Funghi

Leucopaxillus lepistoides

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello che nel suo massimo splendore può superare notevolmente i 20 cm di diametro, solido e molto carnoso, di forma globosa da giovane, poi convesso, senza mai essere completamente appiattito. È bianco e pruinoso da giovane, si screpola e acquisisce una certa sfumatura cremosa, soprattutto al centro, a maturità. Il margine rimane arrotolato per molto tempo ed è anche molto evidente.

Straordinariamente strette, biancastre, poi chiaramente color crema, lenzuola, staccabili dal cappello.

Piede molto corto, stentato, spesso, biancastro. È così breve che quando si vede il fungo a terra si vede solo il cappello incollato a terra come un sasso.

Carne chiaramente bianca, molto spessa e consistente, con un gusto e un odore molto gradevole con sfumature acide.

Habitat:

Di solito germoglia in primavera e in autunno nelle brughiere e nei pascoli di montagna, anche nei prati incolti, ad altitudini superiori agli 800 metri. È un fungo raro perché è molto localizzato.

Commenti:

È un alimento eccellente soprattutto quando è giovane, la sua consistenza è simile ai funghi e il suo sapore è più fine e più acido. Il fatto che mantenga il bordo arrotolato, il piede corto, e le lamine adnata, lo differenziano esattamente da altre specie come Clitocybe candida, o Leucopaxillus paradoxus, entrambe con lamine molto decorrenti.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Bitigar sendo.
  • Sinonimo:
    Nessuna.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Tricholomatals
  • La famiglia:
    Tricholomataceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.