Suggerimenti

Semi e altre forme di riproduzione delle piante

I semi

Il seme è il metodo di riproduzione più diffuso. La necessità di riprodurre fedelmente le migliori caratteristiche di una varietà ha portato gli agricoltori a fare rigorose selezioni fino ad ottenere varietà con le caratteristiche desiderate e ad allegarle bene.

ibridazioneÈ l’incrocio forzato di varietà incompatibili in modo naturale, al fine di raggiungere determinate caratteristiche definite e con relativa uniformità. L’ibridazione è specificata come F.1 sulle buste commerciali. Da queste piante ibride ottenute da semi commerciali, non potremo ottenere semi vitali, cioè otterremo frutti o piante con le caratteristiche desiderate ma non potremo riprodurli l’anno successivo, quindi dovremo acquistare i nostri semi ancora dall’azienda che li ha forniti. , in modo che la redditività dell’azienda sia garantita, ma verranno coltivate solo le varietà che vengono commercializzate. La perdita di biodiversità causata dal lasciare la riproduzione delle piante coltivate nelle mani di poche multinazionali,

Ottenere e scegliere i semi

Ci sono alcuni aspetti specifici nella scelta dei semi per i quali dobbiamo sempre tenere a mente.
.

Adattamento

In altre parole, la pianta scelta si adatta alle condizioni climatiche e colturali del nostro territorio.
.

Vitalità

La vitalità di un seme è condizionata dalla salute della pianta generatrice, questo fattore è anche influenzato dal grado di maturità dei semi e dalla loro essiccazione mentre erano nella pianta madre e, naturalmente, dalla buona conservazione.
.

Validità dell’età o della germinazione

Ci sono semi che sono vecchi dopo un anno e hanno perso il loro potenziale di germinazione -come le cipolle-, mentre altri -come i cetrioli- possono essere conservati per otto-dieci anni senza che il loro potere di germinazione sia notevolmente diminuito. In genere vengono utilizzati semi ottenuti dall’anno precedente.

.

Percentuale di germinazione

Nei semi commerciali questa percentuale deve legalmente superare l’85%, anche se possiamo trovare casi di semi che hanno una percentuale di germinazione inferiore.
.

Attenti all’attraversamento!

L’incrocio di specie in un orto domestico può riservarci spiacevoli sorprese da un anno all’altro e persino farci perdere varietà che avevamo ben adattato. Pertanto, per quanto possibile, non installeremo insieme varietà della stessa specie o specie che possono produrre incroci.

Riproduzione del seme

In natura ci sono vari modi di diffondere i semi, nel nostro giardino saremo noi a decidere dove piantarli.

Quindi ci sono semi che li alleveremo nel loro posto finale nell’orto, come fagioli, piselli, carote, ravanelli, fagioli borlotti…

Altri li alleveremo inizialmente in semenzaio per poi trapiantarli nella loro posizione finale. Anche se durante l’attività hai potuto imparare tutto il necessario per preparare i semenzai. Per ulteriori informazioni, puoi vedere il calendario di aprile (aggiungi mesi per l’emisfero australe)

Altre forme di riproduzione

In alcuni casi non riusciamo a riprodurre le piante per mezzo dei semi perché le producono a malapena o perché così facendo perderemmo le caratteristiche della pianta madre, si allunga il periodo di raccolta, ecc…. Questo tipo di riproduzione è chiamato vegetale o asessuale e comprende le seguenti forme:

lampadine

I bulbi sono gemme circondate da strati di fasci (foglie) che immagazzinano sostanze di riserva, un esempio che viene utilizzato in orticoltura è la riproduzione dell’aglio.

Talee o talee

I rametti di alcune piante, quando vengono tagliati e posti in buon terreno, producono radici che permettono la successiva ricrescita della pianta sezionata. Questo procedimento serve per moltiplicare i carciofi.

Stolone

È uno stelo che si muove nel terreno e dai cui nodi nascono radici e foglie che daranno origine a nuove piante. Questo è il caso della riproduzione delle fragole.

strati

È una specie di talea aerea o terrestre che si effettua senza recidere il ramo della pianta portatrice. Viene utilizzato per la riproduzione della mela cotogna

tuberi

Conosciamo tutti bene le patate o le patate dolci, anche se ce ne sono altre meno conosciute come il tulipano o la manioca. Molte di queste piante emettono fiori e semi, ma riproducendo questi semi potremmo ottenere piante ben lontane dall’uniformità che solitamente si ottiene riproducendo l’intero tubero tagliato in tante parti quante sono le gemme oi germogli incipienti presenti.

rizomi

Sono fusti sotterranei che sembrano radici, ma nei quali troviamo gemme capaci di produrre nuovi esemplari. Questo è il caso delle canne di bambù o di felce

Vuoi maggiori informazioni sui semi? Assicurati di leggere SEMI: MANUALE DI ISTRUZIONI .

giardino ecologico
.

.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.