Suggerimenti

Papavero da spiaggia: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Il papavero da spiaggia è una pianta della famiglia delle Papaveraceae , che è distribuita lungo le coste dell’Europa, del sud-ovest asiatico e dell’Africa nord-orientale. Tuttavia, la sua coltivazione si è diffusa in altri paesi del mondo.

Per il suo caratteristico fiore giallo, questo papavero viene spesso utilizzato come pianta ornamentale nei giardini da spiaggia così come nel ripristino delle zone costiere.

Il papavero da spiaggia contiene alcaloidi. Uno di questi, la glaucina, è usato in medicina per curare la tosse. Tuttavia, può produrre effetti collaterali come sedazione, affaticamento ed effetti allucinogeni.

Attualmente è stato classificato come droga ricreativa. Infatti in alcune parti del mondo la sua coltivazione è vietata.

Punti importanti quando si piantano papaveri da spiaggia:
  • Nome scientifico: Glaucium flavum.
  • Nome comune: papavero da spiaggia, glauciano, papavero marino, papavero pazzo, papavero marino.
  • Altezza : da 10 a 60 centimetri.
  • Necessità di luce: esposizione diretta.
  • Temperatura: Clima temperato (5°C e 20°C).
  • Irrigazione : Bassa e moderata.
  • Fertilizzante: fertilizzante organico, humus .

Quali caratteristiche ha il papavero da spiaggia?

Conosciuto anche come papavero di mare, è una pianta erbacea, non legnosa, caratterizzata dai suoi vistosi fiori gialli . È classificato come perenne ma può vivere da 2 a 5 anni.

Il Glaucium flavum ha fusti ramificati che possono raggiungere dai 30 ai 90 cm. Da queste spuntano foglie basali, carnose, divise, seghettate e lanuginose, di colore verde chiaro.

I fiori sono grandi, solitari, composti da 4 petali obovati, con una macchia arancione alla base. Fioriscono durante la primavera, l’estate e l’ autunno . Il frutto è una capsula di 20-30 cm. Al suo interno contiene numerosi semi neri a forma di rene , che vengono raccolti quando non sono ancora maturi.

Quando seminare il papavero da spiaggia?

Il papavero da spiaggia può essere seminato direttamente all’inizio della primavera o in autunno. È possibile sfruttare le stagioni in cui la disponibilità di acqua nel terreno è elevata, oppure, dopo l’inizio della stagione delle piogge.

Per la coltivazione indoor , si consiglia di iniziare il processo da 10 a 12 settimane prima dell’ultimo gelo, mantenendo i semi a una temperatura compresa tra 0ºC e 5ºC per 3 o 4 settimane.

In genere può essere coltivata a basse temperature nel periodo autunnale e invernale, per interrompere la dormienza del seme con condizioni di freddo e umidità.

Dove piantare il papavero da spiaggia?

Il papavero di mare cresce generalmente nelle zone disturbate delle spiagge, dove sono presenti terreni leggeri e sabbiosi, argillosi e pesanti. Può essere trovato nelle regioni con un’altitudine inferiore a 700 metri sul livello del mare.

Nello specifico questa pianta predilige terreni asciutti o umidi, con rocce, ghiaie e sabbia costiera, con un buon drenaggio.

Per quanto riguarda il pH , può crescere in terreni neutri e moderatamente alcalini, da 6,6 a 7,8. Per le sue caratteristiche si consiglia di coltivarlo in aiuole resistenti alla siccità, in località balneari, in ghiaie informali o giardini selvatici; sempre fuori.

Come preparare il terreno?

Il papavero da spiaggia non ha particolari esigenze sulla preparazione del terreno. Tuttavia, se il terreno è molto povero, prima di piantare, è necessario aggiungere al substrato 3 o 5 centimetri di compost organico. In questo modo il terreno sarà pronto per la coltivazione.

D’altra parte, è molto importante assicurarsi che il drenaggio del terreno sia perfetto, poiché il papavero da spiaggia non supporta il ristagno.

Come innaffiamo il papavero da spiaggia?

L’irrigazione del papavero da spiaggia viene effettuata regolarmente, soprattutto quando si sta appena affermando o durante l’ estate . Può essere annaffiato moderatamente con mezzi meccanici, come irrigatori, o con mezzi manuali. Tuttavia, è importante evitare a tutti i costi l’acqua stagnante.

Ogni quanto annaffiamo il papavero da spiaggia?

Si consiglia di annaffiarlo regolarmente, 2 o 3 volte a settimana durante l’estate e le stagioni calde. Al contrario, l’irrigazione dovrebbe essere ridotta durante l’ inverno e nella stagione delle piogge.

Se è in vaso, si consiglia di annaffiare abbondantemente ogni 4-6 settimane. Questa tecnica consentirà alle radici di rimanere uniformemente umide.

Come seminare un papavero da spiaggia passo dopo passo?

La coltivazione del papavero da spiaggia avviene per mezzo dei semi. Si può propagare per semina diretta o per stratificazione fredda. Tuttavia, quest’ultima procedura non è né essenziale né assolutamente necessaria.

Per stratificazione fredda

  1. Metti i semi in un contenitore con substrato umido, a una temperatura da 0ºC a 15ºC per un periodo di 2 o 3 settimane.
  2. Non appena le piantine saranno abbastanza grandi, portatele nei singoli vasi e lasciatele crescere in serra fino a quando non avranno passato il loro primo inverno .

È importante essere pazienti e non scartare i semi, poiché possono impiegare molto tempo per germogliare.

Semina diretta

  1. Piantare i semi di papavero in un substrato argilloso e sabbioso in pieno sole, a 5 millimetri di profondità. Copriteli con un sottile strato di sabbia. Distanziali di 50 o 60 centimetri l’uno dall’altro.
  2. I semi dovrebbero germogliare entro 6-12 settimane. Se non germogliano, possono essere messi in frigorifero per la stratificazione per un periodo di 4 settimane.
  3. Innaffia frequentemente e moderatamente fino a quando la pianta non si è stabilizzata.

Di che cure ha bisogno il papavero da spiaggia?

Il papavero da spiaggia è una pianta che tollera la siccità, è resistente al gelo, e anche all’esposizione marittima.

Va sempre seminato in luoghi soleggiati in quanto non cresce affatto all’ombra. È importante maneggiarlo con cura a causa della tossicità delle radici .

Il contatto prolungato può causare irritazioni alla pelle, quindi si consiglia di indossare guanti e lavarsi le mani dopo la manipolazione. Il papavero da spiaggia , invece, è sensibile al trapianto , quindi è preferibile seminarlo nel suo posto definitivo fin dall’inizio.

Quali parassiti e malattie colpiscono il papavero da spiaggia?

Il papavero da spiaggia è generalmente privo di parassiti e malattie. Tuttavia, l’eccesso di umidità nel terreno può portare alla putrefazione delle piante .

Riferimenti

  • http://static.malaga.es/malaga/subidas/archivos/7/5/arc_265257_v2.pdf
  • http://www.juntadeandalucia.es/medioambiente/portal_web/feader/publicaciones/plantas_del_mes/albardinal/albardinal_abril_2016.pdf
  • https://www.researchgate.net/publication/290937709_MANUAL_FOR_LA_PROPAGACION_DE_PLANTAS_AUTOCTONAS_MEDITERRANEAS_SELECCIONADAS
  • https://www.selectseeds.com/all-items/horned_poppy_burnt_orange_seeds.aspx
  • https://www.growplants.org/growing/glaucium-flavum
  • https://pfaf.org/user/plant.aspx?LatinName=Glaucium+flavum
  • https://www.rhs.org.uk/Plants/8033/Glaucium-flavum/Dettagli
  • http://www.juntadeandalucia.es/medioambiente/portal_web/feader/publicaciones/plantas_del_mes/albardinal/albardinal_abril_2016.pdf
  • https://repository.unad.edu.co/bitstream/handle/10596/12438/2986803.pdf?sequence=1&isAllowed=y
  • http://users.uoa.gr/~cthanos/Papers/Glaucium.pdf
  • https://es.wikipedia.org/wiki/Glaucium_flavum

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.