Suggerimenti

Semina papaya: condizioni, irrigazione, semina [passo dopo passo + immagini]

La papaya è uno dei frutti tropicali e subtropicali più importanti dal punto di vista commerciale al mondo.

Non solo è delizioso, è  altamente nutriente e fornisce un gran numero di benefici per il corpo .

Inoltre, è un  frutta facile da coltivare , In rapida crescita e di breve durata.

Tuttavia, non è una delle colture più comuni.

Nel seguente articolo ti diciamo il modo più semplice per coltivare la papaia.

Punti importanti per la coltivazione della papaya:
  • Quando? La data migliore è di solito tra marzo e aprile.
  • Dove? Predilige i climi caldi. Non sopporta il freddo. Anche in terreni molto umidi non si sviluppa bene. È un albero tropicale .
  • Tempo di raccolta? I primi fiori compaiono un mese e mezzo dopo il trapianto.
  • Come prepariamo il terreno?  La papaya cresce in qualsiasi tipo di terreno purché sia ​​leggero, fertile e ricco di humus, soffice, profondo e permeabile.
  • Come innaffiamo? È ideale con sgocciolatura o spolverata. A seconda di quanto fa caldo, annaffieremo ogni due giorni.
  • Come seminare? Qui passo dopo passo.
  • Come raccogliamo?  La raccolta è determinata quando i frutti iniziano ad ammorbidirsi e perdono il loro colore verde.
  • Piaghe e malattie? Ragno Rosso, Nematodi, Afidi, Antracnosi.

Quando dovrebbe essere coltivata la papaia?

Il miglior dattero per piantare la papaya  È in marzo e aprile. 

I primi fiori compaiono un mese e mezzo dopo il trapianto.

Potremo ottenere il primo raccolto tra ottobre e novembre.

Dove coltiviamo la papaia?

È una coltura relativamente esigente dal punto di vista climatico .

In questo senso, umidità e calore sono le condizioni essenziali per il corretto sviluppo della papaya .

 frutta facile da coltivare , poiché sono abbastanza intolleranti al gelo.

Anche in terreni molto umidi non si sviluppa molto bene, quindi bisogna fare molta attenzione quando si semina in climi molto piovosi.

Per quanto riguarda il vento, lo sostiene bene poiché il suo gambo è molto flessibile. I forti venti possono danneggiare le foglie ma non i fiori oi frutti.

La sua temperatura ottimale di crescita è di 25 ºC.

Temperature inferiori a 20°C influiscono sulla fioritura e sullo sviluppo dei frutti .

Ogni quanto va annaffiata la papaia?

Richiede un’umidità relativa tra il 65 e l’85% . Un intervallo più basso può influenzare l’allegagione.

La papaya è abbastanza incline all’asfissia radicale , quindi è importante avere un buon drenaggio nel terreno per evitare di generare pozzanghere.

A seconda del tipo di terreno , dobbiamo stabilire uno schema di irrigazione. 

Se semini la papaia su un substrato con un buon drenaggio , ma che trattiene bene l’acqua , sarà sufficiente annaffiarle una volta ogni quattro giorni.

Se invece il terreno è sabbioso o sassoso , va annaffiato una volta ogni due giorni , soprattutto durante le alte temperature.

Il terreno va annaffiato quando gli strati superficiali, i primi 5 cm, risultano moderatamente asciutti al tatto. Bisogna fare molta attenzione non generare pozzanghere. 

Come prepariamo il terreno?

La papaya cresce in qualsiasi tipo di terreno purché sia ​​leggero, fertile e ricco di humus , soffice, profondo e permeabile.

Per le sue radici morbide e soffici , è sconsigliato coltivarlo in terreni troppo umidi , pesanti o compatti, o con scarso drenaggio, poiché le radici marciranno.

Richiede un terreno con un equilibrio di  ph compreso tra 5 e 7. 

Associazioni favorevoli?

Il mais e l’ibisco sono colture che possono aiutare a controllare il virus del punto anulare , diffuso dagli afidi.

Come coltivare la papaia passo dopo passo

FASE 1: Pulisci il terreno

Si toglie le erbacce e detriti provenienti da colture precedenti e tutti i tipi di residui per garantire che il papaya riceve la giusta quantità di nutrienti.

Tutte le piante devono essere estratte dalle radici per evitare che ricrescano.

FASE 2: Preparare il terreno

Inumidire il terreno prima della semina; In questo modo riduci il rischio che i semi si muovano a causa della forza dell’acqua.

Fertilizzare il terreno. Stendere uno strato di compost da 1 pollice sul terreno.

Se pianti in un vaso, dovrebbe essere profondo almeno 20 cm.

FASE 3: Metti i semi nel terreno

Per fare ciò, crea un piccolo cumulo di terra e pianta 2 o 3 semi a una profondità compresa tra 1 e 2 cm. Il tumulo non solo aiuterà a migliorare il drenaggio, ma consentirà al sole di riscaldare il terreno più velocemente, accelerando la germinazione.

Quando hai finito, coprili leggermente.

Se vuoi coltivare più piante, non dimenticare che ogni buca deve essere mantenuta a una distanza compresa tra 10 e 20 centimetri.

FASE 4: Seleziona le piantine più sane e più forti

I semi germineranno tra 15 e 30 giorni. Se in ogni buca è germogliato più di un seme, tieni quello più forte. Per fare questo, non tirare i deboli, poiché puoi danneggiare le foglie.

È sufficiente una semplice potatura a livello del suolo.

Ci vorranno 45-60 giorni per crescere in piantine robuste, pronte per essere trapiantate nella loro destinazione finale. Nel frattempo, puoi proteggere i germogli con una rete metallica.

FASE 6: Aiuta l’impollinazione delle piante

Questo viene fatto limitando l’eccesso di piante maschili.

Per fare questo bisogna aspettare che sboccino i primi fiori, circa un mese e mezzo dopo il trapianto , o quando raggiungono il metro di altezza.

Identifica il sesso della tua papaia: le piante maschili fioriscono per prime. Hanno lunghi steli con diversi fiori.

Al contrario, le piante femminili hanno fiori più grandi più vicini al tronco. Affinché possano produrre frutti, avrai bisogno solo di una pianta maschio ogni dieci femmine.

Il resto può essere rimosso.

Alcune piante di papaia sono ermafroditi e si autoimpollinano. In caso di dubbio, consultare un esperto. [

FASE 7: Proteggi l’ albero e mantienilo bene

Innaffiali non appena noti che gli strati superiori del terreno stanno per asciugarsi. Non più di 3 volte a settimana, a seconda delle condizioni meteorologiche della tua regione.

Posiziona una rete metallica per proteggere le piante mentre crescono.

Puoi nutrire la tua papaia con un compost organico , come i getti di lombrico

Come raccogliere la papaya

Si verifica la fruttificazione della papaya  quasi un anno dopo il trapianto,  a seconda della varietà.

Per migliorare il raccolto si consiglia di diradare fiori e frutti , eliminando quelli più difettosi. Una papaya produce in media circa 50 frutti all’anno .

La raccolta è determinata quando i frutti iniziano ad ammorbidirsi ea perdere il loro colore verde .

Cinque giorni dopo la raccolta dei frutti si raggiunge la piena maturità , ed è allora che le papaie raggiungono il loro caratteristico colore giallo o arancio .

Sono frutti che si ammaccano facilmente, quindi si consiglia di tenerli avvolti con del materiale imbottito per facilitarne il trasporto.

Se ne hai voglia, puoi refrigerare le papaie mature per prolungare la loro vita.

Parassiti e malattie comuni

Alcuni dei parassiti e delle malattie più comuni che colpiscono la papaia sono:

Ragno rosso (Tetranychus urticae)

Il ragnetto rosso è un parassita molto resistente e difficile da combattere, perché muta facilmente da una generazione all’altra.

Per il suo controllo, si consiglia di mantenere pulite le colture infestanti. Si raccomanda inoltre di evitare substrati con eccesso di azoto .

In climi abbastanza secchi si consiglia di annaffiare la papaya di notte per mantenere l’umidità.

Per combattere un’infestazione si può applicare un estratto di aglio e peperoncino.

Nematodi

Si trasmettono facilmente con l’acqua di irrigazione e con qualsiasi mezzo di trasporto terrestre.

Inoltre, i nematodi sono vettori di virus e facilitano l’ingresso di batteri e funghi attraverso le ferite che hanno causato.

Per il suo controllo, possiamo seminare spicchi d’aglio come repellente.

È anche importante avere una rotazione delle colture e fertilizzare il nostro terreno.

Possono essere trattati anche con sterilizzazione a vapore e solarizzazione.

afidi

Oltre a danneggiare foglie e frutti, gli afidi diffondono il virus del punto anulare.

Per la sua prevenzione, si consiglia di applicare sapone di potassio e olio di neem .

Puoi anche seminare ibisco o mais , poiché l’afide preferisce nutrirsi di loro. In questo modo preveniamo la diffusione del virus.

Antracnosi (Gloesporium amygdalinum)

Prodotte dai funghi Glomerella cingulata e Colletotrichum gloesporioides, provocano erosioni nei frutti maturi della papaya.

Per prevenirlo, si consiglia di gocciolare o spruzzare acqua e applicare l’ equiseto.

È inoltre essenziale favorire una buona ventilazione della papaia.

Per saperne di più su come piantare alberi:
  • Come piantare un mandorlo.
  • Come piantare un cactus .
  • Come piantare il bambù
  • Come piantare un albero di limone.
  • Come piantare un mango.
  • Come piantare un albero di avocado
  • Come piantare un ciliegio.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.