Suggerimenti

Coltivazione del tè: la guida completa per piantare, coltivare e raccogliere il tè

Gli amanti del tè possono coltivare il tè a casa, il che può sorprendere alcuni. Ho sempre pensato che avrei dovuto continuare a comprare il tè in negozio. Non avevo idea che avrei potuto imparare a coltivare il tè nel mio giardino e che le piante possono crescere in molte parti degli Stati Uniti.
Il tè, nero, oolong, bianco o verde, proviene dalla pianta Camellia sinensis . È un arbusto sempreverde o un piccolo albero, e le foglie sembrano alloro. Originario dell’Asia, preferisce un clima tropicale, ma ciò non significa che non possa funzionare in climi più freschi.
Non avete bisogno di un grande giardino per coltivare il vostro tè – può essere coltivato in un contenitore in un cortile o su un balcone; semplicemente non sarete in grado di produrre grandi quantità.
Come qualsiasi altra pianta, il tè richiede tempo e una cura adeguata, ma detto questo, la coltivazione del tè non è così difficile come si potrebbe pensare. Ecco cosa bisogna sapere per iniziare.


Varietà di piante di tè

Sul mercato si possono trovare molti tipi di tè con caffeina, e la maggior parte di essi proviene dalla “pianta del tè”, Camellia sinensis. Questa pianta è una pianta sempreverde resistente, verde brillante, appuntita e profumata. In autunno, la pianta ha dei delicati fiori bianchi, quindi il cespuglio ha molto più da offrire di una semplice tazza di tè.
La pianta è originaria della Cina e dell’India. La camelia sinensis sinensis proviene dalla Cina e preferisce temperature più fresche. La Camellia sinensis var. assamica proviene dall’India e prospera nelle regioni calde. Ha foglie più grandi del fratello cinese.
Se cresciuti all’aperto, questi arbusti possono crescere fino a 15 piedi di altezza, ma se cresciuti in contenitori, la maggior parte cresce fino a soli 6 metri di altezza. In Spagna, la pianta del tè è coltivata commercialmente alle Hawaii, a Washington, nell’Oregon e in alcune parti del sud-est.


Come piantare il tè

Se avete deciso di coltivare una pianta di tè in casa vostra, diamo un’occhiata ai dettagli essenziali che dovete sapere.


Aree di coltivazione

Il tè cresce nelle zone da 6 a 9.


Requisiti di luce solare

La camelia sinensis deve essere piantata in un luogo luminoso e protetto, con una parziale ombreggiatura nel caldo del giorno. La cultivar indiana può tollerare più sole e temperature più elevate.


Requisiti del suolo

Il tè è una pianta amante dell’acido che preferisce un pH compreso tra 4,5 e 6,5. Devono crescere in terreni ricchi, argillosi, sciolti e scorrevoli. Molti giardinieri trovano il rinvaso ideale perché il drenaggio e i livelli di acido possono essere controllati più facilmente che in una aiuola da giardino. Assicuratevi di aggiungere fertilizzante al terreno prima di piantare.


Coltivazione di piante di tè da seme

La maggior parte dei giardinieri preferisce partire da una piantina. Questo è più facile, ma si può anche iniziare il tè dai semi. Questa è tutt’altro che una scienza esatta, e la germinazione può richiedere fino a 8 settimane.
Per far crescere il tè dai semi, immergere prima i semi di tè in acqua per 24-48 ore. L’ammollo dei semi aiuta ad avviare il processo di germinazione, che porta alla massima probabilità di successo della germinazione.
Dopo l’ammollo, mettete i semi in un vassoio per semi in posizione calda e soleggiata. Assicuratevi di spruzzare il terreno per mantenerlo umido. Aspettatevi di vedere la germinazione in 6-8 settimane. Una volta che i semi hanno germinato e sviluppato 3 o 4 foglie, è il momento di spostarli nella loro casa permanente o in un contenitore più grande.


Spazio

Queste piante possono raggiungere un’altezza di circa 1,80 m, e se nel terreno vengono piantati diversi arbusti, lasciare uno spazio di 1,80 m tra ogni pianta. Queste piante hanno bisogno di molto spazio per respirare e per diventare arbusti. Volete quante più foglie possibili.


Trapianto

È meglio aspettare la fine del secondo inverno per piantarlo all’aperto. Le piante di tè sono delicate all’inizio e dovrebbero essere spostate in un luogo soleggiato quando si congelano. Ci vogliono 3 anni per raggiungere la maturità. Durante il primo anno, ricordatevi di tenere le piante in un grande contenitore che potrete spostare a seconda delle necessità.
Se vivete in una zona ideale per la coltivazione del tè, mettete pure le piante all’esterno dopo che sono cresciute fino a 8 cm e che ogni pericolo di gelo è passato. Assicuratevi di indurire le piante per una settimana.
Quando li spostate, scavate una grande buca che può entrare nella palla di radice. Aggiungere un po’ di fertilizzante sul fondo della buca e spargere le radici prima di mettere il cespuglio nella buca. Riempire il foro e spingerlo saldamente nel terreno. Acqua in profondità.


Coltivazione di piante di tè in contenitori

Se non vivete nel clima giusto, provate a coltivare il tè in un contenitore. Scegliete un vaso che abbia molti fori di drenaggio e che sia grande il doppio della palla di radice. Un buon drenaggio è essenziale perché le piante di tè muoiono nel terreno pieno d’acqua.
Riempire un terzo del contenitore con terriccio acido ben drenato. Posizionare la pianta al centro del vaso e riempire il resto della superficie con terra. La corona della pianta deve essere visibile sopra la superficie del terreno.
Dovrete rinvasare le piante ogni 2 o 4 anni, o man mano che il cespuglio cresce. Se le radici iniziano a crescere fuori dal loro contenitore, spostarsi in un contenitore leggermente più grande. Potete anche tagliare le radici per assicurarvi che si adattino al vaso.


Come prendersi cura del tè

Ora che la vostra pianta del tè è pronta e piantata, nel terreno o in un contenitore, ecco alcuni dettagli su come curarla. Non è affatto difficile!


Cura invernale

Le piante di tè hanno bisogno di essere protette dal gelo quando sono giovani, quindi è meglio portarle in una serra o in un portico per i primi due inverni.


Irrigazione

Le piante di tè hanno bisogno di molta acqua. Quando la parte superiore da 2 a 4 cm del terreno è asciutta, la pianta deve essere annaffiata a fondo. E’ indispensabile lasciare asciugare il terreno tra un’annaffiatura e l’altra per evitare che la pianta si riempia d’acqua. Lasciate scolare il terreno e non lasciate il vaso nell’acqua.


Fertilizzante ing

Le piante di tè in genere non hanno bisogno di molto nutrimento. In primavera, all’inizio della stagione di crescita, dare loro un concime altamente acido.


Dimensione

Raccoglierete la vostra pianta per tutta la stagione della crescita, ma dovrete anche potare i vostri arbusti di Camellia sinensis . Potare le piante ogni anno dopo il periodo di fioritura. Assicurarsi di rimuovere gli steli morti o danneggiati con una forbice da potatura pulita. .
Tagliare il gambo alla base del cespuglio. Se si taglia per dimensioni o forma, tagliare i singoli rami appena fuori da un nodo del germoglio o della foglia.


Parassiti e malattie comuni


Punto di foglie di alghe

La macchia di foglie è, come suggerisce il nome, una malattia causata dalle alghe. Fa sì che sulle foglie compaiano macchie o chiazze grigie, verdi o abbronzate. Può essere difficile da controllare, quindi la prevenzione è la soluzione migliore. Evitare l’irrigazione aerea, che può diffondere la malattia, e lasciare abbastanza spazio tra ogni pianta per la massima circolazione dell’aria. È possibile utilizzare anche un’applicazione di fungicidi protettivi.


Bruciatura della lampadina

L’ustione della vescica crea piccole macchie delle dimensioni di uno spillo sulle foglie giovani. Alcune macchie diventano trasparenti e più grandi, diventando marrone chiaro. Può causare vesciche sul lato inferiore delle foglie, che possono essere di colore verde scuro, bianco o marrone.
La vescica è un fungo. È possibile utilizzare un fungicida fogliare o sistemico appropriato per proteggere le piante dai danni.


Camellia Dieback e Canker

La camelia morta è un fungo che può disturbare le piante di tè. Le foglie diventano improvvisamente gialle e cominciano ad appassire dai rami. Sulla corteccia e sul fusto si sviluppano macchie grigie che diventano aree affondate chiamate canker. Le parti della pianta sopra i canker perdono il loro vigore, causando l’appassimento e la morte della pianta.
Per prevenire questo fungo, assicuratevi di utilizzare un terreno acido ben drenato e di rimuovere tutti i ramoscelli malati tagliando diversi centimetri sotto i canker. Disinfettare il terreno tra un taglio e l’altro. È possibile applicare i fungicidi protettivi adeguati anche in caso di pioggia.


Peronospora dei fiori di camelia

Questo fungo produce piccole macchie marroni di forma irregolare sui petali dei fiori. L’intero fiore diventerà marrone e cadrà dalla pianta. Questo fungo tende ad emergere in primavera durante i periodi umidi.
È meglio rimuovere tutti i fiori infetti dalle piante e tutti i detriti del raccolto intorno alle piante. Utilizzare fungicidi appropriati sul terreno per ridurre la gravità della malattia.


Scala del tè

Se si notano macchie giallo pallido sulle foglie o se le foglie intere diventano gialle, si può avere un problema di tartaro. Può far sì che le foglie diventino marroni e cadano prematuramente, oltre a ridurre le dimensioni del fiore. Le squame degli insetti adulti hanno una forma oblunga, tipicamente sul lato inferiore delle foglie.
Le infestazioni luminose possono essere gestite rimuovendo gli insetti dalle piante e distruggendo le foglie. Se avete un’infestazione più grave, potete applicare un olio vegetale dopo la fioritura.


Piante compagne

Il tè cresce bene con fagioli ed erbe. Non piantare il tè con le patate.


Raccolta e conservazione del tè

Le piante di tè si spengono in inverno e la primavera porta una nuova crescita con il primo germoglio di tè. Una volta che le piante hanno raggiunto il terzo anno, le prime due foglie e le prime gemme verde brillante possono essere rimosse da ogni ramo. Queste giovani foglie verdi di mela sono perfette per una tazza di tè fresco.
In seguito, è meglio raccogliere le piante regolarmente per favorire la crescita e contribuire a creare un cespuglio cespuglioso. È possibile pianificare il raccolto della pianta del tè durante tutto l’anno, dalla primavera all’estate. Basta raccogliere le foglie superiori della pianta, lasciando che le foglie inferiori continuino a crescere.
Per asciugare le foglie, cuocerle al vapore per un minuto, poi spargerle su una teglia e cuocere per 20 minuti a 250°F.


Il risultato finale della coltivazione del tè

Per anni ho pensato di non poter coltivare il tè nel mio giardino, ma mi sbagliavo. Se sei un fanatico del tè, il passo successivo è imparare a coltivare il tè a casa, e sarai felice di scoprire che non è così difficile come pensavi. Chiunque può farlo e bere tè fresco locale in qualsiasi momento.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *