Orti di cura generale

Come funzionano gli erbicidi?

Per capire come funzionano gli erbicidi, dobbiamo prima capire cos’è un’erba. Ci sono molti tipi di erbacce, e il tipo che avete determinerà di quale diserbante scegliete di sbarazzarvi.

Cos’è un’erba?

Il dizionario dice che un’erba è “una pianta selvatica (non coltivata deliberatamente) che cresce dove non la si vuole. Secondo questa definizione, praticamente qualsiasi pianta che cresce dove non vogliamo che cresca è un’erbaccia.
Ma sono queste piante indesiderate che invadono e minacciano di impadronirsi delle vostre strade, dei cortili, delle aiuole, dei bordi e dei prati che sono il vero problema. Se avete bisogno di aiuto per identificare le piante che sono comunemente considerate erbacce, abbiamo recentemente scritto un articolo che mostra le caratteristiche che identificano le erbacce.

Cosa sono gli erbicidi?

Le erbacce possono essere molto frustranti ed estremamente difficili da controllare, soprattutto se non ritornano. I metodi tradizionali di controllo delle erbe infestanti si sono rivelati molto difficili in alcune circostanze, per cui era necessaria un’alternativa più efficace.
Gli erbicidi sono liquidi a base chimica appositamente progettati per attaccare al meglio diversi tipi di erbe infestanti. Non importa quale sia il lavoro di controllo dell’erbaccia che state cercando di fare, c’è un diserbante che farà esattamente ciò di cui avete bisogno.

Quando usare erbicidi

Le erbacce possono essere uccise in qualsiasi periodo dell’anno. Ma il momento migliore per usare gli erbicidi è quando sono in forte crescita (di solito la primavera e l’autunno) perché assorbono l’erbicida più rapidamente. Ciò vale soprattutto per gli erbicidi sistemici e selettivi la cui efficacia dipende dall’attività all’interno della pianta. Applicare erbicidi liquidi in condizioni di calma per ridurre al minimo la deriva della soluzione alle piante desiderate. L’applicazione sulle foglie fa sì che l’erbicida salga fino ai punti di crescita e scenda fino alle punte delle radici.
Anche la posizione dell’erba è importante. Ad esempio, se un’erba cresce in mezzo al prato, si dovrebbe usare un erbicida selettivo, e se cresce tra i cortili o i marciapiedi, un erbicida residuo sarebbe più appropriato.
Nelle situazioni in cui si vuole sgombrare un campo e piantare rapidamente, è possibile utilizzare un erbicida a base di glifosato che permette di collocare nuove piante dopo sole 24 ore senza causare danni.

Come usare gli erbicidi

L’uso degli erbicidi è spesso semplice, purché si legga e si seguano le istruzioni dettagliate che sono chiaramente stampate su ogni confezione. A meno che non si utilizzi uno spruzzatore a mano o uno spruzzatore Pull & Amp, sarà necessario farlo:

Utilizzare un annaffiatoio

Con una sottile barra spray alla rosa o diserbante che vi permetterà di controllare efficacemente dove applicare l’erbicida. Ricordate che un annaffiatoio separato è consigliabile se volete evitare di danneggiare accidentalmente altre piante durante la normale annaffiatura.

Utilizzare spruzzatore a pressione

Sono perfetti per il trattamento di grandi superfici. Leggere sempre l’etichetta per sapere quale metodo di applicazione (doccia o spray) è adatto al prodotto che si desidera utilizzare. Non camminare sulle aree trattate fino a quando non sono asciutte, per evitare di trasferire il prodotto alle piante desiderate.

Erba in mano

Afferrate l’erba il più vicino possibile al terreno e tiratela con decisione (radici e tutto il resto). Questo va bene per una o due erbacce, ma è molto difficile se ci sono molte erbacce. È inefficace con le erbacce ben radicate o che si diffondono. Per saperne di più sul diserbo delle mani.

Scavo o diserbo

Questo è ancora più difficile del diserbo a mano e bisogna fare attenzione a rimuovere ogni pezzo della pianta e a non danneggiare le radici senza danneggiare le piante da mantenere. Qualsiasi pezzo di radice di erbaccia perenne rimasto nel terreno diventerà una nuova pianta.

zappatura delle erbacce

Coprire le erbacce con la lama della zappa appena sotto la superficie del terreno evita il mal di schiena e le erbacce devono essere raccolte se si vuole che il giardino appaia pulito. La zappatura delle radici delle erbacce perenni spesso aumenta il problema e porta in superficie i semi delle erbacce annuali. Meno efficace con il tempo umido, la zappatura delle erbacce perenni spesso peggiora il problema. È meglio zappare quando fa caldo o quando c’è vento, quindi le erbe infestanti muoiono in fretta.

Tappezzeria

L’applicazione di uno spesso strato di materia organica sulla superficie del suolo, chiamato pacciame, aiuta a controllare la crescita delle erbacce.


Tipi di matahierba

Erbicidi post-emergenza

Come suggerisce il nome, questi erbicidi sono usati per uccidere le erbacce già germinate. Questi erbicidi sono più efficaci quando le erbacce sono nella loro fase iniziale e prima che abbiano iniziato a produrre semi.

Erbicidi pre-emergenza

Ci puoi giurare. Gli erbicidi pre-emergenti sono quelli che si nascondono alla vista. Applicare un diserbante in autunno per uccidere le erbacce perenni. Le erbacce perenni immagazzinano energia nelle loro radici in autunno prima di addormentarsi in inverno. La spruzzatura all’inizio dell’autunno impedirà all’impianto di immagazzinare energia e di uscire in primavera (è meglio farlo sul calendario). Gli erbicidi pre-emergenza sono usati principalmente per controllare le erbe annuali e le latifoglie. È importante notare che gli erbicidi pre-emergenza non hanno alcun effetto sui semi delle erbacce già germinati. La regola generale è che gli erbicidi pre-emergenza sono più efficaci per sei o dodici settimane. È anche importante notare che questi erbicidi possono anche uccidere i semi delle erbacce, quindi non vengono applicati sui prati entro due o quattro mesi prima della semina e devono comunque essere utilizzati almeno un mese dopo la semina.

Controllo selettivo delle erbe infestanti

È il tipo di diserbante più comune, che uccide solo alcune specie. Normalmente sono rivolte alle malerbe a foglia larga e sono adatte a grandi superfici erbose e in genere non causano danni all’erba. Tuttavia, alcuni erbicidi selettivi possono essere dannosi per un certo tipo di erba (questi sono di solito i prodotti che si rivolgono alle canne e ai giunchi), quindi controllare prima di acquistare un prodotto. Gli erbicidi selettivi funzionano stimolando la crescita dell’erba che non può essere sostenuta. Infatti, l’erbaccia “cresce fino a morire”.
Ci vuole un po’ di tempo per lavorare – forse fino a 4-6 settimane – più lentamente con il freddo, più velocemente in buone condizioni di crescita, su un terreno caldo e umido e quando le erbacce crescono attivamente. Un’applicazione può durare un’intera stagione.

Erbicidi non selettivi

Conosciuti come erbicidi ad “ampio spettro”, uccidono la maggior parte delle piante con cui entrano in contatto. Sono usati principalmente per controllare le erbacce che crescono in paesaggi difficili – sui marciapiedi, nei viali e in altri angoli.

Diserbanti sistemici

Questo tipo di diserbante potente passa attraverso la radice per raggiungere il sistema sotterraneo dell’erba (se applicato direttamente sulla superficie fogliare). Gli erbicidi sistemici sono efficaci nel controllo delle erbacce, ma sono più lenti degli altri erbicidi. Gli erbicidi sistemici uccidono dall’interno. Quando vengono spruzzati sulle foglie, vengono assorbiti e si spostano in tutta la pianta per uccidere l’intera pianta, comprese le radici. Questo li rende la risposta perfetta per le erbacce perenni difficili da controllare. La penetrazione attraverso le foglie richiede un certo tempo e l’efficacia può essere ridotta se le precipitazioni si verificano entro 6 ore dall’applicazione. Un lavoro così approfondito richiede tempo. Le erbacce dovrebbero essere lasciate sul posto per una settimana. I primi effetti sono di solito visibili in 7-10 giorni e il controllo completo dell’erbaccia in 3-4 settimane.

Erbicidi residui

Gli erbicidi residui funzionano creando una barriera per le erbacce nel terreno che impedisce ai semi delle erbacce di germogliare. In questo modo si evita che le erbacce si stabilizzino. Rimangono in superficie per diversi mesi e quindi controllano la crescita delle erbacce per un lungo periodo di tempo.
Possono essere necessari fino a 28 giorni prima che l’erbaccia spruzzata muoia, ma una singola applicazione può durare un’intera stagione. Una volta trattata, l’area non dovrebbe essere scavata o disturbata in alcun modo, poiché il controllo a lungo termine sarà ridotto.
Gli erbicidi chimici eliminano il mal di schiena e il duro lavoro di controllo dell’erba. Sono anche un modo molto efficace per sbarazzarsi delle erbacce, soprattutto quelle difficili da controllare. Prendete nota delle differenze tra i prodotti e scegliete l’opzione migliore per voi e per il vostro giardino. Assicuratevi anche di programmarlo per ottenere il massimo effetto. Diversi erbicidi sono formulati appositamente per compiti specifici di controllo delle erbacce. Se selezionate e utilizzate con cura, le soluzioni chimiche vi aiuteranno a controllare le erbacce.
Buon giardinaggio!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *