Suggerimenti

¿Qué Enfermedades y Plagas Atacan al Bambú?: [Identificar y Tratarlas]

Se c’è una pianta che è stata usata dagli umani, è il bambù; quindi sapere come trattare le malattie del bambù è importante.

La buona notizia è che sono abbastanza resistenti agli attacchi di tutti i tipi di microrganismi, insetti e funghi , quindi aiutarli a progredire non è difficile.

Ma non basta volerlo bene, bisogna fare uno sforzo per riconoscere quali sintomi presenta e le azioni che possiamo applicare per contrastarli.

Ed è esattamente ciò di cui parleremo oggi, quindi è meglio che presti tutta la tua attenzione in modo da poter mantenere i tuoi bambù in condizioni ottimali.

  

Woodlouse

La malattia provoca la comparsa di macchie sul dorso delle foglie e, in alcuni casi, lungo il tronco .

Questa azione si può evidenziare in due modi diversi a seconda del tipo di cocciniglia che la sta producendo:

  1. Macchie marroni di consistenza morbida, cotonosa, apparentemente con uno strato ruvido sulla parte superiore. Possono variare di tonalità in termini di marrone, alcuni sono più chiari e altri più scuri.
  2. Macchie bianche con lievi rilievi come se fosse cotone.

Sebbene questi punti possano essere facilmente rimossi, la realtà è che non è sufficiente attaccare l’insetto che li produce.

  

Trattamento della cocciniglia su bambù

Per riportare la pianta in condizioni ottimali sarà necessario applicare un insetticida appropriato per questa malattia.

Il modo corretto per farlo dipenderà in gran parte dallo stato degli insetti, essendo molto più facile eliminare le larve rispetto agli adulti .

Dopo che il parassita è stato eliminato, i sintomi della malattia scompariranno permettendo al bambù di tornare alla sua condizione naturale.

Allo stesso modo, il sapone di potassio può essere applicato   sul lato inferiore delle piante e l’  estratto di neem , che agirà come insetticida.

acari

Gli acari sono presenti in quasi tutti gli ambienti e non danno tregua alle piante di bambù.

La sua azione si evidenzia in presenza di piccole macchie gialle sulla pagina inferiore delle foglie.

Questa azione fa sì che si consumino nella loro struttura e finiscano per cadere, causando danni allo sviluppo della pianta .

A volte sarà possibile che si formino anche come una serie di ragnatele che facilitano ulteriormente il riconoscimento da parte dell’attacco di acari.

  

Trattamento degli acari sul bambù

Quando l’attacco è a livello superficiale e non è diventato grave , è meglio inumidire la pianta più frequentemente.

Questo perché gli acari non vedono nell’umidità un ecosistema piacevole per la loro sussistenza e finiscono per scomparire.

Ma quando l’attacco è più grave, sarà necessario applicare qualche tipo di sostanza chimica per aiutarlo a controllarlo.

afidi

È un altro degli insetti in grado di far ammalare più rapidamente la pianta di bambù.

Per riconoscere gli afidi dovrai solo guardare la loro struttura poiché sono di colori simili, come il verde, il giallo o il bianco.

Man mano che la linfa della pianta viene consumata, finiscono per indebolirla eccessivamente, essendo possibile anche che causino la morte.

Attaccano in gruppo, quindi quando ne vedi uno, sicuramente ce ne sono altri nelle vicinanze.

  

Trattamento degli afidi sul bambù

Per affrontare gli afidi è fondamentale utilizzare una sostanza chimica in grado di provocare i danni necessari alla loro eliminazione.

Bisogna però tenere in considerazione che questo prodotto non è così dannoso da finire anche per pregiudicare il corretto sviluppo della pianta.

In caso di non avere una conoscenza adeguata su quale acquistare, è meglio chiedere consiglio a un centro specializzato come un asilo nido.

Caduta delle foglie

Sebbene il bambù sia molto resistente, può subire alcuni danni causati da una scarsa cura.

La caduta delle foglie in stagioni inopportune come l’estate o la primavera può verificarsi.

Tuttavia, non dovresti perdere di vista le condizioni che stanno generando questa condizione.

Se in breve tempo si vede che la pianta sta già rinnovando le foglie, non c’è da preoccuparsi poiché si tratta di un ciclo normale.

Ma se è il caso che la caduta delle foglie è un prodotto dell’umidità, sarà necessario fare il trattamento suggerito di seguito.

Trattare la caduta delle foglie su bambù

Quando si nota la caduta delle foglie in una condizione strana, ciò può essere dovuto all’eccessiva umidità contratta dopo l’irrigazione.

Per aiutarlo a tornare al suo stato naturale, un buon piano è lavorare il terreno dove è piantato per aiutarlo ad asciugare.

Se questa azione non viene eseguita nei tempi corretti, la pianta potrebbe morire.

Con questi semplici consigli avrai la possibilità di vedere la tua pianta radiosa e rigogliosa come sempre dopo una malattia.

Se hai una pianta di bambù in casa, prenditene cura come un tesoro perché è proprio quello che è.

  

Ragno bianco

Per combattere un’infestazione da ragno bianco si può applicare un estratto di aglio e peperoncino , anche se se la pianta  è molto colpita , è bene rimuoverla per evitare che si diffonda alle altre .

Se il  problema persiste , è importante  consultare un esperto per applicare un miticicida efficace .

Ruggine

Attacca la parte  aerea della pianta , principalmente  foglie e fusti , dove compaiono  masse farinose dall’aspetto rugginoso.

Il trattamento consigliato è a  base di fungicidi .

ragno rosso

Può essere messo a bagno di notte spruzzandolo per mantenerlo umido.

Per combattere si può applicare un  estratto di aglio  e peperoncino , anche se se la pianta è molto colpita, è meglio rimuoverla per evitare che si diffonda ad altre piante.

Verme del filo di bambù

È il nome comune delle larve di coleotteri che vivono nel terreno (coleotteri: Elateridae) , hanno prodotto perdite economiche nella produzione di bambù in Cina.

Le larve danneggiano il germoglio sotterraneo e l’apparato radicale del bambù.

Noctuidos Noctuidos di bambù (Lepidoctera: Noctuidade)

Mangiano germogli di bambù. Tra questi Kumasia kumaso, Apamea apameoides, Oligia vulgaris e Apamea repetita conjuncta è il più importante, che può causare circa il 90% dei decessi.

È comune trovare molte di queste specie accanto ai germogli di bambù.

Il danno è causato dalle larve, che si insinuano in nuovi germogli e steli e nella maggior parte dei casi causano la morte o il danno dei germogli.

punteruoli di bambù

Sono circa 18 le specie di punteruoli (Coleoptera: Curculionidae) distribuite in Cina, Bangladesh, Giappone, India, Myanmar, Brasile, Sri Lanka, che attaccano i germogli di bambù.

Sia gli adulti che le larve di questi tonchi si nutrono di germogli, anche se le larve sono quelle che perforano i germogli di bambù e sono responsabili della maggior parte dei danni.

Stigma chinensis (Chrysomelidae)

Attacca solo i nuovi fusti in crescita e di conseguenza gli internodi diventano corti e talvolta contorti.

Se l’attacco è grave, gli steli vengono persi. Le uova vengono lasciate sugli steli teneri e successivamente il danno causato dalle larve interrompe la crescita del fusto.

Aragosta di bambù

L’aragosta è uno dei gruppi più importanti di insetti parassiti che colpisce il bambù.

Ci sono circa 40 specie di locuste di bambù che si nutrono di foglie di bambù.

Sono classificati in diversi generi di cui i geroglifici sono i più comuni. Sia gli adulti che le ninfe si nutrono di germogli e foglie di bambù. Provocano la completa defogliazione del supporto in bambù.

Rulli per fogli

I rulli fogliari (Lepidoptera Pyralidae) appartengono ai gruppi più importanti di mangiatori di foglie di bambù.Più di dieci specie di rulli di foglie di bambù attaccano i bambù.

Tra queste, le più importanti sono quattro specie Algedonia coclesalis, Crocidophora evenoralis, Demoboty pervulgalis e Circobotys aurealis. Il danno è causato dalle larve, che attaccano le foglie come scatole e si nutrono dei tessuti superiori delle foglie.

Cyrtotrachelus longipes (Curculionidae)

È un verme che attacca l’apice superiore dei nuovi steli e nella maggior parte dei casi li mangia.

Come proteggiamo il bambù dall’attacco degli insetti?

Gli insetti attaccano molto il bambù, in particolare dopo essere stati potati per l’uso.

Per questo motivo è necessario prestare le cure necessarie per evitare ulteriori danni. La protezione delle piante può essere suddivisa in due linee: a) la pianta in crescita eb) il bambù come prodotto.

Esistono due modi per proteggersi dai danni degli insetti:

  1. Il primo è variare la stagione del raccolto per alterare il ciclo di vita del parassita.
  2. L’altro è trattare le talee di bambù fisicamente o con prodotti chimici. I trattamenti fisici includono: fuoco, bollitura del legno e variazione della stagione del raccolto. I trattamenti chimici, nel frattempo, includono la soluzione di mercurio e acido borico, tra gli altri. Tuttavia, il controllo più efficace, indipendentemente dal fatto che il bambù sia non tagliato nel ciuffo o in officina, è bruciare gli steli che sono stati attaccati.

Riferimenti e bibliografia

  • La coltivazione del bambù, di David Valdez.
  • Bambù: specie multiuso per lo sviluppo locale sostenibile in Messico.
  • Guida tecnica alla coltivazione del bambù, José Ramón Mercedes.
  • https://iberomasacyted.blogs.upv.es/files/2020/01/Gu%C3%ADa-de-Cultivos-Energ%C3%A9ticos-en-Latinoam%C3%A9rica-en-proceso.pdf#page= 60
  • Enda Caribe, 1990: Fai la tua piantagione di bambù. Satis. Santo Domingo, Enda – Caraibi. Jaquez, Florencio, 1990.
  • Guida tecnica per la promozione del bambù nella Repubblica Dominicana. UASD / INDRHI.
  • Guadua, dono della natura. Sub-responsabile tecnico, Bollettino n. 72, Colombia Florián, Isidro, 1991.
  • Jáquez, Florencio, 1990: Guida tecnica per la promozione del bambù nei bacini idrografici. Indrhi-UASD.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.