Piante

Genere Picea: le conifere più longeve per il tuo giardino

Le conifere sono le grandi vincitrici in un giardino in cui vogliamo cercare esemplari di grandi dimensioni che forniscano una buona copertura all’ombra. Al loro interno troviamo un genere molto interessante noto come Picea, che appartiene alla famiglia delle Pinaceae.

All’interno di questo genere ci sono 35 specie classificate distribuite in tutto il mondo. In generale sono alberi molto resistenti, resistono a temperature estreme e molto longevi. Le generazioni passeranno finché non potremo vedere esemplari che raggiungono altezze superiori ai 20 metri in poi.

Caratteristiche delle conifere Picea

Le conifere picea  sono esemplari che superano facilmente i 20 metri di altezza e che, in alcune occasioni, possono raggiungere chiome di 60 e 70 metri.

Sono distribuiti in tutto il mondo e hanno una forma piramidale. All’interno di questo genere troviamo specie ben note come l’ abete rosso o l’abete bianco, ad esempio.

Tutti loro, con poche eccezioni, hanno una crescita lenta e sono specie molto longeve, con centinaia di anni di sviluppo.

Il suo legno è molto apprezzato nella fabbricazione di mobili e nella creazione di strumenti musicali (soprattutto chitarre e violini), poiché fornisce una certa elasticità e una buona resistenza.

Alto valore ornamentale

Data la loro forma piramidale, la frondosa dei loro rami e la rettilineità del loro tronco, sono specie molto ambite per il loro valore ornamentale. Tuttavia, il più grande handicap è che, a causa del suo lento sviluppo, passeranno generazioni prima di poter vedere un esemplare alto.

Piantiamo per i nostri nipoti o pronipoti per godersi l’albero.

Tutte le specie del genere Picea

Attualmente sono state classificate 35 specie del genere Picea, appartenenti alla famiglia delle Pinaceae.

Descriveremo ciascuno di essi.

birrificio di abete rosso

Nome comune: abete del birraio

Esistono diverse specie di questo genere la cui origine è americana. In questo caso troviamo esemplari di grandi dimensioni che superano i 40 metri di altezza nell’area della California settentrionale e dell’Oregon.

Il suo tronco può misurare fino a 1,5 metri di diametro e la sua altezza è normalmente compresa tra 20 e 40 metri, anche se ci sono stati casi in cui ha superato i 50 metri.

Le sue foglie sono molto simili a tutte le conifere e al genere vegetale Pinaceae.

abete sitchensis

Nome comune: abete Sitka

Questa varietà di conifera è più alta del resto delle varietà dello stesso genere. La taglia abituale di un esemplare adulto supera di gran lunga i 50 metri, dove in alcuni casi isolati ha superato i 100 metri.

Ha un tronco molto ispessito, con un diametro di 5 metri o più.

In altezza si tratta di una delle specie a crescita più alta, superata solo da specie come l’abete Douglas o la sequoia.

L’area principale dove cresce naturalmente è in Alaska, negli Stati Uniti.

Picea engelmannii

Nome comune: abete Engelmann

La conifera Engelmann è originaria degli Stati Uniti, nella parte settentrionale del Paese, anche se troviamo specie distribuite anche in Arizona, New Mexico e California settentrionale.

Sono specie d’alta quota che necessitano di altitudini superiori ai 900 metri.

La sua altezza è stabilita tra i 20 ei 40 metri, con eccezioni che superano i 50 metri e un tronco di 1,5 m di diametro.

abete glauco

Nome comune: abete bianco

Questa specie è ben nota per il colore dei coni e l’aspetto dell’esemplare da lontano, con toni bianchi.

Ha un’altezza media di conifera, tra i 15 ei 30 metri, essendo una specie non molto ingombrante e alta.

Abete brachitilo

Nome comune: abete rosso Sargent

Questa specie è originaria del continente asiatico, in particolare della Cina.

Ha un’altezza media di 30 metri, con un tronco un po’ più piccolo della sua specie sorella, non superiore a 1 metro di diametro.

Una curiosità di questa specie è che ha semi alati, che garantiscono una buona dispersione per l’azione del vento.

Per la sua peculiare crescita, è molto apprezzato in Cina ed è considerata una  specie protetta.

farreri di abete

Questa conifera è anche originaria del continente asiatico. I paesi che hanno il maggior numero di copie sono Birmania e Cina.

Cresce ad altitudini elevate, che superano i 2.500 metri, quindi richiede clima freddo e umido ed è molto resistente alle basse temperature.

Attualmente è in pericolo di estinzione ed è una specie protetta.

Picea likiangensis

Nome comune: abete Likiang

Questo esemplare della famiglia delle Pinaceae è originario, come molte altre specie di conifere, del continente asiatico. Gli esemplari più grandi sono stati classificati in Cina e Bhutan.

Nella sua fase adulta può raggiungere grandi altezze, fino a 50 metri e un diametro del tronco di 2,5 m.

Picea maximowiczii

Questa specie di conifera è originaria del Giappone, con un’altezza media di 30 metri e corteccia grigia o marrone.

Picea morrisicola

P. morrisonicola è un esemplare comune nel continente asiatico, soprattutto a Taiwan.

Questa conifera è molto ramificata e nella fase adulta può superare i 50 metri di altezza. I suoi semi sono a forma di ananas (lunghi circa 7 cm).

Attualmente è in pericolo di estinzione.

Picea neoveitchii

Questo esemplare di pino è originario della Cina, di taglia non molto alta, con una media di 15 metri e 0,5 metri di diametro del tronco.

Attualmente è in pericolo di estinzione ed è una specie protetta.

abete orientale 

Nome comune:  abete rosso dell’Asia Minore, orientale o del Caucaso

P. orientalis è distribuito nella parte settentrionale della Turchia ed è originario del Caucaso.

Ha una taglia media rispetto al resto delle conifere, alta tra i 40 ei 45 metri, con un diametro del tronco di 1,5 metri in media.

Di solito è usato come albero ornamentale, essendo ampiamente utilizzato nei parchi e nei giardini cittadini.

La sua fama ha varcato i confini ed è utilizzato per lo stesso motivo anche in diverse città americane ed europee, poiché ha una grande resistenza e capacità di adattarsi a tutti i tipi di suolo e ambienti.

Solitamente, ma in misura minore, viene utilizzato anche per la produzione di carta e legno. Può essere utilizzato anche come albero di Natale.

abete fabbro

Nome comune:  abete rosso dell’Afghanistan

Le specie di P. smithiana sono distribuite in diversi ambienti asiatici come l’Himalaya e l’Afghanistan settentrionale.

È leggermente più alto rispetto al resto delle varietà di questo genere, con una gamma compresa tra 40 e 60 metri e un diametro del tronco compreso tra 1 e 2 metri.

Ha una chioma conica e produce un gran numero di rami pendenti che lo rendono molto attraente come albero ornamentale.

Infatti, possiamo trovare specie isolate in parchi e giardini di diverse città europee, dove si adatta senza problemi alle intemperie e al tipo di terreno.

In piccolo volume, il suo legno viene estratto anche per la silvicoltura e viene prodotta la carta.

spinulosa di abete rosso

Nome comune: abete Sikkim

Troviamo questa specie distribuita in aree asiatiche come il Bhutan, l’Himalaya o il Sikkim, sviluppandosi da altezze superiori ai 2500 metri.

Ha una grande altezza, con una gittata compresa tra 40 e 60 metri, e un diametro del tronco di 2 metri in media.

Viene coltivata come specie ornamentale, soprattutto nei parchi e nei giardini delle città europee, soprattutto occidentali. L’attrattiva di questa specie sono i rami strapiombanti e l’aspetto attraente che offre al paesaggio urbano.

abete di Toran

Nome comune: abete a coda di tigre

In Giappone esistono diverse specie di conifere originarie di questo paese asiatico.

Questo esemplare, comunemente noto come coda di tigre, non raggiunge grandi altezze, avendo una taglia media di 30 metri ed un diametro del tronco che normalmente non supera 1 m.

Di solito non richiede grandi altezze per crescere, con esemplari osservati da 600 metri di altitudine. È molto resistente al freddo, superando di gran lunga temperature inferiori a -15 ºC, anche se preferisce una certa umidità ambientale tipica delle zone costiere.

abete rosso wilsonii

Questa conifera si trova solo in alcune aree specifiche della Cina.

Sono molto alti, con una dimensione media di 50 metri, e hanno una chioma piramidale.

Gli esemplari più grandi crescono ad un’altitudine di circa 1.500 metri e sono specie molto rustiche e resistenti al freddo.

Di solito è usata come pianta ornamentale, anche se in alcune occasioni il suo legno viene utilizzato per l’ebanisteria.

abete rosso 

Nome comune: abete rosso comune, abete rosso norvegese o abete rosso europeo.

È una delle specie di conifere più comuni, con forma e dimensioni molto simili all’abete rosso (sebbene non sia un abete rosso).

Infatti, a volte è conosciuto con il nome comune di falso abete.

È una specie di taglia media della famiglia delle Pinaceae,  con un’altezza media compresa tra 30 e 50 metri. Ha una corona piramidale, qualcosa che attrae i paesaggisti ed è molto apprezzato come albero ornamentale.

La sua origine è europea, anche se più precisamente si trova nella parte centrale e orientale di questo continente.

Tuttavia, è attualmente distribuito in tutta Europa, Spagna compresa, dove si possono vedere esemplari soprattutto nella parte settentrionale del paese (Castilla y León, Cantabria, Pirenei, ecc.).

abete alcochiano

Nome comune: abete Alcock

Altro esemplare di origine asiatica (Giappone), con un’altezza media di 30 metri, tronco lungo ed eretto e molta produzione di rami.

Produce semi comunemente noti come ananas e caratteristiche delle conifere.

asperata di abete

Nome comune: abete rosso

Il noto abete rosso ha un nome asiatico ed è originario della Cina, dove i maggiori volumi di esemplari si trovano nella parte occidentale del paese.

Ha una taglia media, con un’altezza media da 25 a 40 metri, e un diametro medio del tronco di 1,5 metri.

Sebbene attualmente non sia una specie minacciata, l’industria cartaria cinese ha utilizzato questo esemplare in modo massiccio per la produzione di carta.

Eccezionalmente possiamo vedere alcuni esemplari distribuiti nelle grandi città nordamericane ed europee, come albero ornamentale.

abete rosso crassifolia

Conifera asiatica, appartenente alla Cina, con una dimensione media di 25 metri (non è una conifera di grandi altezze).

Come un’altra specie citata, ha anche semi di tipo alato che ne facilitano la dispersione da parte del vento.

Picea glehnii

P. glehnii è distribuito in paesi eterogenei come Russia e Giappone.

Ha una corona piramidale, cosa comune in questo tipo di conifera, ed è leggermente più piccola del resto degli esemplari, tra i 25 ei 35 metri.

Il suo seme è considerato un ananas, facilmente riconoscibile.

jezoensis di abete

Conifera originaria del continente asiatico, distribuita dalla quasi maggior parte dei paesi di quest’area.

Si trova in zone fredde e montuose, ma con una certa umidità ambientale, quindi di solito è relativamente vicino all’area del Pacifico.

È molto simile ed è spesso confuso con la specie P. sitchensis (Sitka Spruce), anch’essa originaria dell’Asia.

Il suo maggiore utilizzo è in silvicoltura per ottenere legno e carta, anche se in alcune occasioni viene utilizzata anche come pianta ornamentale.

Picea koraiensis

Nome comune:  abete coreano

Conifera che si trova solitamente in Corea, vicino alle sponde di fiumi e fiumi dove aumenta la fertilità del suolo.

Ha una dimensione media di 30 metri, con un diametro del tronco sottile (<1 metro). I suoi semi sono cilindrici, a forma di ananas, ma più grandi di altre specie di questa famiglia.

È abbastanza comune e attualmente non è protetto o in pericolo.

abete koyamae

Nome comune: abete Koyama

Questa Pinaceae originaria del Giappone, cresce solitamente ad altezze superiori a 1.500 metri e oltre.

Non è molto comune trovarlo e non se ne trovano molte specie al mondo, per questo viene spesso utilizzato come albero ornamentale.

Attualmente ci sono circa 250 alberi registrati in tutto il mondo.

abete mariana

Questo pino è originario dell’Alaska e del continente nordamericano. È un esemplare a crescita lenta, di piccola statura e con tronco diritto.

Produce germogli irregolari e un’elevata densità del fogliame che impedisce di vedere il tronco, ma di solito non viene potato.

obovata di abete

P. Obovata cresce solitamente in diverse zone della Siberia, abituata al freddo intenso e ai lunghi inverni tipici degli Urali.

Ha una dimensione media compresa tra 15 e 35 metri, con rami in erba e pendenti disparati.

Viene spesso utilizzato in silvicoltura, per ottenere legno di qualità per l’edilizia, sebbene si ottenga anche carta.

abete omorika 

Nome comune: abete serbo

Questa specie di conifera si trova in diverse parti della Serbia e della Bosnia ed Erzegovina.

Viene utilizzata come specie ornamentale nei parchi e giardini delle città europee, offrendo un’altezza compresa tra 20 e 35 metri.

pungen di abete rosso 

Nome comune:  abete del Colorado o abete blu

L’abete blu dà il nome all’aspetto bluastro dei suoi rami e foglie a seconda dell’incidenza del sole.

È comune nel continente americano, situato nelle montagne rocciose del paese americano.

Raggiunge un’altezza media di oltre 30 metri, con corteccia bruno-grigiastra. Questa specie è molto apprezzata come pianta ornamentale in parchi e giardini.

Ha bisogno di condizioni continentali per il suo sviluppo, poiché ha problemi in ambienti costieri e caldi come il clima mediterraneo.

abete rosso

Nome comune: abete rosso

P. rubens è originario del continente americano, soprattutto nella parte settentrionale degli Stati Uniti.

Ha una dimensione media di 15-30 metri e un tronco diritto ma di piccolo diametro (0,5-0,6 m).

È una specie a crescita lenta con una vita media di 300 anni.

Questa conifera viene solitamente utilizzata come albero di Natale, sebbene il suo legno elastico sia ottenuto anche per la fabbricazione di strumenti (soprattutto chitarre).

abete chihuahua

farreri di abete

retroflessa di abete

abete messicano

abete viola

schrenkiana di abete

abete alpestri

Picea Martinezii

meyeri di abete

Cura e manutenzione principali in giardino

Climatologia

Questo genere di piante è molto resistente alle intemperie. In genere prediligono le zone boschive, con umidità e inverni freddi, pur avendo un range di tolleranza molto elevato.

È comune vedere queste conifere crescere ad un’altitudine di oltre 500 metri.

Terra

Crescono in tutti i tipi di terreno, anche se la maggior parte preferisce terreni calcarei, a pH neutro o alcalino.

Irrigazione e concimazione

Nei primi anni di vita viene solitamente aggiunta acqua per facilitare la costruzione di nuove radici. In casi isolati vengono forniti anche fertilizzanti granulari, soprattutto in primavera e in estate.

Le specie adulte non necessitano di acqua o fertilizzanti e sfruttano tutte le risorse naturali.

manutenzione del giardino

In giardino, prima di piantare, dovremmo cercare un ambiente solitario, lontano dalla casa (per evitare problemi con le sue radici) e senza tetto, poiché raggiungerà grandi altezze nel corso degli anni.

Realizzeremo una grande buca di impianto, con una profondità minima di 40 cm, alla quale incorporeremo della materia organica (da 3 a 4 kg per buca).

La maggior parte delle specie di conifere viene piantata in primavera, al riparo dalle basse temperature e da possibili gelate.

Articoli correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.