Suggerimenti

5 modi creativi per gestire efficacemente il fango in casa

La nostra zona riceve normalmente solo le piogge sufficienti a far crescere il cibo senza irrigazione, e riceviamo anche molto sole. Quindi di solito non abbiamo problemi di fango nella nostra fattoria.

Quest’anno, tuttavia, abbiamo avuto piogge record e una copertura nuvolosa quasi giornaliera. Ecco perché ho dovuto iniziare a gestire il fango in modi nuovi e creativi per contrastare queste condizioni impreviste.

Maneggiare il fango è una novità per me, quindi non sono un esperto. Ma la necessità mi ha permesso di scoprire alcuni metodi pratici di manipolazione del fango. Se vi trovate ad affrontare sfide simili, spero che queste informazioni vi aiutino a trovare soluzioni per la vostra casa.


Cos’è il fango, comunque?

Cos’è il fango? può sembrare una domanda sciocca, ma deve essere compresa prima di poterla affrontare. Dato che il fango non è una cosa che ho incontrato spesso, ho dovuto scoprire cosa fosse il fango prima di poter pianificare le mie strategie per affrontarlo.

Il fango non è solo terra bagnata. Il terreno umido drena e si asciuga rapidamente non appena la fonte d’acqua scompare. Anche quando abbiamo avuto 6 cm di pioggia in poche ore, e il mio terreno è diventato fango umido e inzuppato per un po’ di tempo, non si è mai trasformato in fango.

Il fango è un’altra cosa. È un mucchio di letame persistente che cola via e si asciuga lentamente, anche quando il tempo migliora. Può diventare stagnante e puzzolente se non trattata, mentre i terreni umidi non hanno mai questo problema.


Cosa causa il fango?

Il fango si verifica quando sono presenti tre fattori. Per prima cosa, devi avere della sporcizia. In secondo luogo, si ha una fonte di flusso d’acqua eccessivo, come forti piogge, dilavamenti o perdite. In terzo luogo, ci deve essere anche qualche carenza nella circolazione dell’aria, nel flusso di drenaggio o nell’esposizione al sole che impedisca allo sporco di asciugarsi.

Sporcizia + acqua in eccesso + condizioni di asciugatura imperfette = FANGO!

Quando questi tre fattori si combinano insieme, il risultato è quasi sempre fango.


Perché è importante evitare il fango in casa?

Purtroppo, con tutto il fango che abbiamo avuto quest’anno, ho imparato in prima persona quanto sia importante gestire il fango prima che diventi un problema. Ecco alcuni motivi per cui ha senso anticipare e prevenire il fango quando è possibile.

Rischio di malattia

Il fango comporta un aumento del rischio di agenti patogeni batterici e fungini per le persone, le piante e il bestiame.

Il fango può essere un terreno fertile per alcuni dei più difficili agenti patogeni fungini e batterici che affrontiamo come coloni. Questi agenti patogeni possono avere un impatto sulla vostra capacità di mantenere le piante e gli animali sani. Possono anche influire sulla vostra salute.

Questi sono alcuni degli esempi che ho trovato quest’anno:

  • Alcuni dei miei animali hanno sperimentato il marciume degli zoccoli mentre camminavano nel fango mentre andavano al pascolo.
  • Ho sofferto di piede d’atleta perché indossavo ogni giorno stivali da lavoro in neoprene per svolgere i miei soliti compiti.
  • Molte delle nostre piante perenni sono finite con variazioni di antracnosi che non avevamo mai visto prima.

Aumento del rischio di parassiti

Cosa succede se si lascia un bicchiere d’acqua potabile sul bancone per un mese? Anche se non hai mai avuto questa esperienza, probabilmente puoi indovinare la risposta.

L’acqua si sta mettendo male! Comincerà a puzzare. Le cose cominceranno a crescere lì. Gli insetti moriranno lì. Appariranno altri bug per controllare i morti.

Il fango che non si asciuga rapidamente è come questo bicchiere d’acqua, solo peggio. Il fango contiene già ogni sorta di cose che un bicchiere d’acqua non ha. Tutte queste cose possono far marcire velocemente il fango.

Le cose che marciscono sono un tappeto rosso che invita zanzare, ratti, scarafaggi e ogni sorta di personaggi sgradevoli. È essenziale evitare che il fango rimanga incastrato nel fango per evitare infestazioni parassitarie.

Invito al verificarsi di incidenti

Il fango congela più velocemente del terreno e della pacciamatura. L’ho imparato quest’anno quando sono scivolato su un pezzo di fango mentre camminavo sulla nostra proprietà dopo una leggera nevicata.

Anche il fango sta prendendo il sopravvento sulla situazione. Gli animali ci camminano sopra e hanno difficoltà ad uscire. Può causare la caduta o la distorsione delle caviglie. La stessa cosa succede a chi cammina nel fango.

Oh, e fidati di me! Cercare di spingere un barile di ruote nel fango è una visita in ospedale in attesa di accadere!


Dove è più probabile che si verifichi il fango?

Ammettiamolo. Il clima sta diventando sempre più irregolare e i coloni devono essere preparati a condizioni che non abbiamo mai affrontato prima.

Se siete nuovi nel campo della gestione del fango, ecco alcuni dei luoghi più probabili in cui potrebbe apparire in casa vostra.

  1. Trame troppo fertilizzate (con troppo letame o sostanza organica in decomposizione), come ad esempio foraggi, pascoli sovraffollati, aree di riposo per il bestiame e intorno ai cumuli di letame.
  2. Zone di caduta in zone di erosione dove è probabile che si accumulino terreno, letame e altri materiali.
  3. Luoghi ombreggiati come il lato nord di case, capanne e rifugi per animali
  4. Strade non coronate o in pendenza per un buon drenaggio.
  5. Scarichi inaspettati da stagni o depressioni da pioggia.
  6. Nell’area intorno agli scarichi delle grondaie, tracimazione da barili di pioggia, e a terra sotto la grondaia dei tetti senza grondaie.
  7. Recentemente ha arato o ripulito il terreno o la terra.
  8. Aree che sono state classificate, come intorno alle fondamenta degli edifici o sotto i muri e le recinzioni (se non hanno fori di drenaggio incorporati).
  9. Aree pianeggianti che non sono continuamente piantate con colture o piante mature.
  10. Qualsiasi combinazione di questi elementi!

  11. Come prevenire il fango

    Fortunatamente, con poche semplici tecniche, è possibile ridurre al minimo il fango prima che diventi un problema.

    1. per migliorare il drenaggio

    Lo scarso drenaggio è il motivo principale della produzione di fanghi nell’azienda agricola. Se l’acqua non può uscire da un’area, per qualsiasi motivo, è lì che si trova il fango.

    Le superfici piane limitano il flusso. Per esempio, spianiamo un’area per costruire un patio. La prima volta che ha piovuto, questo cortile è diventato una piscina. È stato allora che ci siamo resi conto che dovevamo aggiungere alcuni scarichi e una leggera pendenza per far uscire l’acqua dal cortile durante le docce.

    Ci sono molti buoni modi per migliorare il drenaggio. Nelle aree in cui si può facilmente scavare, considerare questi metodi.

    • Coronare le strade in modo che l’acqua scorra dai lati nello stesso modo in cui sono state progettate le strade.
    • Creare canaloni o trincee per intrappolare e deviare l’acqua dalle zone fangose.
    • Trasforma le zone fangose in stagni o depressioni di pioggia per sfruttare questi schemi naturali.

    Se non hai la possibilità di scavare, pensa a queste idee.

    • Installare letti di ghiaia, che funzionano bene all’esterno dei ricoveri per il bestiame.
    • Implementare il “French Drainage” per deviare l’acqua a livelli più bassi
    • Pacciame con materiali altamente assorbenti come il cippato.
    • Fuggire da aree problematiche estreme e implementare soluzioni di drenaggio.

    2. Modifica della struttura del suolo

    L’argilla e il limo sono i due tipi di terreno che più probabilmente favoriscono un cattivo drenaggio. Il cambiamento della struttura del terreno in sabbioso o limoso può ridurre al minimo il rischio che il terreno diventi fangoso.

    L’aggiunta di diversi centimetri di fertilizzante all’anno nei giardini o l’incorporazione di sabbia in terreni argillosi pesanti può migliorare la struttura. Questo può portare ad un aumento della ritenzione idrica e della capacità di drenaggio.

    3. non lasciare mai la terra nuda

    Tutte queste piante che chiamiamo erbacce sono il modo della natura di proteggere il terreno nudo. Essi agiscono come pacciame vivente per proteggere e migliorare la struttura del suolo e aiutano a prevenire il fango e l’erosione.

    Nei nostri giardini e nei nostri pascoli, abbiamo spesso momenti in cui i nostri campi sono spogli quando piantiamo nuove piante. Questo rende la nostra terra a volte estremamente vulnerabile all’erosione e alla formazione di fango.

    Pacciamando il terreno intorno alle piantine e coltivando le colture di copertura in bassa stagione, possiamo continuare a migliorare i nostri terreni e limitare il rischio di accumulo accidentale di fango.

    4. Praticare una buona gestione dei pascoli

    Il bestiame può essere duro sull’erba. Il pascolo eccessivo e la compattazione possono degradare rapidamente i buoni pascoli in un pasticcio sporco e fangoso.

    Spostare gli animali spesso. Pacciamare e riseminare secondo necessità per evitare il degrado. Aerare e arare a intervalli regolari per evitare il dilavamento.

    5. Integrare la gestione dei fanghi nella pianificazione

    Stai costruendo un pollaio? Stai disegnando un nuovo giardino? Recintare le capre con l’erba nuova? State creando una nuova compostiera?

    Tutto ciò che facciamo in casa nostra ha un impatto sul modo in cui l’acqua, l’aria, il sole e il vento si muovono nel nostro paesaggio. Questo, a sua volta, ha un impatto sulla capacità di drenaggio e di essiccazione del nostro suolo.

    Se si installa una tenda da sole su un prato, la pioggia che si è inzuppata nel terreno colerà dal tetto e aggiungerà umidità alle aree al di fuori della linea del tetto. Per ogni metro quadrato di tetto, otterrete 0,62 galloni di acqua in più per ogni centimetro di pioggia, che sarà reindirizzata alla zona intorno al vostro pollaio.

    Per un pollaio di 10 x 10 piedi, ogni centimetro di pioggia rappresenta 62 galloni d’acqua in più che scorrono dal tetto. Senza un piano di gestione del fango, questo flusso di pioggia supplementare può trasformarsi rapidamente in un incubo di fango e inondazioni.

    Invece, intrappolando la pioggia nelle grondaie e deviandola in un barile di pioggia o incanalandola in depressioni o aiuole da giardino, si può trasformare un potenziale problema in una brillante idea!


    Non fare il bastone nel fango!

    Come il nostro ambiente, tutte le aziende agricole sono luoghi attivi dove le cose cambiano continuamente. Di conseguenza, potrebbe essere necessario navigare nel fango anche con una pianificazione e pratiche corrette. Prepararsi con un mucchio di pacciame o qualche balla di paglia può aiutare a superare situazioni potenzialmente difficili fino a trovare risposte permanenti.

    Fortunatamente, finché non sarai una di quelle persone “bloccate nel fango” che si rifiutano di affrontare le sfide con soluzioni creative, so che puoi trovare il modo di gestire il fango in casa tua.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *