piante d'appartamento

Kalanchoe thyrsiflora: come coltivare in vaso

Le piante grasse come Kalanchoe thyrsiflora sono una grande attrazione da coltivare indoor in vaso. Possiamo però posizionarlo anche in giardino, soprattutto in ambienti caldi come l’ambiente mediterraneo.

In questa guida sulla Kalanchoe thyrsiflora ti daremo alcuni consigli di base per sistemarla in perfette condizioni in vaso, con informazioni sull’ambiente ideale per localizzarla, temperatura, umidità, irrigazione, concimazione e riproduzione.

Fallo.

Caratteristiche di Kalanchoe thyrsiflora

La Kalanchoe thyrsiflora è una pianta succulenta che, in condizioni di crescita ottimali (temperature calde tutto l’anno), può raggiungere oltre il metro di altezza.

Tuttavia, è comune coltivarlo in vaso, dove la sua crescita è molto più limitata e solitamente non supera i 30 cm di altezza.

L’attrattiva di Kalanchoe thyrsiflora è la forma delle sue foglie, a forma di rosetta, arrotondate e molto carnose, comuni nelle piante succulente o crassulaceae.

Fioritura: tra autunno e primavera

Classificazione

Ordine Sassifragale
Famiglia Crassulaceae
Genere Kalanchoe
Specie Kalanchoe tirsiflora

Origine: originaria del Sud Africa e del Lesotho.

Significato di «Thyrsiflora»: dal vocabolario latino, il suo significato è legato alla parola «thyrsus», una specie di bastoncino (tirso) che termina a forma di ananas, legato all’aspetto a mosaico delle sue foglie.

Cura principale di Kalanchoe thyrsiflora

Dove trovare Kalanchoe thyrsiflora

Temperatura ideale per Kalanchoe thyrsiflora

Come la maggior parte delle piante grasse, Kalanchoe thyrsiflora preferisce temperature calde per la maggior parte dell’anno. Non tollera il freddo e le temperature inferiori a 10 ºC ne bloccano la crescita, anche se sono necessarie temperature più fredde perché subisca danni da freddo.

illuminazione

Coltivazione in pieno sole o nell’ambiente più illuminato possibile.

Se viene coltivata in vaso evitate di esporla al sole in piena estate, poiché le foglie tendono ad assumere un aspetto meno carnoso e a perdere il loro naturale colore verde.

L’esposizione alla luce solare diretta, soprattutto al momento del germogliamento e dell’emergere di nuove foglie, fa acquisire ai bordi una tonalità rossastra, con grande appeal ornamentale.

Umidità

Richiede l’umidità della casa (60-70%) o ambienti asciutti se coltivata in giardino.

miglior substrato per piante grasse

Il substrato ideale per piante che non necessitano di elevata umidità ha solitamente ottime proprietà drenanti. Per questo motivo viene utilizzata una miscela di substrato universale con componenti drenanti come sabbia, fibra di cocco o materiali come perlite o vermiculite, che sono molto porosi.

Come strategia nella preparazione del substrato, sceglieremo il 50% di substrato universale e un altro 50% con uno di questi componenti menzionati.

Se preferisci andare dritto al punto, troverai direttamente substrati preparati per piante grasse.

Consigli su irrigazione e concimazione

Irrigazione

Kalanchoe thyrsiflora offre una grande resistenza alla siccità, anche se in condizioni di coltura in vaso devono essere mantenute condizioni di bassa umidità, ma non con substrato asciutto.

In genere si annaffia una volta alla settimana in primavera e in estate e ogni 15 giorni in autunno e in inverno.

Abbonato

Per prevenire la crescita eccessiva, all’inizio della primavera applicare una bassa dose di fertilizzante liquido adatto a piante grasse e piante verdi, una volta ogni 20-30 giorni.

Un fertilizzante ideale per piante grasse e cactus ha solitamente una concentrazione simile di azoto, fosforo e potassio. Nei fertilizzanti liquidi, un fertilizzante per questo tipo di piante può essere NPK 6-4-8, con micronutrienti come il ferro, poiché Kalanchoe thyrsiflora è piuttosto esigente.

Guida all’allevamento di Kalanchoe thyrsiflora

La moltiplicazione più semplice di Kalanchoe thyrsiflora è per mezzo della separazione dei polloni o del taglio diretto delle foglie. Per seme può anche essere riprodotto, ma è abbastanza complicato da fare.

La separazione delle ventose è il metodo più veloce per ottenere nuovi campioni.  Devi solo scavare un po’ intorno alla ventosa che vuoi separare e con l’aiuto di un coltello tagliarla.

Separazione dei polloni di Kalanchoe thyrsiflora

La separazione dei bambini attaccati al tronco è il modo più semplice per separare le piante, ottenendo esemplari ben sviluppati e accelerando il processo di crescita.

Scavando un po’ con il substrato, in estate possiamo trovare dei polloni che, con un coltello molto affilato, possiamo separare dalla pianta madre e trapiantare.

Per attivare la formazione di nuove radici, è interessante utilizzare prodotti a base di aminoacidi, alghe o anche ormoni radicanti.

Possibili parassiti e malattie

parassiti

In casa è abbastanza raro trovare qualche tipo di parassita, che di solito è legato a quegli insetti succhiatori di linfa, in particolare afidi e cocciniglie.

Se abbiamo Kalanchoe thyrsiflora coltivata in vaso, possiamo eliminare facilmente qualsiasi tipo di parassita utilizzando un panno leggermente inumidito con alcol o sapone da bucato.

Nel caso in cui lo facciamo coltivare in giardino, possiamo fare un’applicazione fogliare con sapone di potassio, che è abbastanza efficace se siamo pazienti e facciamo più applicazioni a 3-5 giorni di distanza.

Malattie

La maggior parte delle malattie legate alla coltivazione delle piante grasse sono legate all’eccesso di umidità nel substrato o all’umidità ambientale.

Si parla quindi di malattie del collo, essendo una delle peggiori Phytophthora, provocando in breve tempo un collasso della pianta a causa dell’ostruzione dei canali della linfa.

Altre malattie comuni in condizioni di elevata umidità sono:

  • Antracnosi ( Glomerella cingulata e Colletotrichum gloeosporioides)
  • Cercospora ( Cercospora sp.)
  • Fusarium ( Fusarium sp.)
  • Muffa ( Sphaerotheca fuliginea)
  • Pythium ( Pythium spp.)
  • Rizoctonia ( Rhizoctonia solani)
  • Botrytis ( Botrytis cinerea)

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.