Suggerimenti

Seminare Gardenie: [Cura, semina, irrigazione, substrato]

La Gardenia o Gardenia jasminoides è una bellissima pianta da interno che illumina la nostra casa con la sua abbondante fioritura di meravigliosi colori e spettacolare profumo di gelsomino.

Viene dal sud della Cina, ma la sua popolarità si è diffusa in tutto il mondo.

Appartiene alla famiglia delle Rubiacee e sono state identificate circa 100 specie diverse di fiori molto profumati , con buoni aromi.

In tutto il mondo, sono conosciuti come simbolo di perdono, pace e spiritualità, poiché sono considerati portatori di energie positive, poiché invadono gli spazi con un profumo delicato che difficilmente possiamo rifiutare. Sono stati usati come piante di feng shui .

Non smetterà mai di fiorire se riceve le cure necessarie, con potature, annaffiature e trapianti adeguati.

È un arbusto con foglie lanceolate perenni di colore verde intenso e i suoi fiori raggiungono fino a 10 centimetri e fino a dodici petali bianco crema, ma in vaso le sue dimensioni possono raggiungere anche un metro e mezzo.

Il loro mantenimento richiede la conoscenza di alcune chiavi, perché sono alquanto delicate e necessitano di condizioni e trattamenti preferenziali affinché siano sempre sane.

  1. Nome comune : Gardenia oCape Jasmine
  2. Nome botanico : La specie coltivata più diffusa è Gardenia jasminoides (detta anche Gardenia augusta o Gardenia grandiflora ).
  3. Periodo di fioritura :generalmente da maggio a giugno, con alcune varietà che fioriscono finoall’autunno.
  4. Altezza / diffusione: le gardenie sono disponibili in forme arbustive, arboree e nane, molte delle quali sono adatte per l’invasatura. In genere crescono fino a un’altezza da 90 a 250 cm con una distribuzione equa, a seconda di dove vengono coltivati.
  5. Caratteristiche del fiore : Il colore è tipicamente bianco, con fiori singoli, semidoppi o doppi.
  6. Fogliame : foglie lucide, verde scuro, lunghe da 61 a 120 cm. Anche quando le gardenie sono prive di fiori, il fogliame verde smeraldo lucido, bello quasi quanto i fiori, sarà bello tutto l’anno.

Temperatura: dove piantare le gardenie?

La temperatura ambiente ideale non deve superare i 30°C, né può essere inferiore ai 15°C di notte.

È una delle piante con il miglior adattamento indoor, ma non dovrebbe mai essere vicino a fonti o luoghi di calore continuo, perché si disidratano rapidamente. E negli spazi esterni il clima che dovrà sopportare deve essere fresco.

Posizionalo in un soggiorno o una stanza luminosa, dove la temperatura è compresa tra 10 e 15 ° C.

In inverno , devi anche proteggerlo da bufere di neve e gelate. Non tollera temperature estreme.

Luce: che bisogni ha la gardenia?

Anche il sole diretto non ti si addice. I buoni siti di luce fanno molto bene, ma non la luce solare diretta, perché si esaurirà rapidamente fino alla morte.

È anche fondamentale sapere che in piena crescita il sole non può bagnarli direttamente.

Substrato e Compost: come prepariamo il terreno?

L’abbondante fioritura delle gardenie è una delle sue caratteristiche principali, quindi se vuoi stimolarla per renderla ancora più spettacolare, usa un buon fertilizzante speciale che è consigliato da un negozio di fiducia.

Il compost dovrebbe essere speciale per le piante da fiore .

Questo è essenziale affinché siano sempre ben nutriti. E fallo solo poco prima dell’inizio della primavera , in modo che i minerali presenti nel compost aiutino nella stagione della fioritura e della crescita.

Vanno mescolati all’acqua di irrigazione, ogni tre settimane, dall’inizio della primavera all’autunno.

Il substrato più adatto è quello acido che permetta il passaggio costante dell’acqua, poiché la terra deve essere sempre umida, non allagata. Se rimane inzuppato, sarà attaccato da funghi molto resistenti e difficili da combattere.

Ma essendo una pianta acidofila, ha bisogno di vivere in terreni con un pH più acido del normale, vicino a un valore di 5 e ricchi di sostanza organica.

Un pH errato causerà foglie giallastre a causa dell’assenza di ferro . Puoi usare il solfato di ferro .

Un substrato o terreno inadatto influenzerà le sue foglie, che esprimeranno il loro disagio diventando giallastre. Evitalo usando substrati come il castagno, il muschio di torba o il terreno di erica .

Potatura gardeniaia

Un altro modo semplice per incoraggiare la fioritura è con una potatura in cui vengono rimossi tutti i fiori e le foglie appassite.

Altrimenti, non prospererà. Il momento giusto è poco prima dell’inizio della primavera.

Irrigazione: come e con che frequenza?

Un dato molto importante per mantenere sempre le gardenie nelle migliori condizioni è che sono molto sensibili all’acqua calcarea. La cosa indicata è annaffiarli con acqua minerale o piovana, per garantire che mantengano sempre la loro freschezza.

Se l’acqua della tua zona è ricca di lime, non usarla per innaffiare le gardenie. Questo li ucciderà. Sostituiscilo con acqua in bottiglia e aggiungi un po’ di aceto per acidificarlo. Serve anche limone.

Allo stesso modo, va notato che le gardenie necessitano di un’umidità costante che può essere ottenuta ponendo un letto di argilla in palline o ghiaia, al fine di riprodurre le condizioni naturali di umidità in cui crescono: le regioni tropicali.

Quando fa molto caldo, frequenti nebulizzazioni fini sulle sue foglie sono molto apprezzate da questa nobile pianta, che vi darà i suoi fiori migliori tra la primavera e l’ estate .

L’irrigazione deve essere costante, circa ogni tre giorni in estate e ogni dieci in inverno , ma senza che la pianta anneghi nell’acqua. È meglio aspettare che il terreno dove cresce si asciughi tra ogni irrigazione.

E ogni volta che puoi, senti l’umidità nella terra toccandola con le dita.

In autunno e inverno, come per la maggior parte delle piante, le innaffiature saranno molto più diradate e ridotte, vanno applicate solo quando il substrato si sarà completamente asciugato.

Ma se preferisci qualcosa di più pratico e comodo, acquista un vaso per l’irrigazione automatica. Sono ottimi per piante delicate come la gardenia. Portano un contenitore che riempirai continuamente e la pianta stessa misurerà l’assorbimento dell’acqua.

Parassiti e malattie della Gardenia

Fai attenzione ai parassiti della gardenia come afidi , cocciniglie , mosche bianche , nematodi delle radici e cimici dei letti .

Gli afidi sono i più comuni e possono essere trattati con una soluzione di una parte di sapone liquido e una parte di acqua. Spruzza sia la parte superiore che quella inferiore delle foglie.

Questa stessa soluzione saponosa spesso tratta anche cocciniglie e squame.

Se sospetti che le tue gardenie abbiano acari, puoi confermarlo scuotendo le foglie su un foglio di carta bianco. Piega la carta a metà e controlla la presenza di macchie rosse. Tratta gli acari di ragno con olio di neem (Nota: funzionerà anche per i parassiti sopra elencati).

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.