Suggerimenti

Sembrar Jengibre en tu Huerto: [Cuidados, Riego y Sustrato]

I greci mangiavano lo zenzero avvolto nel pane per trattare i problemi digestivi. 

Alla fine, lo zenzero fu usato come ingrediente nel famoso pane che porta il suo nome.

Cosa c’è di più…

Secondo l’ Ayurveda (o medicina tradizionale indiana), lo zenzero è considerato come una medicina universale e un tubero medicinale . 

È in grado di alleviare disagi come dolori articolari, vertigini, perdita di appetito, indigestione e infiammazione.

Punti importanti per la semina dello zenzero:
  • Dove? È una pianta tropicale che prospera in calore. Non resiste al gelo, ma non tollera nemmeno il sole diretto.
  • Quando? durante la primavera , preferibilmente all’inizio o durante i primi due mesi.
  • Tempo di raccolta? Da 4 mesi dopo la semina.
  • Come prepariamo il terreno? Il terreno ideale dovrebbe essere argilloso e sabbioso, con un buon drenaggio e sufficiente materia organica.
  • Come innaffiamo? Ideale, irrigazione a goccia. Eviteremo a tutti i costi le inondazioni.
  • Quanto spesso annaffiamo? Ogni giorno o ogni altro giorno. Non tollera la siccità. Richiede molta umidità.
  • Come seminiamo? Passo dopo passo qui.
  • Come raccogliamo? Lo zenzero giovane può essere raccolto 4 mesi dopo la semina. Anche se bisogna stare attenti, perché il suo guscio è molto sottile e, quindi, facile da ferire.
  • Piaghe e malattie? Nematodi, Erwinia sp. e Fusarium spp, Pythium graminicola.

Originario dell’Asia, lo zenzero è una pianta rizomatosa imparentata con la curcuma e il cardamomo.

È famoso nella medicina antica per la sua poteri antinfiammatori  E perché  aiuta a combattere , tra le altre cose, malattie respiratorie , diabete e un’ampia varietà di problemi digestivi.

Viene anche usato come spezia ed è l’ingrediente principale di molti piatti e bevande .

Troverai molto utile avere a portata di mano una scorta di zenzero fresco per quando ne avrai bisogno.

Meglio di tutti, puoi  semina lo zenzero facilmente e richiede   pochissime cure.

Quando coltivare lo zenzero? Gli appuntamenti

Vogliamo seminare zenzero  durante la primavera,  preferibilmente all’inizio o durante i primi due mesi.

Vendemmia: dopo 4 mesi si possono raccogliere alcuni rizomi.

Dove piantare lo zenzero? Temperatura e luminosità

È una pianta tropicale che prolifera con il calore. Non resiste al gelo , ma non tollera nemmeno il sole diretto.

È una pianta che si è adattata a vivere all’ombra degli alberi delle foreste tropicali.

Puoi seminare lo zenzero in a  zona non molto luminosa o che riceve la luce solare diretta solo per poche ore al giorno.

Oltre a preferire l’ombra parziale , fa bene anche in terreno umido , ma non fangoso.

La temperatura ideale è tra i 25 ei 30 °C costanti.

Temperature inferiori a 10°C sono dannose per il loro sviluppo .

Inoltre non tollera forti venti o siccità.

Raccomandazioni:
  • Pianta dopo l’ultima gelata primaverile.
  • Un modo per proteggerlo dal gelo è coltivarlo in vaso , al chiuso.
  • Per aumentare la temperatura all’interno, puoi utilizzare coperture tipo vite con doppia fodera.
  • In esterno , prova a piantare zenzero in luoghi soleggiati . Puoi anche usare coperte termiche se le temperature sono molto basse.
  • Tieni conto delle condizioni particolari del luogo in cui vivi, poiché sebbene lo zenzero possa crescere all’ombra ai tropici, ad altre latitudini tali luoghi possono essere troppo freschi .

Come innaffiamo lo zenzero? Umidità

Zenzero  richiede alta umidità  durante tutto il suo ciclo di vita.

Tuttavia, bisogna fare attenzione che il terreno abbia un buon drenaggio .

L’eccesso di umidità può causare soffocamento delle radici , marciume e alcune malattie fungine.

L’umidità relativa ottimale è compresa tra il 60 e il 70% di giorno e tra il 70 e il 90% di notte.

Non tollera la siccità , quindi è necessario mantenere uno schema di irrigazione costante.

Raccomandazioni:
  • Preferibilmente faccio irrigazione a goccia per regolare il flusso dell’acqua.
  • La frequenza delle irrigazioni dipenderà dalle condizioni particolari , tuttavia, è necessario mantenere il terreno sempre umido , evitare allagamenti .
  • Se si innaffia al mattino, è più probabile che il raccolto impiegherà più tempo a lavorare, poiché l’energia delle prime ore è investita nell’evaporazione dell’acqua dalla superficie delle sue foglie.

Come prepariamo il terreno? Il substrato

Il terreno ideale dovrebbe essere  argilloso e sabbioso , con buon drenaggio e sufficiente sostanza organica . Questo tipo di pavimento mantiene più facilmente il calore e l’umidità.

Non cresce bene in terreni molto compatti o pesanti , o molto argillosi.

 Il pH ottimale tra 6.0 e 6.5 

Una delle peculiarità dello zenzero è che è una pianta che cresce orizzontalmente al suolo , quindi si adatta molto bene a fioriere e vasi.

Semina zenzero in vaso

Se sei interessato a coltivarlo in questo modo , il contenitore dovrebbe essere almeno 40 cm di profondità e 30 cm di diametro .

Assicurati che il vaso abbia anche dei buoni fori di drenaggio in modo che le radici non si inzuppino con l’acqua.

È necessario posizionare un piatto piccolo e molto in basso nella pentola per raccogliere l’acqua per drenare.

Raccomandazioni:
  • Se il terreno è molto argilloso, aggiungere sostanza organica . È possibile utilizzare getti di vite senza fine . In questo modo favorirai anche il buon drenaggio del terreno.
  • Il fertilizzante organico va applicato dopo che le piante sono germogliate e il terreno si è riscaldato a sufficienza. Al contrario, i fertilizzanti artificiali possono essere applicati  poco dopo aver piantato i semi .
  • Il compost scuro è consigliato per mantenere il terreno umido e caldo.
  • Se il tuo giardino tende ad allagarsi , devi fare tutto il possibile per ripararlo . Puoi creare pendenze in modo che l’acqua scorra da un lato e installare grondaie per facilitare la raccolta dell’acqua.
  • Un’altra tecnica efficace per favorire il drenaggio è creare cumuli di terra e piantarvi sopra lo zenzero , così si accumulerà meno acqua ai piedi delle vostre piante.

Come seminare lo zenzero passo dopo passo [8 passi]

Passaggio 1: acquisire un rizoma di zenzero

Per coltivare lo zenzero , devi solo tagliare la radice di una pianta di zenzero.

Questo può essere facilmente acquistato nei negozi di orticoltura , vivai o negozi di semi.

Allo stesso modo, se conosci qualcuno che coltiva lo zenzero , puoi chiedere un taglio.

Assicurati che il rizoma sia denso e che la sua scorza sia soda e fresca al tatto . È molto importante che non abbia rughe , né si senta morbida o presenti muffe sulla sua superficie .

Acquisisci preferibilmente un rizoma con alcuni germogli verdi.

Step 2: Taglia a pezzi il rizoma (FACOLTATIVO)

Questo è facoltativo, solo se vuoi piantare più di una pianta.

Taglia il tuo rizoma in più pezzi di 3 e 4 centimetri ciascuno . Dopo averli tagliati, lasciarli riposare in un luogo asciutto per alcuni giorni per permettere loro di guarire.

Noterai che entro pochi giorni , ogni pezzo svilupperà un callo protettivo sulla superficie tagliata, riducendo il rischio di infezione.

Step 3: Metti il ​​rizoma di zenzero in acqua (FACOLTATIVO)

Se il tuo pezzo di radice non mostra alcun germoglio , mettilo in un contenitore di acqua a temperatura ambiente e lascialo lì per una notte.

Ciò contribuirà a stimolare la loro germinazione.

Passaggio 4: preparare il terreno per piantare lo zenzero

Fertilizzare il terreno e inumidire il terreno prima della semina per migliorare la qualità del substrato.

Se semini lo zenzero in un vaso, è meglio riempirlo con una parte di compost o di lombrichi e tre parti di terriccio organico.

Ricorda che il terreno deve essere spugnoso e ben aerato in modo che l’acqua possa defluire bene.

Passaggio 5: immergi i rizomi di zenzero nel terreno

Interrate ogni pezzo orizzontalmente ad una profondità compresa tra 5 e 10 cm , facendo attenzione che i germogli siano rivolti verso l’alto.

Tieni presente che ogni pezzo di zenzero richiede 20 centimetri di spazio sul terreno.

Copri la radice con il terreno assicurandoti che i germogli siano a filo.

Passaggio 6: innaffiare la terra

Assicurati di bagnare il terreno con abbondante acqua , ma evita i ristagni d’acqua. Controlla il terreno ogni giorno e annaffia appena prima che si asciughi completamente.

Non esagerare con i rischi . Ricorda che il terreno con troppa acqua farà marcire le piante .

Passaggio 7: fertilizzare una volta al mese

Se il terreno dove hai piantato il tuo zenzero è povero o vuoi semplicemente migliorarne la qualità , arricchiscilo con una piccola quantità di fertilizzante.

Tuttavia, questo non è necessario se il substrato è fertile .

Passaggio 8: sii paziente

Lo zenzero cresce lentamente , soprattutto nei climi temperati .

Vedrai i primi germogli tre settimane dopo averlo piantato. Assicurati di annaffiare e mantenere la tua pianta in buone condizioni fino a quando ciò non accade.

Una volta che lo zenzero è germogliato , il pacciame lo manterrà caldo e aiuterà a combattere le erbacce .

Il pacciame è essenziale anche se la temperatura del suolo scende sotto i 10 ºC durante il periodo di sviluppo.

Sarai in grado di raccogliere lo zenzero circa quattro mesi dopo che è germogliato.

Raccolta e raccolta dello zenzero

Sommario

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.