piante d'appartamento

Bonsai ficus benjamina: cura

Il Ficus benjamina, chiamato anche Amate, è un albero sempreverde originario dell’Australia e dell’Asia meridionale e sudorientale, che è anche l’albero ufficiale della città di Bangkok, in Thailandia. Questo albero, che può raggiungere altezze fino a 15 metri, trova largo impiego anche in giardinaggio per la produzione di bonsai.

In questo articolo, che abbiamo preparato a EcologíaVerde come guida pratica, vedremo come prendersi cura di un bonsai ficus benjamina.

Bonsai ficus benjamina: indoor o outdoor?

Il ficus benjamina è una specie tropicale come la maggior parte dei ficus, quindi non tollera temperature inferiori a 15ºC. Inoltre, anche gli sbalzi di temperatura lo influiscono molto negativamente, facendogli perdere le foglie, e sebbene necessiti di zone illuminate, non tollera nemmeno l’esposizione diretta continua al sole.

Detto questo, è facile immaginare che questo bonsai non sia adatto per l’esterno, quindi è meglio tenerlo al chiuso, a meno che non si viva in un clima tropicale temperato. Come se non bastasse, è un albero molto apprezzato come bonsai per le sue bellissime radici aeree, ma queste si sviluppano solo con un’umidità molto alta di quasi il 100%, tante volte sarà necessario allestire una serra individuale o coprirla con un contenitore di Cristal.

Bonsai ficus benjamina: guida alle cure di base

Come tutti i bonsai, il ficus benjamina richiede molte cure e attenzioni per svilupparsi correttamente. Se non ne hai mai curato uno, tieni presente che la manutenzione di un bonsai è molto più impegnativo della maggior parte delle piante comuni, anche se, ovviamente, porta anche grandi soddisfazioni osservarne la bellezza dopo aver curato la tua pianta.

Se hai il coraggio di provarlo con uno di questi alberi, tieni a mente questa guida alla cura di base per i bonsai di ficus benjamina.

  • Collocare i bonsai in un’area con molta luce naturale ma al riparo dalla luce solare diretta.
  • Quando si annaffia un bonsai di ficus benjamina, si consiglia di dargli molta acqua ogni volta che si nota che il substrato è diventato asciutto e sempre migliore per immersione. Può anche essere utile applicare l’acqua sotto forma di nebbia ogni giorno o a giorni alterni per mantenere un tasso di umidità elevato, soprattutto se si desidera che l’albero sviluppi radici aeree. In inverno, il ficus consumerà meno acqua, ma sarà più attivo più calda sarà la sua posizione.
  • L’abbonamento va effettuato tra settimanale e quindicinale in estate, e mensile in inverno. È possibile utilizzare fertilizzante liquido o fertilizzante organico in sfere.
  • Il ficus va trapiantato ogni due anni in primavera. Utilizzare un substrato a base di pacciame con torba e sabbia grossolana.
  • Il cablaggio può essere eseguito durante tutto l’anno, ma è necessario prestare particolare attenzione alla protezione della corteccia. Come con tutti i bonsai, aspetta l’inverno per i colpi di scena più grandi. Rimuovere i fili in circa sei settimane per prevenire danni ai rami e cicatrici.

Quando e come potare un bonsai di ficus benjamina

La potatura del ficus benjamina va effettuata in primavera. Il pizzicamento dei bonsai, che viene effettuato potando i germogli verdi in modo che i nuovi germogli siano molto veloci, aiuterà a mantenere la crescita dell’albero controllata e con rami verdi e giovani. La prima pizzicatura avviene intorno ad aprile e non va fatta più di due o tre volte a stagione. È importante non farlo su alberi deboli o malati.

Per potare correttamente il bonsai, attendi che lo stelo abbia circa 6 foglie e tagliale lasciandone solo due. I tagli di ficus saranno ricoperti da una sostanza naturale che l’albero secerne per sigillarli, non rimuoverla.

Le foglie del mio ficus benjamina bonsai stanno cadendo, cosa c’è che non va?

Se il tuo bonsai sta perdendo le foglie, è molto probabile che una delle cure sopra elencate non sia stata seguita correttamente.

Molto probabilmente l’albero ha subito qualche sbalzo di temperatura, sia per effetto dell’aria condizionata in casa, sia per un cambio di stagione. Cerca di stabilizzare la temperatura nella tua stanza e fai attenzione all’irrigazione e alla concimazione.

Ricordate che è importante proteggerlo dai raggi diretti del sole e che, nonostante sia un albero che apprezza l’umidità, un suo eccesso può causare problemi fungini. Se compaiono, ti consigliamo questi fungicidi fatti in casa.

Se ti piacciono gli alberi tenuti piccoli, perché sono molto decorativi e la loro cura, come il giardinaggio in generale, può anche portarci grandi benefici, allora ti consigliamo di provare più specie. Qui spieghiamo la cura del bonsai di fico, un altro dei più ricercati per le case.

Se desideri leggere altri articoli simili a Bonsai ficus benjamina: cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Piante d’appartamento.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.