Suggerimenti

Parassiti e malattie degli spinaci: [Rilevazione, cause e soluzioni]

Gli spinaci sono tra le colture preferite che si possono avere per far prosperare un giardino perché hanno un ciclo breve e richiedono poche cure .

Oltre a quanto sopra, ha la capacità di prosperare in qualsiasi momento dell’anno, rendendo facile per noi godere sempre dei suoi benefici.

Il problema è che la base stessa del raccolto sono le foglie, che diventano una destinazione desiderabile per tutti i tipi di parassiti e malattie. Conoscere in anticipo tutti gli elementi coinvolti in questo processo aiuterà a godere di raccolti in perfette condizioni.

coleotteri

I coleotteri che più tendono a colpire le colture di spinaci sono noti come coleotteri delle pulci.

Questi fanno punture sulle foglie, mantenendo una netta preferenza per quelle appena nate.

Le fossette sono evidenti in modo numeroso nella struttura della foglia, provocando anche la generazione di macchie bianche su di essa.

Il problema più grande è che i coleotteri non sono come quelli che comunemente conosciamo dal giardino, ma hanno dimensioni microscopiche che rendono impossibile la visione ad occhio nudo.

In piccole quantità, il loro danno non è considerevole, al di là dell’estetica, ma quando sono numerosi parassiti, l’effetto è devastante. Attaccare i coleotteri è possibile se si utilizzano insetticidi come il piretro o si sfruttano altre risorse di giardinaggio come il pacciame riflettente.

Nematodi

I nematodi sono tra i parassiti più dannosi che possono colpire le colture e provengono da un parassita che si insedia nel terreno.

Questo attacca direttamente le radici , provocando la formazione di sporgenze che ne pregiudicano la struttura e, quindi, il funzionamento.

Ne esistono di diversi tipi a seconda della specie. Tuttavia, quello più dannoso nel caso degli spinaci appartiene al genere noto come eterodera.

Quando i nematodi attaccano, le piante probabilmente perdono la loro normale capacità di sviluppo, diventando nane o presentando malformazioni Attaccare i nematodi è un compito molto complesso e, sebbene siano stati provati molti metodi, la solarizzazione sembra l’unica possibile .

Consiste nel ricoprire la base della coltura con una plastica che aiuta ad aumentare la temperatura del terreno per azione del sole, provocando la morte dei parassiti. In caso di dubbio sulla loro presenza o meno, è meglio lavorare con la rotazione delle colture .

Muffa

Con il nome di peronospora è nota una malattia che viene generata dall’azione di un fungo.

Tende ad attaccare un’ampia varietà di colture, ma nel caso degli spinaci i suoi effetti sono disastrosi perché provoca la perdita dell’intero raccolto .

Il motivo è che il danno si esercita direttamente sulle foglie, creando macchie che variano tra il giallo e il verde chiaro.

Inoltre, il micelio del fungo si installa come una specie di polvere bianca sulla superficie delle foglie più vicine allo stelo. Non c’è cura e, se c’è, l’ unica soluzione è eliminare il raccolto , ci sono alcune strategie di coltivazione che ridurranno le possibilità che attacchi.

Al loro interno troviamo:

  1. Mantenere uno spazio sufficiente tra pavimento e terreno per garantire una buona ventilazione.
  2. Evitare che le foglie soffrano di eccessiva umidità, dirigendo le annaffiature alla base delle piante.
  3. Eseguire rotazioni delle colture con specie resistenti alla malattia, in modo che la vita del fungo termini. Un esempio è la carota .
  4. Applicare in modo efficiente le concimazioni corrispondenti in modo che le colture siano ben nutrite.

minatori

I minatori danneggiano le foglie delle piante quando sono allo stadio larvale, poiché si nutrono della parte interna delle foglie .

Questa alimentazione produce una sorta di tunnel che sono evidenti all’esterno delle foglie come macchie gialle .

Il problema più grande è che la vita si sviluppa all’interno delle foglie, il che le rende immuni agli attacchi con qualsiasi tipo di prodotto.

Tuttavia, il problema può essere risolto se viene rilevato in tempo, poiché il solo taglio delle prime foglie infette e la loro combustione potrebbe impedire loro di continuare la riproduzione .

Mosca della barbabietola

Nonostante sia conosciuto con questo nome per avere una predilezione per questo tipo di coltura, gli spinaci sono la sua seconda coltura preferita e provocano notevoli danni.

L’attacco è prodotto principalmente dall’azione delle larve, che penetrano all’interno delle foglie attraverso le aperture che esse praticano sulla superficie.

Questi consumano l’interno delle foglie, creando gallerie che diventano sempre più estese e che possono unirsi. Quando si verifica quest’ultimo, si generano una serie di macchie nella struttura che virano al grigio e che danneggiano la trama delle foglie, rendendole morbide.

Il dettaglio è che questa procedura può essere ripetuta in abbondanza, ottenendo che una buona parte delle foglie venga danneggiata e il raccolto venga perso. 

Un modo per riconoscere che esiste all’interno delle colture è verificare le caratteristiche dell’adulto, che è piuttosto colorato.

Oltre a una testa grigia con una striscia rossa che fa capolino dalla parte anteriore, è unita da zampe giallo brillante e occhi rosa. Per affrontare il problema , gli insetticidi a larve orientati al prodotto sono i più convenienti, a condizione che vengano utilizzati nelle prime fasi dell’attacco.

Nel caso degli adulti, anche eliminarli dovrebbe essere una priorità poiché sono loro che depongono le uova. I prodotti a contatto progettati per questo scopo sono i più raccomandati, solo che dovrebbero essere usati con cautela.

Del resto, dovrai solo goderti una delle foglie verdi più nutrienti che esistano al mondo. Va notato che sono un compagno ideale per quasi tutti i piatti perché possono essere consumati crudi o cotti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.