Suggerimenti

Pianta di Giada: [Coltivazione, Irrigazione, Associazioni, Parassiti e Malattie]

Punti importanti durante la semina della pianta di giada
  • Dove seminare? Mezza ombra. Non necessita di luce solare diretta.
  • Quando?  In primavera .
  • Come prepariamo il terreno? Rimosso, eliminando le erbacce . Con substrato di sabbia e perlite con un po’ di fertilizzante per piante grasse.
  • Come innaffiamo? Con gocciolamento .
  • Quanto spesso annaffiamo? In estate una volta alla settimana o quando il supporto è completamente asciutto. Resto dell’anno poca irrigazione.
  • Piaghe e malattie? Cocciniglie e insetti compreso il ragno rosso . Funghi.

La pianta di giada, Crassula ovata , si trova in molti luoghi del pianeta, anche se la sua origine deve essere ricercata nell’Africa meridionale .

È una specie di perenne a foglia succulenta che è caratteristica per avere uno stelo forte che può crescere fino a diventare legnoso e foglie verde giada, da cui prende il nome popolare.

Curiosamente, queste foglie crescono in coppie opposte lungo lo stelo e i rami e, nelle giuste condizioni, la giada può presentare fiori bianchi che compaiono dall’inizio dell’autunno all’inizio dell’inverno.

Secondo l’immaginario popolare, questa pianta attira fortuna e ricchezza a chi la possiede. Quello che è provato è che è una delle piante che più aiuta a purificare l’aria all’interno degli edifici, e anche a mantenere un’atmosfera più sana.

Quando piantare la pianta di giada?

La pianta di giada si riproduce facilmente sia per talea di ramo che di foglia. Si consiglia la riproduzione per talea in primavera, anche se nei climi temperati può essere effettuata praticamente tutto l’anno.

Dove farlo?

La pianta di giada deve essere collocata in un luogo dove ci siano almeno 4 ore di luce al giorno.

È una pianta che non tollera bene l’esposizione diretta al sole. Quando ciò accade, le loro foglie finiscono per bruciare e cadere.

Prima che ciò accada, di solito mostrano una colorazione rosata, soprattutto nella parte finale delle foglie.

Come preparare il terreno?

Il terreno per la pianta di giada non dovrebbe essere del comune tipo di compost perché è troppo pesante per mettere radici.

La miscelazione del terreno con una combinazione di sabbia, perlite e qualche tipo di compost può essere utile per la giada.

E mentre il terreno può essere povero e persino sassoso, un terreno sciolto, sabbioso e ben drenato lo fa in modo fantastico. Si consiglia inoltre di utilizzare un vaso di terracotta invece di un vaso di plastica.

Assicurati che il vaso abbia un foro di drenaggio sul fondo dove l’acqua può fuoriuscire. Le piante di giada non hanno bisogno di molto spazio. Pertanto, se viene coltivata una talea piccola, è possibile utilizzare un piccolo vaso.

Alcuni esperti di orticoltura raccomandano di cambiare il terreno ogni due o quattro anni. Anche se puoi lasciare la pianta nello stesso vaso per diversi anni, a patto di fare attenzione con le annaffiature.

Il terreno può anche essere cambiato ogni due o quattro anni, il che consentirà di ispezionare le radici per eventuali danni o decadimento. Inoltre, fornendogli del terreno fresco gli permetterà di continuare a crescere.

Come innaffiamo la pianta di giada?

La pianta di giada necessita di poca umidità e va annaffiata solo una volta alla settimana, quando il substrato è asciutto.

Si consiglia invece di bagnare la pianta con acqua una volta al mese per 2 minuti. Si consiglia inoltre di aggiungere un fertilizzante idrosolubile una volta al mese, tenendo conto del dosaggio del prodotto.

In inverno si può annaffiare circa una volta alla settimana. Tuttavia, in caso di dubbio, sarà sempre meglio non annaffiare piuttosto che esagerare.

Come seminiamo una pianta di giada passo dopo passo?

Per riprodurre la pianta di giada, un’opzione molto più semplice è attraverso le talee.

  1. Taglia un ramo o talea della pianta e mettila in acqua per due o tre giorni.
  2. Trapiantare, dopo quel tempo, sebbene il ramo-
  3. Semina in vaso con abbondante terriccio e, se possibile, con humus biologico,
  4. Innaffialo abbondantemente quando lo pianti.
  5. Quindi procederà all’irrigazione con la normalità di una pianta di giada adulta.
  6. Posiziona la piccola pianta in un luogo soleggiato, ma dove i raggi non cadono direttamente dal sole.
  7. In tre o quattro settimane, nuovi germogli emergeranno in cima alla pianta. Questo è un buon segno che la pianta ha messo radici con successo.

Questo processo può essere lento, come la crescita della stessa pianta di giada. Tuttavia, se fatto bene, dopo due o tre mesi, sarà possibile verificare che la pianta inizi a crescere a un ritmo più veloce.

Le piante di giada sono molto resistenti e facili da mantenere in vita, quindi non dovresti preoccuparti troppo della temperatura corretta. Possono essere conservati in un luogo a temperatura ambiente.

Quali associazioni favorevoli ha?

L’associazione di colture vegetali compatibili produce benefici rispetto alla loro coltivazione separata, oltre all’utilizzo di luce, acqua e/o sostanze nutritive.

La pianta di giada è una succulenta che assorbe molta acqua, quindi sarebbe molto scomodo piantarla in associazione con un’altra che potrebbe privarla di acqua e sostanze nutritive.

Quali parassiti e malattie attaccano la pianta di giada?

La pianta di giada è abbastanza resistente a parassiti e malattie, ma può essere attaccata da cocciniglie.

In questo caso è necessario strofinare le foglie della pianta con poco alcool e un batuffolo di cotone per eliminare le cocciniglie.

A volte nelle giade si manifesta anche la presenza di insetti e per questo è necessario prestare attenzione ai depositi bianchi, piccoli e lanuginosi sulle foglie.

Questi depositi sono un segno di insetti. Inoltre, una lente d’ingrandimento può essere utilizzata per identificare gli acari di ragno, che sono troppo piccoli per essere rilevati ad occhio nudo. È inoltre necessario prestare molta attenzione ai rischi che i funghi possono generare nella pianta.

Bibliografia e riferimenti

  • Enciclopedia La mia prima conoscenza. Piante di serpente e conservazione. Pubblicato da Grolier Incorporated. New York, 1961. Pagine 80-81.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.