Piante

Cycas revoluta: guida alla coltivazione e alla cura

All’interno della grande varietà di palme esistenti, quella che si discosta dal concetto di «palma grande e alta» è Cycas revoluta. È comunemente nota come cica o falsa palma, ed è perfettamente adatta per la coltivazione in giardino o anche come pianta da interno.

Ha una crescita molto lenta ed è molto longeva, quindi offre molte possibilità come pianta ornamentale. Vi racconteremo alcuni dei suoi segreti e della cura principale di questa palma dal nome scientifico Cycas revoluta.

Caratteristiche della Cycas revoluta

Cycas revoluta può essere classificata come una palma nana a crescita lenta. Questo le permette di essere coltivata durante i primi anni di vita come pianta da interno (coltivazione in vaso) e successivamente trapiantata, adattandola poco a poco, all’orto o al frutteto.

La cyca ha un tronco ispessito con foglie che ricordano da vicino il dattero o la palma delle Canarie, anche se di colore verde più vivido. La sua origine è giapponese, ed è considerata una pseudo palma.

In Spagna possiamo vederlo coltivato all’aperto sul versante mediterraneo e sulla costa, poiché questo clima offre estati calde e inverni freddi. Vedrai perché nella parte in cui parliamo della temperatura perfetta per Cycas revoluta.

  • Nome scientifico:   Cycas Revoluta
  • Famiglia: Cicadacee
  • Altezza: da 2 a 3 metri
  • Sviluppo: lento/molto lento
  • Fioritura: stagione autunnale
  • Manutenzione: facile

A titolo di curiosità dirti che la Cyca è una pianta dioica. Ciò significa che esistono esemplari maschili e femminili, come avviene anche in molte altre varietà di palme.

Cura e manutenzione di Cyca

Conosceremo la cura principale della palma. La cosa più importante è vedere le condizioni di temperatura di cui ha bisogno (anticipiamo già che non sopporta il freddo) e la quantità di acqua che richiede, insieme all’applicazione di fertilizzanti.

In sintesi, è una pianta di facile manutenzione che non avrà bisogno di molte attenzioni a causa della sua forma di crescita.

Temperatura

La Cycas revoluta  è una pianta abituata agli ambienti caldi, con poche escursioni termiche tra estate e inverno (come le zone costiere). È importante coltivarla in una zona al riparo da temperature molto rigide in inverno, con rischio di gelate. Questa specie è molto più sensibile al freddo rispetto ad altre varietà di palme, quindi deve essere presa in considerazione.

Soprattutto nei primi anni di vita, dove se il nostro clima è molto freddo, possiamo coltivarla come pianta da interno (più avanti daremo qualche consiglio) e poco a poco adattarla a detto clima trapiantandola in giardino.

Leggero

Tutte le specie della famiglia delle Cycadaceae  necessitano di una grande esposizione alla luce, e possono essere piantate in pieno sole senza alcun problema, data la sua resistenza e rusticità.

Nelle zone molto calde, dove le temperature superano facilmente i 45ºC, può essere coltivata in mezz’ombra, ad esempio, in un giardino dove possiamo piantare anche altre specie più grandi di palme.

Umidità

Si sviluppa soprattutto negli ambienti costieri, dove c’è più umidità e c’è brezza (anche con venti salini). In ambienti molto caldi, le sue foglie possono soffrire e perdere il loro originale verde, ma a poco a poco si riprende al cambio di stagione o all’aumento dell’umidità.

Tipo di terreno preferito

Il terreno del giardino non avrà molta importanza, poiché la Cycas revoluta  si adatta perfettamente a tutti i tipi di tessitura (argillosa, sabbiosa, argillosa, ecc.).

In quelli alcalini a pH (maggiore di 8), si può notare nei mesi primaverili un leggero ingiallimento o pallore delle foglie ( possibile clorosi ferrica), sintomo di carenza di ferro, zinco o manganese, che ha scarsa mobilità e solubilità in terreni alcalini.

L’apporto 1 volta per stagione di un cocktail di micronutrienti insieme all’acqua di irrigazione o al chelato di ferro.

Irrigazione e concimazione

fornitura d’acqua

Cycas revoluta  tollera molto bene i terreni asciutti e resiste bene ai periodi di siccità. Tuttavia, questo limita notevolmente la sua crescita, che è già piuttosto lenta.

Per vedere tutto lo splendore della pianta, con sviluppo normale, annaffieremo come segue.

  • Cycas revoluta annaffiature primaverili ed estive:  2 annaffiature a settimana, circa 5 L per pianta
  • Cycas revoluta irrigazione in autunno e inverno:  1 annaffiatura a settimana, circa 5 L per pianta. Nessuna irrigazione nella stagione delle piogge.

È importante non esagerare mai con la dose di acqua, poiché il suo apparato radicale è impoverito dalla mancanza di ossigeno nel terreno, sintomo di terreni con problemi di drenaggio.

Mai allagare. Il terreno asciutto è sempre preferibile in questo tipo di palma piuttosto che con acqua in eccesso.

Uso di fertilizzanti

A partire dalla primavera, quando Cycas revoluta ha più germogli di nuove foglie,  si consiglia di aggiungere 1 irrigazione con concime ogni 15 giorni (dalla primavera all’autunno), utilizzando un concime consigliato per le specie a foglia verde (senza frutti o fiori).

In questo caso, la formulazione consigliata di un fertilizzante liquido sarebbe NPK 7-3-6 con micronutrienti. Questi microelementi sono molto importanti nei terreni di base a causa della mancanza di mobilità e della possibilità di clorosi o pallore nelle foglie di Cycas revoluta.

La dose consigliata di questo fertilizzante liquido (o simili) è di 0,5 ml/litro d’acqua. Cioè, 5 ml per ogni secchio d’acqua da 10 litri.

Nota: se ti senti più a tuo agio nell’applicare fertilizzanti granulari, puoi optare per NPK 12-8-16 con un inibitore della nitrificazione.

Si applica 1 volta al mese e in una dose da 30 a 60 grammi intorno al tronco.

Questo fertilizzante si dissolve lentamente con l’acqua di irrigazione, fornendo tutti i nutrienti di cui Cycas revoluta ha bisogno in modo equilibrato.

Concimi consigliati:

Riproduzione di Cycas revoluta

Anche se la cosa normale è acquisire la pianta in vivaio a causa della sua crescita lenta, hai alcune opzioni per moltiplicarla a costo zero, ma sapendo che ci vorranno molti anni per vederla come una pianta adulta.

Moltiplicazione di Cycas revoluta per ventose

Uno dei modi più veloci per riprodurre le Cycas, che di solito avviene nel periodo più caldo, come in primavera.

Nella pianta madre, in questo periodo, emergono dei germogli dal tronco principale, attaccati alla base. Con grande cura, ne taglieremo uno o più con un coltello affilato o delle forbici il più vicino possibile al tronco.

Questo pollone viene piantato in un vaso con substrato (consigliamo la fibra di cocco), mantenendolo costantemente umido fino a quando non riesce a formare nuove radici.

Una volta che la pianta avrà sviluppato nuove foglie ed è in fase di crescita, sarà pronta per essere piantata in giardino, anche se consigliamo di ritardare questa operazione il più a lungo possibile.

Moltiplicazione per semi:

Un processo lungo e noioso che, con pazienza, darà buoni risultati.

Essendo Cycas revoluta  una pianta dioica, possiamo ottenere una pianta di sesso diverso ((maschio o femmina) rispetto a quella che ha emesso il seme.

Per migliorare la germinazione, inumidiremo il seme in carta bagnata o rivista per almeno 2 giorni. Ciò elimina la stratificazione e accelera il processo.

Lo piantiamo in un apposito substrato per questo tipo di piante (più avanti vi diremo di cosa si tratta) o in fibra di cocco o perlite, poiché resistono bene all’umidità ed eliminano l’eccesso grazie al loro buon drenaggio.

Si consiglia una piccola quantità ma molto frequentemente per non generare picchi e alti e bassi di umidità. È importante che il substrato non si asciughi mai fino alla germinazione.

Sii paziente, poiché il periodo di germinazione di Cycas revoluta  dura diversi mesi.

Coltivazione come pianta d’appartamento

Nei primi anni di vita, la Cyca può svilupparsi perfettamente come pianta da interno, coltivata in vaso. Ha una crescita lenta, quindi puoi trascorrere molto tempo senza dover trapiantare e con poca manutenzione.

Applicheremo un po’ meno acqua rispetto alla custodia da giardino, praticamente la metà. Il contributo dei fertilizzanti sarà lo stesso e nella stessa quantità.

Per scegliere il substrato ideale, sceglierne uno con pH leggermente acido (tra 5 e 6,5), con alcuni nutrienti e miscelato con perlite, che favorisce la ritenzione dell’umidità e offre un buon drenaggio.

Trapianto

Per vasi piccoli (ad esempio quello che possiamo ricavare dalla pianta che abbiamo acquistato in vivaio), effettueremo il trapianto ogni 2 o 3 anni (a seconda del tasso di crescita).

Fai molta attenzione in questa operazione poiché le piccole radici sono molto sensibili.

Effettuare un’irrigazione abbondante per rafforzare il trapianto e consentire la formazione di nuove radici.

Problemi durante la coltivazione di C. rivoluzione

Sebbene Cycas revoluta  sia un impianto a bassa manutenzione, è necessario conoscere i principali problemi per prevenirli o essere attivi nella loro soluzione.

Può essere attaccato da parassiti e malattie. L’insetto più comune su questa pianta è la cocciniglia, che succhia il succo cellulare. La soluzione più pratica è rimuoverlo manualmente con un panno umido.

principali parassiti

  • Cocciniglie:  un parassita abbastanza frequente nel genere delle palme, con insetti bianchi quasi immobili che si trovano sulla foglia, causando un indebolimento generale della pianta.
  • Curculione:  bruchi che si nutrono all’interno della pianta, scavando gallerie che limitano i canali della linfa e possono far crollare la pianta.

Malattie da Cyca revoluta

In generale, salvo condizioni di elevata umidità ambientale, non è così comune rilevare problemi legati a funghi e batteri. In situazioni di terreno impregnato d’acqua e mancanza di ossigeno,  può comparire quello che è noto come marciume radicale,  causato dal fungo Phytophthora.

irrigazione in eccesso

Un’irrigazione eccessiva indebolisce la pianta e favorisce la comparsa dei funghi del collo. Noterai le radici marce e la base del tronco.

Aspetto fogliare

  • Foglie marroni:  acqua in eccesso.
  • Foglie con punte gialle e secche:  mancanza di acqua o eccessiva salinità nell’ambiente (zona costiera)
  • Perdita generale di colore delle foglie:  mancanza di nutrienti (il principale, l’azoto) e/o di micronutrienti (ferro, zinco e manganese, il più importante).

Le foglie gialle su Cycas revoluta  possono anche essere dovute alla mancanza di luce ed è più tipico se coltivate come pianta d’appartamento.

Prodotti correlati:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.