Suggerimenti

10 verdure alternative facili da coltivare per diversificare la vostra insalata

Per la maggior parte dell’anno viviamo di insalate. Sono così facili da coltivare, buoni per noi e semplici da preparare che sono stati per anni un punto fermo della nostra dieta casalinga.

Devo ammettere che… qualche tempo fa, ho finito le buone idee per preparare la nostra infinita varietà di insalate uniche.

Così ho deciso di aumentare la mia insalata e iniziare a coltivare altre verdure da aggiungere al mix. Questo non solo ha migliorato il gusto e la nutrizione del mio repertorio di insalate, ma ha anche prolungato la mia gustosa stagione di coltivazione delle verdure.

Dove vivo io, abbiamo estati calde e umide. In primavera abbiamo anche molti alti e bassi – un giorno sembra di essere in inverno e l’estate il giorno dopo – che tendono a mandare in amarezza alcune delle mie lattughe tradizionali.

Se vi siete stancati della mescalina e della lattuga di base, o se volete aggiungere verdure alla vostra dieta regolare durante tutto l’anno, considerate queste alternative gustose e nutrienti nel vostro giardino!

>


1. borragine

>

Alta, bella, porta la borragine alle api, questa bella pianta fiorita che ogni giardiniere di solito cresce comunque, è anche un cibo delizioso.

Come la pianta da compagnia che ogni giardino merita, cresce al meglio in un terreno ben preparato. Di solito pianto qualche pianta di borragine ogni 15 piedi per attirare gli impollinatori e poi li uso come materiale verde per la mia pila di compost.

Come prodotto commestibile, comincio con qualche seme in più quando pianto la borragine. Quando le piante emergono, raccolgo le giovani foglie delle piante in più per diverse settimane. Poi taglio o lego queste foglie e le mescolo in insalate.

La borragine può essere pungente. Se non vi piace questa consistenza, spostateli come gli spinaci e serviteli come un verde cotto.

Quando le mie piante di borragine principali crescono, taglio le mie piante in più dal terreno e le taglio per utilizzarle nelle zuppe.


2. ortica

>

Dovreste fare attenzione a dove lo piantate. L’ortica ha un nome appropriato. Prendete le verdure fresche a mani nude e potreste pentirvene. Raccogliete questo cibo con i guanti.

Fortunatamente, una volta che l’ortica è bollita o essiccata, l’acido formico che provoca la sensazione di formicolio viene disattivato.

Mi piace tagliare grappoli di ortiche, legarle con lo spago e appenderle ad asciugare su uno stendino in veranda. Una volta asciutte, schiacciare le foglie e utilizzarle come fiocchi di nori essiccati o origano.

>

L’ortica secca ha un sapore molto buono. Quindi mi piace anche aggiungere uno o due cucchiai di fiocchi secchi alle mie ricette di condimento preferite.

È come una boccata d’aria fresca per il mio corpo. Forse è per questo che l’ortica è stata a lungo utilizzata come rimedio popolare per l’asma e le allergie.


3. crescione acquatico

>

Avevo sentito parlare del crescione d’acqua prima di trasferirmi a sud. Questo cibo incredibile era nei menu di alcuni dei miei ristoranti preferiti.

Oggi, come residente del North Carolina, le verdure cremose sono diventate un punto fermo del mio vocabolario di giardinaggio e delle insalate primaverili.

Il verde crema è un crescione d’acqua legato al crescione di fontana. Crescono naturalmente in molte parti del mondo all’inizio della primavera. Le verdure sono ottime sia crude in insalata che cotte con un po’ di grasso di pancetta e aceto.

Anche se nella mia zona si tratta per lo più di foraggio selvatico, è possibile coltivarlo di proposito nel vostro giardino all’inizio della primavera o in autunno inoltrato. Usa il nome latino, Barbarea verna, per cercare i semi da coltivare nel tuo giardino.


4. Il buon re Enrico

Vuoi mangiare come i romani? Poi prendete in considerazione l’aggiunta di questo sostituto verde a foglia di spinaci, asparagi, broccoli e cereali alla vostra linea.

Il buon re Enrico era chiamato l’asparago dei poveri perché le radici commestibili ricordano i gambi degli asparagi e possono essere usate come foraggio. Le teste possono anche essere cucinate e mangiate come i broccoli.

Le foglie vengono utilizzate come sostituto degli spinaci. Le foglie possono essere mangiate crude in piccole quantità o cotte e consumate come spinaci appassiti in quantità maggiore.

I semi essiccati possono essere macinati in farina per la cottura. Come il miglio, i semi contengono saponina (sapone naturale). Devono essere messi a bagno prima dell’asciugatura.

Il buon re Enrico è una pianta perenne nelle zone da 3 a 9 e cresce bene all’ombra. Una volta che inizia…

Questa è l’unica sfida con questo impianto. Per ottenere buoni risultati, sono necessarie due cose: semi freschi e stratificazione nel terreno.

Stratificazione è un termine che mi ha spaventato quando l’ho visto sui pacchetti di semi. Ora so che significa che questo particolare seme è costruito dalla natura per svernare nel terreno nei climi freddi e germogliare e crescere la primavera successiva.

Per simulare il modo in cui la natura pianta il buon re Enrico, basta mettere i semi nel terreno in un contenitore in grado di respirare (per esempio, un vaso in muratura coperto con un panno o un filtro per il caffè).

Lasciatelo in frigorifero per un mese. Assicurarsi che il pavimento sia mantenuto umido ma non bagnato (per evitare problemi di muffa) durante la laminazione.

Poi i semi iniziano all’interno, o in un luogo protetto all’aperto nel terreno fertile del giardino. Quindi preparatevi a un verde sostenibile che aggiungerà un vero sapore al vostro repertorio di verdi sani.


5. Castagno francese

>

“La pasta è per la zuppa”. È quello che mi hanno detto gli abitanti del posto quando l’ho imparato in Francia molti anni fa.

Ho comprato un mazzo di foglie di acetosa al supermercato locale e ci ho fatto un’insalata. Il sapore speziato e di limone è stato un po’ travolgente a causa del piatto completo. Tuttavia, gli amici mi hanno assicurato che era eccellente nelle zuppe.

Ora che lo coltivo a casa, so che è utile anche per le insalate se si raccolgono le giovani foglie prima che sviluppino il loro caratteristico sapore di limone. E… sì, è meraviglioso anche nelle zuppe.

L’acetosella cresce a grandi foglie in un buon terreno e in piena luce del sole. Produrrà anche piccole foglie in terra povera e mezza ombra. In altre parole, crescerà ovunque se gli verrà dato abbastanza tempo.

Per ottenere molto verde da questa pianta, deve essere raccolta spesso e impedita la fioritura. Una volta sbocciato, si possono anche tagliare i capolini e farli soffriggere nel burro per usarli come gustosa guarnizione.

Come molte verdure selvatiche, adatte all’orto di casa, le foglie possono essere ricche di acido ossalico. Usatelo come esaltatore di sapidità nelle insalate o cucinatelo per evitare complicazioni.


6. Spinaci della Nuova Zelanda

>

Ti piace il palak paneer o la crema di spinaci? Se è così, gli spinaci della Nuova Zelanda sono un ottimo sostituto dopo che le piante di spinaci del freddo sono appassite.

Nonostante il nome, questa pianta non appartiene alla famiglia degli spinaci. È una succulenta amante del calore (non ha bisogno di molta acqua) che inizia a metà estate e continua fino all’inizio dell’autunno. Aspetta che diventi nero, appassisce e muore ai primi segni di freddo.

Cresce come una liana e può essere usato come copertura stagionale del terreno in un paesaggio commestibile. Si tratta di un impianto annuale nella zona 8 e inferiore.

Se lo lasciate fiorire e lo seminate, si autosemina. L’anno prossimo potrete trapiantare piantine di volontari in nuove località una volta che saranno emerse.

Questa pianta ha radici primarie e non ama essere trapiantata quando le piante sono alte più di uno o due cm. Iniziate con un seme nel terreno o trapiantatelo quando è piccolo.

Per l’uso grezzo, è preferibile utilizzare foglie giovani. Ma, personalmente, taglio periodicamente metà delle mie viti. Li taglio, li faccio soffriggere e li metto in un robot da cucina per usarli come base di qualsiasi piatto di spinaci con panna o salsa. (Delizioso in salsa di spinaci e carciofi!)


7. portulaca

>

Questo verde delizioso è un’erba. Spesso inizia a insinuarsi nel vostro giardino quando la temperatura sale. La spennavo quando appariva, finché non ho visto qualcuno che la vendeva per una borsa piena al mercato dei contadini. Poi l’ho provato.

Dolce, gustoso, leggermente limone, e così pieno di sostanze nutritive che il mio corpo potrebbe sentirlo quasi istantaneamente!

Ora, invece di strapparlo, lo tengo sotto controllo usandolo per le mie insalate quotidiane. Se comincia a prendere il sopravvento, ne strappo grandi pezzi, steli e tutto il resto. Fatelo soffriggere, passatelo in purea e surgelatelo per poi utilizzarlo come ingrediente di minestre di crema.

Una volta che la portulaca inizia a fiorire, tirate fuori la maggior parte delle vostre piante per evitare di piantarle in eccesso negli anni a venire. Lasciate almeno una o due piante per la semina, in modo da avere più portulaca volontaria per l’anno successivo.


8. malabar

>

Il Malabar, noto anche come spinaci Malabar (anche se non sono veri spinaci), è un’altra di quelle succulente varietà che funziona molto bene come sostituto degli spinaci di stagione calda.

Questa vite, invece di stare all’aperto, deve quindi essere dotata di alti tralicci per poter crescere. Una singola pianta, in un buon terreno da giardino, può crescere fino a più di 10 metri di lunghezza in meno di due mesi.

Alcune foglie sono grandi come il palmo della mia mano. Questo rende la raccolta facile.

Le foglie di malabar sono leggermente più gelatinose della portulaca o degli spinaci della Nuova Zelanda. Non a tutti piace la consistenza grezza. Tuttavia, quando viene cotto e mescolato con panna e burro, ha il sapore di spinaci cremosi, terrosi e leggermente limoni.

E’ il mio verde estivo preferito per friggere e aggiungere mix di quiche. Qualcosa nel sapore completa le uova, la panna e le erbe (come il gustoso, vero issopo) che uso nelle mie quiche.

>

Date a questo piano molto spazio e luce. Quando ti stanchi di tagliarlo, lascialo crescere. Produce bellissimi fiori rosa e frutti violacei. Questa pianta è fantastica in un paesaggio commestibile.

Piantatela in un posto dove non vi dispiacerà seminare ogni anno. È un coltivatore aggressivo e auto-riproduttore.


9. cicoria

>

Probabilmente state già mangiando varietà di questo delizioso verde a casa.

A volte viene travestito da radicchio in insalate miste o tritato con noci e formaggio erborinato in un’insalata di indivia belga. Potreste anche gustare le radici tostate nella vostra miscela di caffè del mercato francese.

Può anche essere una coltura di copertura nel vostro giardino o erba per il vostro bestiame. La cicoria è una famiglia di piante che sono quasi tutte commestibili per l’uomo e gli animali.

Questo è… a meno che non si cerchi di mangiarli nella calura estiva. La cicoria è gustosa solo se coltivata in condizioni di freddo permanente. Si possono coltivare a fine autunno, in inverno (in alcune zone) e all’inizio della primavera.

Tutte le calorie hanno quel complesso amarognolo che è un buon indicatore del fatto che aiutano la digestione. Credo sia per questo che la cicoria ha un sapore così buono, cucinata con un po’ di burro e sciroppo d’acero e accompagnata da una grande festa del Ringraziamento. E’ anche per questo che sono un’ottima aggiunta a un’insalata per una cena tardiva.

Se non coltivate cicoria nel vostro giardino, assicuratevi di raccogliere alcuni semi e aggiungerli alla vostra linea di giardino autunnale o di inizio primavera.


10. cavolo riccio

>

Se siete interessati ai cavoli perenni che crescono anche in terreni sabbiosi, allora i cavoli fanno per voi!

Questa pianta è spesso menzionata per applicazioni di permacultura perché tutte le sue parti sono commestibili. Ha fiori profumati che attirano gli insetti benefici e può essere usato come mangime per animali. Una volta stabilito, è tollerante alla siccità.

Si nutre in natura da 1000 anni lungo la costa atlantica dell’Europa. Più recentemente, è stato utilizzato come cavolo riccio ornamentale nei paesaggi delle zone balneari.

I semi sono un po’ difficili da iniziare. Bisogna metterli a bagno e rimuovere lo strato esterno di sughero. Inoltre, ci vogliono almeno 21 giorni per emergere e potrebbero aver bisogno di un po’ d’ombra per iniziare a temperature più calde.

Cominciare dai semi è un po’ di lavoro. Una volta stabilito, tuttavia, è possibile raccogliere da questa pianta per anni.

Speriamo che ora siano ispirati a utilizzare alternative verdi a casa!

>

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *