Suggerimenti

Weevil: [Caratteristiche, rilevamento, effetti e trattamento]

Qual è il tonchio?

Il Rhynchophorus ferrugineus, popolarmente noto come punteruolo rosso, è un insetto di tipo coleottero appartenente ai punteruoli e punteruoli, cioè alla gigantesca superfamiglia dei Curculionoidea, che conta circa 86.000 famiglie e più di 5.000 generi. 

Sono tutti erbivori, perché si nutrono di vegetali ed è per questo che sono molto pericolosi per il benessere dell’agricoltura in tutte le sue forme.

Come possiamo identificarlo?

Questi punteruoli hanno le seguenti caratteristiche fondamentali:

  1. Il punteruolo rosso proviene dall’Asia tropicale ed è uno dei più grandi, perché raggiunge tra i 2 ei 5 cm e ha un colore rosso ferroso molto suggestivo.
  2. Sviluppo di un apparato boccale da masticare a forma di proboscide o proboscide, che può essere largo e lungo e anche stretto, a seconda della specie. 
  3. Ha un guscio duro che protegge l’addome dell’insetto, che è di colore marrone.
  4. Hanno antenne terminali mazudo che sono coperte e protette da scanalature che si formano lungo la proboscide. 

Normalmente, l’infezione nelle palme colpite viene solitamente rilevata circa un anno dopo la sua infezione. È allora che i segnali di pericolo diventano più evidenti e quando dobbiamo applicare il trattamento contro il punteruolo rosso per poterli salvare in tempo. 

Alcuni dei sintomi che hanno colpito le palme presenti sonoː

  1. Foglie dormienti o cadenti.
  2. Costruiscono gallerie nel punto di inserimento delle foglie e le larve aprono anche gallerie lunghe un metro nei tronchi delle piante invase.
  3. I bozzoli dell’insetto sono visibili.
  4. Nel caso delle palme, l’occhio è completamente indebolito.
  5. Alcune foglie sane pendono, sembrano essere state tagliate a metà.

Tra la popolosa famiglia dei Curculionoidea , sono presenti altri tipi di Punteruolo. Vediamo di cosa si tratta.

Anthonomus grandis o punteruolo del cotone

È lungo circa 6 mm ed è uno specialista nel mangiare fiori e frutti del cespuglio di cotone. Dall’America centrale riuscì a viaggiare negli Stati Uniti e in Messico alla fine del XIX secolo.

Si riproduce rapidamente, è molto mobile ed è stato un vero e proprio parassita delle colture di cotone nel sud degli Stati Uniti. (striscia del Missouri).

Gli insetticidi non hanno un effetto letale sui tonchi adulti. La femmina depone circa 200 uova per tutta la vita, avvolte in un bozzolo di cotone, noto con il nome di quadrati, sono come piccole capsule protettive. 

Come altre specie, è in grado di sigillare il buco dell’ovideposizione con l’aiuto dei suoi escrementi, quindi l’area è macchiata di marrone. Questo genera un’infestazione delle capsule, che finiscono per cadere dalla pianta , o per essere sospese.

Un altro dato interessante è che le larve che si schiudono dalle uova imparano a nutrirsi del tessuto della capsula, in un periodo che va dai 7 ai 14 giorni. Dopodiché, si impupano per altri 5 giorni circa, per lasciare il posto al giovane adulto, che si nutre anche dei quadrati o delle capsule e del polline.

In sintesi, il punteruolo della capsula ha il seguente ciclo di vita: uovo, larva, pupa e adulto, riuscendo a completarlo in 2 o 3 settimane in condizioni ideali. Nelle grandi infestazioni andrà sicuramente perso più del 50% del raccolto e nelle successive infestazioni le piante non daranno frutti.

Ma quando arriva l’ inverno , molti insetti muoiono perché non sopportano temperature così basse, nonostante possano andare in letargo e conservare riserve fino all’arrivo della stagione calda. I tonchi adulti consumano i terminali di cotone delle piantine senza causare gravi lesioni che ne ritardano la crescita.

Quali piante colpisce il punteruolo?

Vive a spese delle piante delle famiglie delle palme. Alberi di cocco o Cocos nucifera, la cosiddetta palma da olio o Elaeis guineensis e altri del genere Phoenix, come la palma delle Canarie e la palma da datteri.

Allo stesso modo, sono stati rilevati attacchi contro piante di altre specie come il cuore di palma Chamaerops humilis. E nel caso delle piantagioni di cotone, gli attacchi sono perpetrati dal punteruolo del cotone. 

Come combattere il tonchio?

Esistono diversi metodi di controllo biologico e chimico utilizzati per combattere questo parassita.

Curculione della pianta del cotone

Una pratica molto vantaggiosa è la gestione precoce delle colture, al fine di preservare le rotte ed evitare l’aumento degli invasori, perché in questo modo si riduce il tempo di vulnerabilità della semina.

Se la temperatura del terreno consente una semina precoce, l’impatto negativo dell’insetto sarà notevolmente ridotto, poiché anche le varietà a maturazione, la gestione della fertilità della pianta e il controllo della taglia delle piante saranno precoci, evitando che siano molto esuberanti. 

Allo stesso modo, l’applicazione di regolatori di crescita come mepiquat cloruro o Pix è conveniente. Tutte queste azioni contribuiscono alla riduzione della popolazione Weevil.

punteruolo rosso

In Spagna, le piantagioni di palma colpite dall’azione distruttiva del punteruolo rosso hanno dato buoni risultati con metodi di lotta biologica.

Nelle comunità andalusa, catalana e valenciana sono stati ricercati vari metodi di sterminio della peste, ottenendo una maggiore efficacia con l’introduzione di parassiti che si nutrono di questi punteruoli.

Un altro metodo efficace consiste nell’applicazione di un’endoterapia di tipo vegetale e applicazioni fogliari di tipo doccia, utilizzate nelle palme che non hanno il germoglio apicale tagliato o morso dalle larve. Anche l’utilizzo del fungo Beauveria bassiana89 come agente di controllo biologico ha dato ottimi risultati.

Quali sono i migliori prodotti per eliminare i punteruoli?

Nel caso dei punteruoli quadrati che danneggiano le coltivazioni di cotone, vengono combattuti con azioni combinate di controllo colturale e prodotti chimici.  

In generale sono molto efficaci le cosiddette trappole a feromoni, che vengono preparate con una versione sintetica o artificiale dei feromoni prodotti dai maschi per attirare i punteruoli di entrambi i sessi, potendo ottenere informazioni sul tipo di attività e sul numero di adulti presenti nel raccolto.

Trattamento chimico

Un primo trattamento chimico chiamato capocchia di spillo quadrato, viene fatto con insetticida per questi punteruoli, che deve coincidere con il momento della comparsa dei primi quadrati o capsule, non appena iniziano a svilupparsi (devono essere delle dimensioni di un fiammifero di fosforo ).

Questa procedura di sterminio precoce evita la comparsa di un esercito di colonizzatori di punteruoli o punteruoli quadrati, il che riduce anche la necessità di continuare ad applicare insetticida per il resto della stagione del raccolto.

Questi dovrebbero essere combinati con trappole a feromoni, a condizione che le piante crescano ad una velocità di una trappola per 10-20 acri. Il secondo metodo di applicazione dell’insetticida è diretto contro le popolazioni che hanno superato la soglia economica, poiché mostreranno perdite se non saranno controllate.

In questo trattamento, dovrebbero essere selezionati casualmente circa 100 quadrati quando hanno già raggiunto le dimensioni di una gomma da matita. E i trattamenti di applicazione dell’insetticida ogni settimana vanno ripetuti, fino a quando non si vede la riduzione della produzione di quadretti o capsule.

Di solito questo viene fatto a intervalli di 4-5 giorni, fino a quando la popolazione non si riduce. Infine, il terzo trattamento insetticida è un aerosol chiamato “diapause control”, è rivolto ai punteruoli che entrano nel periodo di letargo, che deve essere applicato dopo la raccolta del raccolto, ma anche prima che i punteruoli entrino nell’habitat di svernamento.

È necessario effettuare più nebulizzazioni, con pause comprese tra 10 e 14 giorni. Ed è sospeso quando i tonchi muoiono a causa di forti gelate, o quando i resti del raccolto vengono distrutti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *