Piante

Guida alla cura delle piante grasse: informazioni in crescita + suggerimenti

Una guida alla cura delle piante succulente  facile da seguire per mantenere le tue piante grasse sane e consigli per sapere tutto su di loro

Succulente – La pianta del deserto, una volta abbandonata, è ora un nome familiare. Cosa distingue queste piante dalle altre adorabili varietà di piante d’appartamento? Ci sono molti fattori che danno alle piante grasse un fascino di massa.

Guida alla cura delle piante succulente

La cura delle piante grasse è facile e sono piante resistenti e portatili. Sono disponibili in una vasta gamma di forme e stili, da splendidi green a matrici di arcobaleni.

Dato che sembra che la mania succulenta sia qui per restare, abbiamo raccolto alcuni suggerimenti e informazioni sulla cura per aiutarti a far crescere il tuo santuario succulento.

Succulento riassunto

La parola “succulenta” deriva dalla parola latina “sucus” che significa bevanda, succo e linfa. Le piante grasse sono all’altezza del loro nome con foglie e steli che trattengono grandi quantità di acqua per renderle resistenti alla siccità. Questi abitanti del deserto di lunga durata sono un’ottima pianta d’appartamento grazie alla loro versatilità e capacità di resistere all’incuria, ma alcune varietà fanno meglio all’interno di altre.

Alcune cose da considerare quando selezioni le tue piante grasse includono le loro dimensioni, lo stile, il colore, le esigenze di cura e il clima naturale. La sua altezza varia da meno di un pollice, come Blossfeldia liliputana, a 12 piedi di altezza come la yucca blu. Sono inoltre disponibili in una varietà di colori e forme. Le piante grasse provengono principalmente dai climi aridi del deserto con un paio di varietà originarie delle regioni tropicali, come la mangave “Macho mocha” e l’agave del polpo.

Le piante grasse generalmente hanno bisogno di molta luce: alcune case non hanno abbastanza luce naturale per supportare determinate varietà. Le varietà verdi generalmente funzionano meglio all’interno rispetto alle piante grasse colorate, a seconda della luce disponibile nella tua casa. Il loro habitat naturale ha una correlazione diretta con le loro esigenze di cura, quindi cerca di replicarlo al meglio delle tue capacità.

 

Tipi comuni di piante grasse

Ci sono circa 60 famiglie di piante che rientrano nell’ampio ombrello della categoria delle piante grasse. Quattro delle famiglie più popolari sono Sempervivum, Cactaceae (cactus), Sedum e Haworthia.

Abbiamo incluso esempi e immagini di tipi popolari di piante grasse di ogni famiglia. Dai un’occhiata ad alcuni dei dettagli che distinguono queste famiglie di piante e vedi quale potrebbe essere la migliore per la tua prossima pianta.

Guida alla cura delle piante succulente

 

Cactaceae  (cactus)

I cactus sono uno dei tipi più riconoscibili di piante grasse con le loro spine spinose protettive. Possono resistere al freddo e al caldo estremi e sopravvivere con poca acqua a causa del loro acclimatamento al deserto.

  • Opuntia microdasys  (cactus orecchio di coniglio)
  • Schlumbergera bridgesii  (cactus di Natale)
  • Gymnocalycium mihanovichii  (cactus lunare)

Guida alla cura delle piante succulente

 

Haworthia

Le piante di Haworthia sono una piccola varietà succulenta proveniente dall’Africa meridionale. Sono abituati a molto sole e periodi di siccità. Sebbene siano di piccole dimensioni, il genere Haworthia costituisce gran parte della famiglia delle succulente.

  • Haworthia fasciata  (Zebra haworthia)
  • Haworthia cooperi  (pussy foot)
  • Haworthia limifolia ( fata lavatoio  )

Guida alla cura delle piante succulente

 

Sedum

Le piante grasse di Sedum sono disponibili in una varietà di forme e dimensioni con la più piccola, alta solo pochi pollici e la più grande che raggiunge altezze di tre piedi. Le piante di Sedum fanno parte della famiglia delle Crassulaceae, di cui fa parte la famosa Crassulaceae ovata (pianta di giada). Resistono a molto sole e poca acqua.

  • Sedum morganianum  (coda d’asino)
  • Sedum rubrotinctum (pianta di orsetto  gommoso)
  • Sedum spp. coltivazione su pietra  )

Guida alla cura delle piante succulente

 

Sempervivum

Le piante grasse Sempervivum possono essere identificate dalla loro classica forma a rosetta. Sono disponibili in una varietà di colori e alcuni fioriscono. Queste robuste piante grasse sono anche resistenti al gelo, adatte per una pianta il cui nome significa “sempre vivo”.

  • Sempervivum tectorum  (galline e pulcini)
  • Sempervivum montanum (  semprevivo di montagna  )
  • Sempervivum arachnoideum (  ragnatela semprevivo  )

 

Suggerimenti per la cura delle piante grasse

Contrariamente alla loro personalità da duro, le piante grasse hanno ancora bisogno di amore e attenzione. Le foglie morte sul fondo della pianta sono comuni, quindi rimuovile per mantenere la tua pianta felice. Per assicurarti di non uccidere una delle piante più resistenti alla morte, segui queste linee guida di seguito per evitare un copione comune per la cura delle piante.

Luce del sole 

Una quantità sufficiente di luce solare è essenziale per lo sviluppo di una pianta succulenta: la maggior parte necessita di almeno 3-6 ore di luce solare diretta al giorno. Pianta o posiziona in uno spazio in cui possa ricevere molta luce solare, come una finestra esposta a sud o est. In rari casi, troppa luce solare diretta può “bruciare” una succulenta; altamente improbabile, ma tieni gli occhi aperti per segni di bruciature insolite. Le piante grasse che non ricevono abbastanza luce possono iniziare ad “allungare” le foglie verso l’esterno per assorbire quanta più luce possibile.

acqua 

Le piante grasse non hanno bisogno di molta acqua a causa dei loro adattamenti climatici nel deserto. La regola generale è lasciare asciugare completamente il terreno prima di annaffiarlo di nuovo. Se non lasci seccare le sue radici tra un’annaffiatura e l’altra, le sue radici potrebbero marcire e uccidere la tua pianta. Se l’ambiente è molto caldo e hanno un efficace sistema di drenaggio, potrebbero essere necessarie annaffiature più frequenti, circa ogni 2-3 settimane perché il loro terreno si asciugherà più velocemente. Man mano che il tempo si raffredda, dovrai annaffiarli di meno.

Temperatura

Poiché le piante grasse vengono utilizzate a temperature estreme, la maggior parte può sopravvivere a temperature comprese tra 40 e 95º F. Tuttavia, alcune delle varietà più delicate devono essere mantenute in un intervallo di temperatura più conservativo. Come accennato in precedenza, la temperatura a cui si tiene la succulenta dovrebbe essere legata alla quantità di acqua che riceve.

Tossicità

La maggior parte delle piante grasse non sono tossiche. In effetti, piante grasse come Opuntia ficus-indica  (fico d’india)  e Aloe vera sono spesso utilizzate come ingredienti in molti piatti deliziosi. Alcune varietà succulente, principalmente cactus, hanno spine che potrebbero perforare la pelle, quindi tieni gli occhi aperti. Sebbene la maggior parte delle piante grasse non sia tossica per gli esseri umani o gli animali domestici, ci sono alcune varietà che dovresti evitare se hai bambini piccoli o litigi in giro per casa.

Succulente tossiche per l’uomo:

  • Euforbie: la sua linfa può irritare la pelle e causare mal di stomaco se ingerita

Succulente tossiche per gli animali domestici:

  • Aloe vera: può causare letargia e problemi digestivi se ingerita
  • Crassula ovata (pianta di giada): l’ingestione può causare problemi di stomaco
  • Euforbie: la sua linfa può causare eruzioni cutanee e mal di stomaco se ingerita
  • Kalanchoes – Raramente fatale, ma l’ingestione può far ammalare gli animali

Opzioni non tossiche:

  • Varietà di Echeveria
  • Graptopetalum paraguayense  (pianta fantasma, madreperla)
  • Varietà Haworthia
  • Sedum morganianum  (coda d’asino, coda d’asino)
  • Sempervivum tectorum  (galline e pulcini)

 

Guida alla cura delle piante succulente

Problemi e parassiti

Le piante grasse sono soggette a cocciniglie, squame, moscerini fungini e acari. Usa un batuffolo di cotone con sapone neutro, alcool o insetticida naturale per uccidere i parassiti e mettere in quarantena le piante infette per evitare che i parassiti si diffondano ad altre piante.

Le piante grasse sono piante resistenti e resistenti, ma alcuni problemi che le riguardano includono:

L’eccessiva idratazione è il problema più grande che può portare a perdita di foglie, foglie gialle, marciume radicale o foglie deformi.
La mancanza di luce solare può causare una crescita stentata o steli e foglie allungati
La mancanza di nutrienti può causare crescita stentata, deformazione o foglie gialle
Alcuni problemi meno comuni includono:

Un’irrigazione insufficiente può portare a foglie appassite, gialle o deformi
Troppo sole può causare “ustioni” e compaiono macchie marroni.

Drenaggio e propagazione

Le piante grasse dovrebbero essere piantate nel terreno e in vasi che abbiano un drenaggio adeguato. Usa un terreno di cactus come base e aggiungi materia organica come muschio di torba e ciottoli e rocce più grandi per aiutare il terreno a drenare in modo più efficiente. I requisiti del trapianto dipendono dalla crescita della tua pianta e dalla necessità di spostarla al chiuso per l’inverno. Se la tua pianta è cresciuta troppo o ha bisogno di una casa più calda, consulta la nostra guida per trapiantare correttamente una pianta.

Propagare le tue piante grasse è un ottimo modo per far crescere la tua collezione e molte varietà si propagano molto facilmente! Una popolare succulenta, “polli e pulcini”, prende il nome dalla facilità con cui si diffonde: i piccoli “pulcini” si staccarono dalla loro pianta madre, la “gallina”, e divennero una nuova pianta “gallina”. Esistono diversi metodi per la propagazione delle piante grasse, tra cui:

Decapita la tua pianta: se la tua pianta è diventata sottile e fragile, rimuovi la crescita pesante dalla pianta superiore (taglia il gambo un pollice sotto le foglie) e pianta separatamente
Diffondi le tue radici: scopri le piante grasse, districa le raccolte di radici e dividi la pianta dalle radici in su
Rimuovere le mini-crescite: rimuovere le “piantine” (mini-crescite completamente formate di piante che possono crescere da sole) e piantare separatamente
Rimuovere le foglie: utilizzare foglie tagliate e talee per germinare nuove piante
Segui questi passaggi per espandere la tua collezione succulenta usando le talee:

Rimuovi o taglia un paio di foglie dalla tua pianta; non romperli o romperli.
Posizionare le talee nel terreno con l’estremità tagliata nel terreno; utilizzare terriccio in vaso che drena bene
Innaffiali con un signore mentre giacciono a terra vicino alla superficie
Continua ad annaffiare circa 2-3 volte a settimana finché le radici e la nuova crescita della pianta, nota anche come “cucciolo” o “pulcino”, si formano sulla vecchia foglia.
Rinvasa la nuova crescita della pianta e rimuovi la vecchia foglia una volta appassita

Poiché ci sono così tanti diversi tipi di piante grasse, è meglio fare una piccola ricerca sulla pianta specifica che scegli per assicurarti che venga fornita una cura ottimale. Le piante grasse sono molto versatili e funzionano in una varietà di elementi del giardino come giardini verticali, pareti succulente e altre decorazioni fresche e divertenti. Le piante grasse sono un ottimo regalo per un amico perché simboleggiano resistenza e lealtà! Suggerimento: abbina la pianta con le istruzioni per la cura e una carta succulenta per un’aggiunta divertente al tuo regalo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *