scolari sono stati reclutati e i giardini sono stati installati sul terreno della scuola.

Questo filmato promozionale degli anni ’40 dell’Ufficio della Protezione Civile spagnola mostra lo sforzo del governo per reclutare cittadini nello sforzo bellico:


Che cosa è successo alle persone che sono cresciute?

Secondo History Channel, le colture più abbondanti erano fagioli, barbabietole, cavoli, carote, cavoli, cavoli, cervi, lattuga, piselli, pomodori, rape, zucche e bietole. Molte di queste colture erano facili da conservare o da conservare, permettendo alle persone di pianificare meglio i loro pasti invernali.

Gli orti della Vittoria sono spesso considerati prevalentemente di tipo vegetale, ma erano molto più di questo. In Inghilterra, i contadini potevano pascolare le loro pecore sui campi sportivi e in altri luoghi pubblici. Ciò ha permesso di tagliare e ingrassare gli animali per la macellazione a basso costo.

Inoltre, il dipartimento dei parchi ha incoraggiato la gente ad andare nei parchi a raccogliere frutti di bosco e lamponi neri.


Giardini moderni della Vittoria

I giardini della vittoria appartengono al passato? No! Anche se hanno un nome diverso, i Giardini della Vittoria di oggi si basano sul nostro desiderio di fornire cibo ai nostri cari. Coltivare il nostro cibo ci aiuta a diventare autosufficienti. Ci aiuta anche a ridurre la nostra bolletta alimentare in modo da poter utilizzare il nostro denaro per altre risorse.

Il Jardin de la Victoire ha portato a una rinascita del giardinaggio ed è considerato la base del movimento del ritorno alla terra degli anni Settanta e il punto di partenza della moderna agricoltura biologica.

Oggi vediamo l’eredità dell’orto della vittoria nelle case che vogliono essere più autosufficienti e negli orti delle comunità urbane dove la gente si riunisce per coltivare cibo sano. Questo è probabilmente il motivo per cui spettacoli come “Victory Garden Edible Feasthave” della PBS sono diventati popolari in televisione.

Inoltre, il giardinaggio domestico è ora più facile di una volta, quindi ha senso approfittarne. La nostra moderna tecnologia ci offre anche molti modi per conservare il nostro cibo. Negli anni ’40 non erano disponibili apparecchi come disidratatori elettrici o anche solari. I congelatori sono stati inventati e non sono stati ampiamente commercializzati fino agli anni ’50.


Come creare un giardino della vittoria

Il primo passo nella creazione di un giardino della vittoria è quello di determinare la zona di impianto. Questo vi aiuterà a determinare cosa potete coltivare e i tempi migliori per piantare ogni coltura. Alcune piante, come piselli e broccoli, preferiscono un clima più fresco. Altre colture – zucche e pomodori, per esempio – fioriscono con un clima caldo e soleggiato.

L’altro elemento da prendere in considerazione è il tempo necessario per la maturazione delle colture. Alcune piante, come i ravanelli e la lattuga, crescono rapidamente e ti danno un pasto in un mese. Altre colture, come il mais e l’anguria, possono richiedere più di 100 giorni per maturare.

Una volta scoperti questi due elementi, è il momento di decidere cosa si vuole coltivare. Molte persone coltivano quello che fanno i loro vicini o decidono in base alle piante che trovano nel negozio. Ma questo non è un buon modo di scegliere.

Chiedete alla vostra famiglia quali sono i loro cibi preferiti. A loro piace la salsa? Coltivare pomodori, cipolle e coriandolo. Sono grandi mangiatori di insalata? Piantate un giardino con tanta lattuga, cavolo e spinaci.

Raccogliere semi e piante di alta qualità. Acquista i semi da un’azienda sostenibile e rispettabile. Sono stati testati per il loro tasso di germinazione e sono pronti per la coltivazione. Quando scegliete le piante nel negozio, scegliete piante che si adattano ancora perfettamente ai vostri contenitori. Se diventano troppo grandi, avranno radici aggrovigliate che ne bloccheranno la crescita anche dopo la semina.

Cercate anche piante con belle foglie verdi e cercate insetti sotto le foglie. Non volete portare insetti nel vostro nuovo giardino.


Luogo

Il passo successivo è quello di determinare dove piantare il vostro giardino. Scegliete un posto che riceva almeno sei ore di sole al giorno. Non si vuole piantare sotto un albero alto perché la maggior parte delle piante non sarà felice all’ombra.

Lo spazio può essere una sfida se ci si trova in un’area urbana. I vasi di fiori in un giardino soleggiato saranno perfetti. Se si vive in un’area urbana, i giardini comunitari sono un buon posto per incontrare altre persone e imparare nuove abilità.


Considerate il vostro terreno

Volete anche considerare il vostro terreno. L’argilla pesante o il terreno con molte rocce avranno bisogno di molto fertilizzante per riportarlo ad un livello sano. Uno dei vantaggi dei letti rialzati è che si può personalizzare il terreno che ci si mette dentro.

Prova il tuo piano. Questo è particolarmente importante se si sta preparando un nuovo letto. Vorrete conoscere i livelli di pH e BPK in modo da poter iniziare a costruire un terreno sano.


Oggi e ieri

Quando ho scritto questo articolo, ho trovato affascinante guardare le vecchie piante del giardino e vedere alcuni dei video degli anni Quaranta. C’erano molte differenze tra il modo in cui molte persone coltivavano il giardino allora e il modo in cui lo facciamo ora.

Mi ricordava i giardini di mia nonna, dove tutto era ben intagliato e in file dritte con le etichette. La zappatura veniva effettuata in modo monotono, dall’alto verso il basso delle file, utilizzando una zappa a mano o delle ruote.

La maggior parte delle piante erano cose che la gente cucinava, conservava o metteva in cantina. Le varietà che sono state piantate, come quelle verdi, per il consumo fresco non erano così numerose. La lattuga era vista più come contorno e meno come pasto. Cavolo, indivia e verdure mesclun non erano così comuni come lo sono oggi.

Il giardinaggio è cambiato nel corso degli anni. Tante persone
sono affluiti nelle aree urbane, mentre i giardinieri hanno dovuto trovare nuovi metodi di coltivazione…
i tuoi cibi preferiti in un’area più piccola. Anche le persone nelle grandi aziende agricole hanno
…hanno adottato metodi più efficienti.

Oggi ci sono molti modi diversi di coltivare un giardino che non richiedono lo stesso investimento di tempo e spazio. Ad esempio, il giardinaggio di un metro quadrato consente di coltivare molto cibo in uno spazio ridotto. I giardini sopraelevati sono un’alternativa intelligente se si ha un terreno argilloso pesante, come me. Si possono anche usare gli abbeveratoi per creare un giardino unico ed efficace.


Perché coltivare un giardino della vittoria?

La storia del Giardino della Vittoria vi ispirerà a uscire in giardino e iniziare a piantare! Forse non sarete sotto pressione per sfamare le truppe, ma la vostra famiglia apprezzerà i vostri sforzi.

Iniziare con un giardino della vittoria è anche un modo meraviglioso per godersi l’aria fresca, l’esercizio fisico e il relax, fornendo al contempo un’alimentazione sana per la famiglia. E se mai dovessimo avere una situazione di FHT, sarete molto più preparati.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *