Suggerimenti

Potare i cipressi: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]

I cipressi sono piante che solitamente vengono coltivate in spazi con clima temperato e che risultano molto utili per uso ornamentale , soprattutto nella progettazione di siepi.

Hanno una struttura semplice rispetto ad altri alberi perché hanno un tronco principale da cui parte l’intera serie di rami secondari.

Non produce frutti commestibili ma piuttosto una specie di ananas, come avviene per altre specie con caratteristiche simili. A seconda del tipo di cipresso scelto è possibile averne di piccoli, medi e anche molto grandi.

La potatura è un argomento di alto valore in modo che appaiano sempre belli e imponenti e qui ti forniremo i dati più eccezionali in modo che tutto ti lasci 10.

Perché potare i cipressi?

La potatura dei cipressi viene effettuata per migliorarne la struttura e collaborare, soprattutto, al tema ornamentalePoiché sono ampiamente utilizzati per la decorazione del giardino, i confini e persino le composizioni, la loro potatura risponde a un obiettivo orientato alla morfologia.

Naturalmente, questo include anche l’aggiunta di mantenerlo sano liberandolo da qualsiasi parte in cattive condizioni.

Quando è meglio effettuare la potatura dei cipressi?

Per la loro struttura e il tasso di crescita che solitamente hanno, i cipressi sono una delle specie consigliate da potare tra l’inverno e la primaveraCosì, godrai delle migliori condizioni ambientali per recuperare e continuare il tuo lavoro di crescita senza battute d’arresto.

Quali strumenti dobbiamo usare quando potiamo i cipressi?

Gli strumenti corretti verranno scelti in base allo spessore dei rami. Se sono sottili, le cesoie da giardino faranno il trucco. Nel caso di quelli più spessi, una sega.

 

È molto importante che ognuno di questi sia ben affilato per evitare che i tagli facciano soffrire eccessivamente la pianta . Inoltre, un taglio ben fatto favorisce la chiusura più rapida della ferita.

È inoltre necessario che siano stati disinfettati per evitare problemi di trasmissione di malattie. Se si tratta di un albero molto grande, sarà necessario utilizzare una scala per raggiungere facilmente i punti più alti.

Quali considerazioni dobbiamo tenere in considerazione quando si potano i cipressi?

La prima decisione che dobbiamo prendere è come sarà la struttura finale che vogliamo dare all’albero. Una potatura può essere fatta solo per controllarne l’altezza, mentre un’altra può essere per strutturare l’ambiente.

Quest’ultimo è quello che usano i giardinieri in modo che tutti i cipressi abbiano lo stesso aspetto in un giardino decorato. Un altro punto importante è controllare la larghezza dell’albero per tutta la sua altezza per assicurarsi che la parte più alta sia meno larga.

Questi renderanno più facile la penetrazione della luce nella parte inferiore e l’albero avrà una salute migliore. Tieni presente che se la parte superiore del cipresso è molto larga, l’albero tenderà ad inclinarsi verso un determinato luogo, riducendone la bellezza e maltrattandolo.

Come potare il cipresso senza danneggiare l’albero?

La potatura del cipresso è diversa dalle altre specie perché il punto focale sarà orientato verso le parti esterne, mai verso il tronco. 

Occorre cioè scegliere molto bene la specie da seminare prima di farlo perché non è corretto potare il tronco.

Nel caso dei rami, l’idea è quella di alleggerire il carico sul tronco e permettere all’aria e alla luce di circolare più liberamente.

Ma il sistema di potatura va fatto con i rami interi, non a pezzi come in altri casi, come gli alberi da frutto. Quindi i passaggi saranno così:

  1. Elimina tutte le parti colpite che ha l’albero: rami secchi, in cattive condizioni o che sembrano malati.
  2. Inizia a potare l’albero dalla parte più alta (concentrando più sforzo in quest’area) a quella più bassa. Idealmente, dovresti avere una struttura a cono più o meno uniforme.
  3. Effettuare in altri momenti le eventuali potature necessarie per garantire il mantenimento della forma e la salute del cipresso.
  4. Se l’albero è vecchio, l’ideale è applicare una potatura di ringiovanimento durante la fine dell’inverno . Qui bisogna determinare quali sono le parti che sembrano più vecchie e legnose per rimuoverle e stimolare così l’albero a ricominciare la formazione di una nuova struttura dalla primavera successiva.

I cipressi possono essere piantati come alberi singoli o utilizzati anche per creare siepi. In ogni caso il trattamento sarà diverso a seconda dello scopo che si prevede di raggiungere, ma il percorso è più o meno lo stesso.

Qui la cosa più importante è assicurarsi che l’albero sia con tutte le sue parti sane e che sia in grado di mantenere una bella struttura. Alla fine, l’idea di un cipresso è di avere un albero imponente che può aiutarci con problemi come i confini del giardino o come un blocco del vento.

Forse ti interessano anche:
  • Talee di cipresso: [Concetto, tempo, radicamento e semina]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.