Funghi

Hymenoscyphus fructigenus

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Un carpoforo molto piccolo, costituito da un cappello e da un piede, il primo raggiunge appena 5 mm di diametro al massimo. Sono più o meno forniti, soprattutto alla nascita, e col tempo diventano quasi appiattiti. Sono di colore un po’ variabile, comunemente biancastro, ma possono essere anche gialli sporchi o crema giallastra acquosa, a seconda dello stato di umidità in cui si trovano. La sua superficie è completamente liscia, senza peli.

Imenio liscio, senza peli, dello stesso colore del resto dell’ascocarpo, anche se a volte è più marcatamente cremoso. Produce ascospore eviscerate che possono raggiungere i 20 micron per 5.

Piede sproporzionatamente allungato, di colore simile al resto e altrettanto liscio.

Carne insignificante, è talmente piccola che quasi non ha carne, il suo odore non si sente molto e il suo sapore non spicca.

Habitat:

È proprio questa sezione che si distingue da questa specie, in quanto fruttifica su frutti o cupole di vari alberi. Di solito lo vediamo sui faggi, ma cresce anche sui frutti di quercia o di nocciolo. Si può vedere in primavera, ma è più frequente in autunno, essendo una specie, in generale, relativamente frequente.

Commenti:

Non è difficile riconoscere questo Ascomycete per il suo particolare habitat, la maggior parte delle specie inchiodate all’interno di questo frutto del genere su steli o rami, inoltre il colore biancastro non è usuale nemmeno nel genere. La mancanza di capelli differenzia Hymenoscyphus da altre specie macroscopicamente simili come Dasyscyphella nivea. La Cudoniella aciculare ha un aspetto molto simile, ma cresce su legno di faggio, non su faggi, e presenta anche differenze microscopiche.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Peziza fructigena Toro.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Ascomycota
  • Suddivisione:
    Ascomicotina
  • Classe:
    Himenoascomiceti
  • Sottoclasse:
    Pezizomycetidae
  • Ordine:
    Leotiales
  • La famiglia:
    Helotiaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.