piante d'appartamento

Piante del giglio della pace – Cura del giglio della pace

I gigli della pace ( Spathiphyllum ), noti anche come piante da guardaroba, sono una scelta popolare per uffici e case. Quando si tratta di piante d’appartamento, i gigli della pace sono tra i più facili da curare. Ma mentre è facile prendersi cura dei gigli della pace, le condizioni di crescita adeguate rimangono importanti. Vediamo come curare i gigli della pace.

Crescenti gigli della pace come piante d’appartamento

I gigli della pace sono ottime piante da appartamento per la casa o l’ufficio. Queste bellissime piante non solo rallegrano lo spazio vitale, ma sono anche eccellenti per pulire l’aria della stanza in cui si trovano. Il più delle volte, queste piante hanno foglie verde scuro e “fiori” bianchi. Ma quello che la maggior parte della gente pensa come un fiore è in realtà una brattea specializzata che cresce in un cappuccio sopra i fiori.
Come molte piante d’appartamento popolari, i gigli della pace godono di una luce medio-bassa. Il tipo di luce che dovete fornire dipenderà più da come volete che sia il vostro giglio della pace. I gigli della pace che sono posti in una luce più brillante tendono a produrre più macchie e fiori bianchi, mentre i gigli della pace in condizioni di scarsa luminosità fioriranno meno e assomiglieranno di più a una pianta tradizionale a fogliame.

Cura delle piante di giglio della pace

Uno degli errori più comuni nella gestione delle ninfee è l’eccesso di acqua. I gigli della pace sono molto più tolleranti all’eccesso di acqua rispetto all’eccesso di acqua, che è uno dei motivi più comuni per la morte di un giglio della pace. Per questo motivo non bisogna mai innaffiare le piante di ninfee a orari prestabiliti. Dovreste invece controllarli una volta alla settimana per vedere se hanno bisogno di essere innaffiati. Basta toccare la superficie del pavimento per vedere se è asciutto. Se è così, innaffia la tua ninfea della pace. Se il terreno è ancora bagnato, non è necessario annaffiare la pianta. Alcune persone aspettano persino che i loro gigli della pace comincino a cadere prima di innaffiare le loro piante. Poiché queste piante sono molto tolleranti alla siccità, questo metodo non danneggia la pianta ed evita l’irrigazione eccessiva.
I gigli della pace non hanno bisogno di essere fertilizzati spesso. Basta concimare con un concime bilanciato una o due volte all’anno e la pianta sarà felice.
Anche i gigli della pace traggono vantaggio dal reimpianto o dal frazionamento quando sono a corto di contenitori. Segni che un giglio della pace ha superato il suo contenitore includono la pianta che cade meno di una settimana dopo essere stata annaffiata e le foglie che si deformano e sono troppo grandi. Se state rinvasando, mettete la pianta in un vaso che sia almeno 2 cm più grande del vostro attuale vaso. Se lo separate, usate un coltello affilato per tagliare il centro del ciuffo e rinvasate ogni metà nel suo vaso.
Poiché le grandi foglie dei gigli della pace tendono ad attirare la polvere, si dovrebbe lavare o pulire le foglie almeno una volta all’anno. Questo vi aiuterà a sfruttare meglio la luce del sole. La pianta può essere lavata sia mettendola nella vasca da bagno e facendo una breve doccia, sia mettendola in un lavandino e lasciando scorrere il rubinetto sulle foglie. Potete anche pulire le foglie del vostro Giglio della Pace con un panno umido. Tuttavia, evitare l’uso di prodotti commerciali per la lucentezza fogliare, in quanto possono ostruire i pori della pianta.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *