Suggerimenti

Tutti i tipi di fertilizzanti per il vostro giardino organico

Avevo paura della parola “fertilizzante”. Pensavo fosse un prodotto industriale spaventoso che richiedeva l’uso di una tuta per il rischio biologico.

La verità è che ho ancora paura di certi fertilizzanti, quello sintetico mi fa bruciare il naso quando li annuso nei grandi campi.

Tuttavia, ho imparato che ci sono molti tipi diversi di fertilizzanti. In realtà, alcuni di loro sono cose che uso già in azienda.

Vi parlerò qui della mega-lista di fertilizzanti che potreste usare per la fertilità del vostro giardino.

>


Cos’è un fertilizzante?

>

Il fertilizzante è qualsiasi cosa venga applicata al vostro terreno per migliorarne la “fertilità”. La fertilità è ciò di cui avete bisogno per far crescere piante grandi e sane! Senza di essa, le piante si atrofizzano, si ammalano e attirano più parassiti di quanti se ne possano raccogliere a mano, anche se lo si fa per ore e ore ogni giorno.

In generale, quando la maggior parte delle persone parla di fertilità, si parla di nutrienti come N-P-K (azoto, fosforo, potassio). Ma in un giardino biologico si parla anche di tutti i tipi di oligoelementi – le forme di vita organiche e la materia organica che abitano il nostro suolo.

Purtroppo, in un giardino biologico, una fertilità troppo errata può uccidere le piante e rendere tossico il giardino. Ma non preoccupatevi! Sto per condividere un sacco di informazioni sui fertilizzanti per aiutarvi a prendere decisioni sicure sulla coltivazione di un grande giardino!


Cosa significa “organico”?

>

La maggior parte di noi agricoltori vuole coltivare i propri orti usando cose che fanno bene all’ambiente. Ci piace usare i prodotti di scarto come il letame, gli scarti di cucina, le foglie e i ritagli di erba per aggiungere fertilità al nostro paesaggio. Inoltre, preferiamo fertilizzare il terreno con fertilizzanti, coprire le colture e la rotazione delle colture piuttosto che con prodotti chimici.

In altre parole, vogliamo essere organici. Vogliamo utilizzare un sistema ecologico” che promuove e valorizza la biodiversità, i cicli biologici e l’attività biologica nel suolo. ” (Questa è una delle definizioni legali dell’agricoltura biologica.)

Si riduce all’idea che vogliamo coltivare in modo da promuovere un terreno vivo che migliori ogni anno.

Permettetemi quindi di essere molto chiaro sul significato di “biologico” nel contesto di questo post. Essere biologici non significa che si debba essere certificati o seguire regole elaborate per far crescere il proprio giardino. Significa semplicemente che si utilizzano materiali che favoriscono la vita del suolo piuttosto che danneggiarlo o scoraggiarlo.


Modifiche organiche del suolo

>

Quando faccio le mie modifiche del terreno a casa, alcune di esse potrebbero non soddisfare il requisito legale di usare la parola “biologico” in un negozio al dettaglio. Per esempio, il compost deve essere fatto con rapporti carbonio-azoto di 25:1-40:1. Personalmente, uso tutti i tipi di rapporti a seconda di ciò che devo usare.

Inoltre, a volte faccio il compostaggio di cose che non sono necessariamente cresciute in modifiche biologiche certificate al 100%. Il contadino per strada non è certificato biologico, ma sono felice di prendere il suo concime gratuito per il mio giardino. La paglia e il fieno che uso per il mio bestiame non sono certificati biologici, e continuo a concimare con questa paglia e il loro letame.

Poiché ci vuole molto fertilizzante per costruire un buon terreno, non posso permettermi di scegliere tutti gli ingredienti che uso nel mio mucchio. Mi affido invece al mio istinto e uso le cose che mi sembrano sicure. Ora, se qualcuno mi offrisse delle fognature gratuite, passerei sicuramente!


– NOP e OMRI

Quando compro qualcosa in negozio, di solito compro solo prodotti approvati NOP o OMRI. Queste distinzioni non sono una garanzia di sicurezza per il mio giardino. Ma significa che qualcuno che capisce lo scopo dell’agricoltura biologica (per esempio, costruire il terreno) ha controllato se queste cose lo faranno.

  • Il NOP è il programma biologico nazionale dell’USDA. La certificazione NOP significa che questi prodotti soddisfano i requisiti di legge negli Stati Uniti per essere considerati biologici.
  • L’OMRI, l’Organic Materials Review Institute, è un’organizzazione senza scopo di lucro che fa pagare ai produttori di prodotti una tassa di iscrizione per verificare che i loro prodotti siano conformi agli standard biologici.


– Concimi non organici certificati N-P-K

In particolare, ritengo che questi identificatori NOP e OMRI siano >estremamente importanti quando si tratta di qualsiasi fertilizzante diverso dal letame. Per esempio, se prendessi un sacchetto di fertilizzante inorganico etichettato 10-10-10 presso il negozio di ferramenta e lo applicassi al mio orto biologico, potrei far deragliare anni di costruzione del suolo in una sola applicazione!

I fertilizzanti non organici certificati sono di solito prodotti da sostanze estratte come la “soda”, che è una specie di sale. Questi emendamenti sono ad azione rapida e si diffondono rapidamente nel terreno. Per questo motivo possono anche lavarsi via con una sola buona pioggia e avvelenare i corsi d’acqua esacerbando le fioriture di alghe tossiche.

Sono economici e molto concentrati, il che li rende invoglianti da usare. Tuttavia, in un giardino biologico, è come nutrire con caramelle tutti i microrganismi del terreno. Danno energia al vostro giardino per un po’ di tempo e poi lo mandano in crash e bruciano quando gli alti livelli di zucchero svaniscono.

Ora non dovete comprare solo modifiche organiche certificate per ottenere fertilizzanti ad azione lenta che non rovineranno il vostro terreno. Ma fino a quando non si comprende l’effetto di ogni tipo di fertilizzante, la sua produzione e l’uso, i prodotti elencati da NOP yu OMRI sono le opzioni più sicure per un giardino biologico.


Concime per l’orto biologico

>

Ora che queste spiegazioni sono finite, diamo un’occhiata più da vicino ai diversi fertilizzanti per il vostro orto biologico.


Compost

Il fertilizzante è tecnicamente un tipo di fertilizzante. È meglio pensarlo come un balsamo per il suolo. Aggiunge al terreno la lavorazione del terreno (allentamento), la capacità di trattenere l’acqua e gli organismi benefici. Ha anche la capacità magica di trasformare il terreno in una fabbrica di nutrienti per le piante.

A seconda dei metodi di compostaggio, il fertilizzante può essere una fonte dei tre macronutrienti essenziali: azoto, fosforo e potassio (NPK). Può anche contenere altri micronutrienti come calcio, magnesio e molti altri.


1. compost invecchiato (+- 0,5-0,5-0,5)

Il problema è che ogni fertilizzante ha un diverso mix di nutrienti. È difficile sapere esattamente cosa contiene senza costosi test. Quindi, invece di usare il compost principalmente come fertilizzante, invecchiamo il nostro compost per aiutare ad ammorbidire le sostanze nutritive.

Questo significa che lo lasciamo riposare per 6-24 mesi prima di metterlo nel nostro giardino. Quando finalmente applichiamo questo fertilizzante invecchiato, aggiunge alcuni nutrienti minori, ma soprattutto “humus”.


2. Humus

L’humus è una sostanza organica ben decomposta che generalmente fa crescere tutto meglio senza aggiungere molto N-P-K. L’humus è una sorta di mistero, anche per gli scienziati.

Non sanno perché, ma più humus contiene un giardino, meno N-P-K è necessario per far crescere piante sane. Quindi la ragione per cui aggiungiamo fertilizzante al nostro giardino non è tanto per fertilizzare, ma per costruire il nostro humus. Quindi, a lungo termine, non avremo bisogno di applicare tanto fertilizzante N-P-K.


3. Batteri, funghi e invertebrati benefici

Un compost ben stagionato contiene anche tutti i tipi di batteri benefici. Se al compost si aggiungono materiali legnosi o a foglia, si trovano anche molti funghi benefici. Inoltre, probabilmente ha creature benefiche come vermi e altri insetti che abbattono la materia organica.

Quando si applica il fertilizzante al giardino, tutte queste creature benefiche vengono trasferite sul suo terreno.


4. Prima il fertilizzante

A meno che non abbiate un terreno scuro e limoso profondo non più di un metro e mezzo, dovrete aggiungere ogni anno un pollice di compost ben stagionato al vostro giardino. L’aggiunta regolare di compost al vostro giardino è alla base della fertilità organica del terreno.

Inoltre, una grande quantità di letame è anche responsabile dell’efficacia di altri fertilizzanti organici. Se non si utilizza il fertilizzante, la disponibilità di N-P-K e altri nutrienti da tutti i fertilizzanti che dettaglio dettaglio è notevolmente ridotta.


Letame

Allineare”>>

Immagine di Down To Earth Distributors Inc. Eugene, Oregon

Il letame può essere usato come fertilizzante o come lettiera. Nella fattoria, la maggior parte di ciò che facciamo è concime a base di letame, non fertilizzante. Avrete alcune piccole quantità di N-P-K, per aggiungere la fertilità. Ma per la maggior parte, aggiunge materia organica al terreno.

Per mantenere elevati livelli di N-P-K nel letame, è necessario utilizzare proporzioni controllate di carbonio e azoto. È inoltre necessario fertilizzare con materiali freschi ad alte temperature (130 – 160°F). Infine, è necessario completare il processo quando i livelli di nutrienti vengono raggiunti asciugando o applicando direttamente sulle aiuole da giardino.

La maggior parte di noi che fa il compostaggio a casa non è così precisa. Quando raccogliamo i nostri materiali da compostaggio in un mucchio abbastanza grande da iniziare il compostaggio, abbiamo già perso l’opportunità di conservare le sostanze nutritive. Di conseguenza, i nostri livelli di N-P-K nel compostaggio domestico sono generalmente inferiori a 1-1-1.


1. Letame di pollo (3-2-3)

Ci sono letami animali che vengono preparati professionalmente come fertilizzante invece che solo letame. Il concime per il letame di pollo insaccato, ad esempio, può avere un’analisi N-P-K di 3-2-3. Il letame di pollo disidratato, chiamato pellet, può contenere anche il 4-5% di azoto.


2. guano di pipistrello (10-3-1)

Il guano di pipistrello, o cacca, è un’altra eccezione. Se preparato come fertilizzante, può avere un contenuto di azoto di circa il 10 %, più il 3 % di fosforo e l’1 % di potassio.


3. guano di uccelli marini (0-11-0, calcio)

Il guano di uccelli marini, o cacca, non è ricco di azoto. Ma contiene l’11% di fosforo (0-11-0) in peso. Contiene anche il 20% di calcio.


4. A (1-0-0)

Il vermicompost, il letame o le fusioni sono prodotti utilizzando i vermi come metodo primario di compostaggio. Invece di creare una pila di compost caldo, viene mantenuta una pila fredda attraverso la quale i vermi si fanno strada.

Le parti dei vermi contengono quantità molto piccole di azoto misurabili. Tuttavia, sono così pieni di batteri buoni che molte piante possono crescere molto bene usando solo escrementi di vermi come fertilizzante.

Ma tenete presente che ci vuole una libbra di vermi per ogni metro di aiuola da giardino per essere usato come fertilizzante primario. Se si acquista il proprio vermicompost, costa una fortuna!


5. Altri fertilizzanti per animali

I fertilizzanti per conigli e alpaca possono avere un contenuto di azoto superiore all’1% anche se compostati in casa. Tuttavia, ancora una volta, le procedure di compostaggio e i tempi di invecchiamento fanno una grande differenza nel risultato N-P-K. In generale, sono ancora considerati fertilizzanti piuttosto che fertilizzanti concentrati.


6. Letame verde

I concimi verdi sono residui di colture lasciate nel terreno, o coltivate e lasciate a decomporsi naturalmente. Quando la copertura vegetale viene incorporata nel terreno o utilizzata come pacciame, diventa un sovescio.

Tutti i concimi verdi forniscono azoto e altri nutrienti. Ma sono i legumi come il trifoglio, coltivato con un inoculante batterico e tagliato poco prima della fioritura, che tendono a dare più azoto.


I fertilizzanti “alimentari”

Allineare”>>

Immagine attraverso la fattoria di Seven Springs

Le fonti più comuni di fertilizzanti organici N-P-K sono chiamati “alimenti”. I mangimi sono i sottoprodotti essiccati e macinati di altre industrie. Possono essere realizzati con residui di colture o con parti di animali e frutti di mare.

I pasti possono essere a rilascio rapido o lento. Lavorano meglio nei giardini fortemente fertilizzati o che tendono ad avere una consistenza sciolta. Questo perché molte sostanze nutritive presenti negli alimenti si attivano solo quando entrano in contatto con la vita nel suolo.


1. inoculanti batterici o micorrizici

Quando gli alimenti sono utilizzati in miscele di fertilizzanti al dettaglio, i produttori aggiungono alla miscela inoculanti batterici o micorrizici. Dal momento che i produttori non possono essere sicuri che ci sia abbastanza vita nel terreno per abbattere le sostanze nutritive insolubili in acqua, essi includono questi microrganismi per aiutarli nel processo.

È possibile acquistare inoculanti da aggiungere alla propria miscela per sovraccaricare il giardino. Ma finché il vostro giardino ha abbastanza fertilizzante, aggiunto ogni anno, probabilmente non ne avrete bisogno.


2. Farina di erba medica (2,5-0,5-2,5)

Sebbene questo prodotto contenga azoto, è un prodotto a rilascio molto lento. Personalmente, quando uso questo prodotto nelle mie miscele di fertilizzanti fatti in casa, lo tratto come il potassio. Così nella mia mente diventa 0-0-2,5.


3. Pasto di sangue (12-0-0)

La farina di sangue è essenzialmente polvere di sangue. Per me, è la migliore fonte di azoto organico prontamente disponibile che posso acquistare.

Se una delle mie piante ricche di azoto, come mais, lattuga o cavolo, sembra crescere lentamente, vestirò i miei letti con farina di sangue e acqua a fondo. Di solito uso ½ alla dose consigliata sul sacchetto. Se ne ho ancora bisogno, lo aggiungo una o due settimane dopo.

Il pasto di sangue è anche un eccellente attivatore di mucchio. Se la batteria è bloccata, aggiungerne altre per farla funzionare di nuovo. Il pasto di sangue può attirare parassiti carnivori come ratti e procioni. Ma può anche aiutare a scoraggiare i vegetariani come cervi, topi e conigli.


4. Farina di ossa (2-13-0, calcio)

La farina d’ossa, che è l’osso di animale macinato a secco (di solito di mucca), è un’ottima fonte di fosforo. Contiene anche molto calcio.

C’e’ dell’azoto. Tuttavia, l’azoto è molto lento da rilasciare, quindi, come l’erba medica, non lo considero nei miei calcoli. Il pasto osseo per me è 0-13-0. E’ anche una buona fonte di calcio.


5. Farina di glutine di mais (0,5-0,5-1)

La farina di glutine di mais, o semplicemente la farina di mais, ha una fertilità molto bassa. Tuttavia, viene utilizzato da molte persone come mezzo per ridurre gli agenti patogeni fungini nel terreno.


6. Cibo per granchi (4-3-0, 20%)

La polpa di granchio è fatta con tutte le parti rimaste dopo che la polpa di granchio è stata rimossa dal guscio. È un’ottima opzione per sostituire il concime per il letame di pollo se avete troppo potassio nel vostro giardino. La carne di granchio è anche ricca di calcio. Quindi è un’ottima opzione per fertilizzare i pomodori se avete bisogno di un integratore di calcio.


7. Farina di semi di cotone (6-2-1)

È uno degli ammendanti organici del suolo a più alto contenuto di azoto che si possono ottenere e non proviene da prodotti animali. È una fonte di azoto a rilascio molto lento. Per ottenere risultati ottimali, applicare con fertilizzante fresco.


8. Pasto di piume (13-0-0)

Il pasto a base di piume è la mia fonte preferita di azoto a lento rilascio. Ho trovato che quando uso questo prodotto con il fertilizzante, ho solo bisogno di riapplicare solo una volta ogni otto settimane, invece di ogni quattro settimane, per ottenere risultati eccellenti.

In Spagna mangiamo 9 miliardi di polli all’anno. Per questo mi sento bene a contribuire al recupero di tutti questi scarti dell’allevamento di polli nel mio giardino.


9. Farina di lische di pesce (3-16-0)

Come la farina di ossa di bovini, anche le ossa di pesce sono una grande fonte di fosforo. Anche l’azoto è a rilascio molto lento e può quindi essere considerato trascurabile. Contiene anche calcio.


10. Mangime per pesci (8-6-0)

La farina di pesce è una fonte a lento rilascio di azoto e fosforo prontamente disponibile. Personalmente, non è la mia fonte preferita di questi minerali perché sono molto costosi. Ma se si vive dove viene prodotto, può essere una buona opzione.


11. Cibo per corna e zoccoli (12-2-0)

Conosco i giardinieri biologici che usano la farina di corno e di zoccoli come fonte primaria di azoto. È un prodotto a rilascio lento, simile al pasto di piume. Tuttavia, è un po’ meno comune trovarlo nel vostro negozio di forniture agricole.


12. Farina di alghe marine (1-0-2)

Gli alimenti a base di alghe contengono azoto a lento rilascio e potassio a rilascio rapido. Quindi, come l’erba medica, la considero soprattutto una fonte di potassio.


13. Alimento per semi di neem (6-1-2)

Di recente ho scoperto la farina di semi di neem. Uso l’olio di neem di tanto in tanto nel mio giardino per aiutare a trattare agenti patogeni fungini e parassiti. Da quanto ho capito, come l’olio, anche la farina di semi di neem funziona come balsamo del terreno per aiutare a ridurre al minimo lo sviluppo di problemi fungini e scoraggiare i parassiti delle piante.


14. Farina di gamberi (6-6-0)

Questo sottoprodotto dell’industria dei gamberetti contiene un po’ di azoto a rilascio rapido (meno dell’1%) ma è una buona fonte di azoto a rilascio lento. Contiene anche un sacco di fosforo facilmente disponibile. Se fate le vostre miscele di sementi che includono il fertilizzante, è una buona scelta per il vostro N-P.


15. Farina di soia (7-1-2)

La farina di soia è più spesso utilizzata come integratore per l’alimentazione animale grazie al suo elevato contenuto proteico. Tuttavia, può anche essere un’utile fonte di azoto a lento rilascio nel giardino.


Spray per foglie

>

Oltre alle modifiche a lento rilascio basate sul suolo, i coltivatori biologici spesso utilizzano spray fogliari per migliorare la salute delle piante durante il ciclo di crescita. Spruzzando la parte inferiore delle foglie, le piante assorbono immediatamente le sostanze nutritive.


1. Tè al compost

Il tè per il compostaggio è un modo per estrarre dal compost le sostanze nutritive solubili in acqua e applicarle alle piante. Se si utilizzano metodi come l’aerazione e la fermentazione per preparare il tè, si aumenta il contenuto batterico del compost per produrre più sostanze nutritive solubili in acqua.

Nuove ricerche mostrano che anche le sostanze nutritive nel tè probabilmente non sono utili alla pianta. Invece, sono tutti quei batteri buoni. Quindi, più si può fare per aumentare la carica batterica, migliori saranno i risultati del tè al compost.


2. fertilizzanti liquidi per pesci

I fertilizzanti per pesci idrolizzati utilizzano un processo enzimatico per scomporre i nutrienti provenienti dai sottoprodotti dell’industria della pesca. Tendono ad essere considerati un fertilizzante di migliore qualità, ma sono più costosi.

Le emulsioni di pesce sono prodotte dal riscaldamento dei sottoprodotti dell’industria della pesca per rilasciare sostanze nutritive. Vengono poi ridotti ad un concentrato. Tendono ad essere più economici. Tuttavia, alcune persone sono preoccupate per il cloro che può derivare dal trattamento.


3. melassa a banda nera

La melassa di Blackstrap è spesso usata come attivatore batterico nel tè al compost. È un’eccellente fonte di cibo per i batteri benefici. Tuttavia, è anche una grande fonte di potassio solubile in acqua. Può contenere fino al 6% di potassio. Tuttavia, per ottenere i migliori risultati, dovrebbe essere applicato alle foglie ogni settimana.


Tracce di concimi minerali

aligncenter”>> aria-label=”appunta questa immagine” rel=”noope

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *