Suggerimenti

Semina di gerani: guida passo passo completa per il tuo giardino [+ immagini]

I gerani sono una delle piante più comuni nei giardini. Per questo motivo sono tra i più riconoscibili.

Può essere  perché sono piante molto nobili, che non presentano molte difficoltà di coltivazione e richiedono poca manutenzione.

In questo articolo ti diciamo qual è il modo più pratico per farli crescere;  Se sei interessato alla coltivazione del geranio, continua a leggere! 

Punti importanti durante la semina dei gerani:
  • Quando? Durante la primavera
  • Dove? Hai bisogno di almeno 6 ore di luce al giorno. Può resistere alla mezz’ombra.
  • Qual è la temperatura ottimale? Tra 15-20ºC.
  • Come prepariamo il terreno? Richiedono un substrato sciolto con una buona capacità drenante. Un buon substrato , ad esempio, può essere costituito da torba, sabbia e argilla.
  • Come innaffiamo? Le annaffiature aumentano nelle stagioni più calde, ed è sufficiente mantenere il terreno umido al tatto. Durante l’ autunno e l’inverno, gli strati superficiali possono essere lasciati asciugare un po’.
  • Come seminiamo? Qui passo dopo passo.
  • Quali parassiti e malattie ha? Ragno rosso, mosca bianca, piralide del geranio, marciume grigio, alternaria, ruggine .

Quando dovrebbero essere seminati i gerani?

 Durante la primavera,  dopo l’ultimo gelo.

A seconda del tipo di geranio , la pianta può fiorire a metà estate o in autunno.

Dove piantare i nostri gerani?

Devi ricevere almeno  6 ore di luce diretta al giorno. 

Allo stesso modo può sopportare mezz’ombra e ombra, ma non si svilupperà bene come se fosse ben esposta al sole, poiché l’intensità della luce influenza direttamente la fioritura.

La temperatura ottimale è  È tra 15 e 20 ºC. 

Temperature inferiori a 12ºC e superiori a 28ºC riducono la crescita vegetativa.

Ogni quanto vanno annaffiate?

 Le innaffiature devono essere costanti e moderate, perché l’acqua in eccesso provoca più malattie.

Lo sapevate…
I gerani di solito sono piante molto interessanti se vogliamo fare un giardino verticale ?

Le innaffiature aumentano nelle stagioni più calde , ed è sufficiente mantenere il terreno umido al tatto. Durante l’autunno e l’inverno , gli strati superficiali possono essere lasciati asciugare un po’.

Come prepariamo il terreno?

Richiedono un substrato sciolto con una buona capacità drenante . Un buon substrato, ad esempio, può essere costituito da torba, sabbia e argilla.

Se viene piantata in vaso, è importante che non siano troppo grandi , poiché questo stimola la crescita delle radici a scapito della parte aerea.

 Il ph dovrebbe essere compreso tra 6.0 e 7.0,  e puoi aggiungere qualche emendamento calcareo.

Come seminare i gerani passo dopo passo

Pulisci il terreno

Rimuovi le erbacce, i vecchi detriti del raccolto e tutti i tipi di detriti per assicurarti che il tuo geranio possa svilupparsi correttamente.

Usa un aratro o un rastrello per allentare il terreno a circa 12 pollici.

Inumidire e concimare il terreno prima della semina

In questo modo riduci il rischio di espellere i semi dalla forza dell’acqua.

Fertilizzare il terreno

Aggiungi circa 5-10 cm di compost per dargli il massimo di nutrienti possibili.

Scavare una fossa

Il geranio cresce meglio se piantato da piantine.

Scava una buca abbastanza grande e profonda da consentire alla zolla di radici del tuo geranio di crescere liberamente e di sviluppare le radici . Dovrebbe essere almeno il doppio della dimensione della zolla.

Presenta la tua piantina nel luogo designato

Metterli nella buca scavata , assicurandosi che la zolla non si apra o si sbricioli . Controllare che nessuna radice sia rimasta fuori dal foro . Allo stesso modo, per prevenire le malattie, evitare che il terreno copra il fusto.

Per le varietà normali e medie, dovresti lasciare tra una pianta e l’altra tra i 15 ei 60 cm di separazione . Se scegli una varietà grande , vorrai lasciare almeno 60 cm di spazio tra ogni pianta in modo che possano svilupparsi bene.

Preferibilmente, trapiantare in una giornata fresca e senza vento.

Per saperne di più: Come trapiantare correttamente i gerani.

Fertilizzare frequentemente

 Compost in primavera, stendendo un nuovo strato di compost attorno ai gerani. Aggiungi 5 cm di torba o pacciame per mantenere il terreno umido e prevenire le erbacce.

Potare il geranio

Di tanto in tanto bisogna togliere i fiori e le parti appassite in modo che possano ricrescere sani e forti , ed evitare malattie.

Allo stesso modo, dovresti separare le piante ogni tre o quattro anni , quando sono cresciute a sufficienza. Preferibilmente farlo durante la primavera.

Per fare ciò, rimuovi le piante che vuoi spostare e piantale nel nuovo sito. Fai attenzione a non maltrattare le radici quando lo fai.

Per saperne di più, puoi vedere: Talee di geranio .

Parassiti e malattie del geranio

Alcuni dei parassiti e delle malattie più comuni che colpiscono i gerani sono:

ragno rosso

Si raccomanda di evitare substrati con eccesso di azoto e di monitorare le colture durante le prime fasi di sviluppo. In climi abbastanza secchi si consiglia di annaffiare le colture di notte per mantenere l’umidità.

Un’altra raccomandazione è la disinfezione prima di piantare in appezzamenti con una storia di acari rossi per garantire che non rimangano uova.

Per combattere un’infestazione si può applicare un estratto di aglio e peperoncino, anche se se la pianta è molto colpita , è meglio rimuoverla per evitare che si diffonda ad altre piante.

Il controllo biologico può essere effettuato attraverso i suoi nemici naturali. Le principali specie predatorie di ragnetti rossi per uova, larve e adulti sono altre specie di acari come Amblyseius californicus e Phytoseiulus persimilis . Anche la zanzara Feltiella acarisuga è un predatore abbastanza efficace.

Mosca bianca

Le mosche bianche sono solitamente attratte dai colori giallo e verde chiaro , quindi è possibile posizionare trappole o contenitori di questi colori con superfici appiccicose per farle aderire.

Il controllo biologico può essere effettuato attraverso i suoi nemici naturali . Alcuni di loro sono coccinelle, crisalidi , coleotteri predatori (Orius sp) e vespe parassite (Encarsia sp).

Per combatterli, inoltre, possono essere utilizzate alternative ecologiche, come l’applicazione di sapone di potassio all’1% spruzzato con pioggia o acqua distillata sulla parte inferiore delle foglie .

Trivella i gerani (Cacyreus marshalli)

È un lepidottero che colpisce la famiglia delle Geraniaceae, in particolare le varietà grandiflora e capitatum. Le larve possono causare danni entrando nei boccioli dei fiori, nelle foglie e negli steli, creando gallerie e nutrendosi dei loro tessuti . All’interno delle gallerie si possono vedere escrementi neri.

Per la sua prevenzione si consiglia di utilizzare piantine sane. Se la pianta è molto colpita, è meglio rimuoverla per evitare che si diffonda ad altre piante.

Alternativa alternativa

Può essere trasmesso da semi , detriti vegetali infetti, spruzzi d’acqua, pioggia o vento . Si sviluppa tra 3 e 35ºC . La sporulazione è favorita da notti umide seguite da giornate soleggiate e temperature elevate.

Per la sua prevenzione si consiglia di rimuovere le erbacce , così come le piante che sono già state colpite dalla malattia . Si raccomanda inoltre di effettuare una corretta gestione della ventilazione e dell’irrigazione, e una concimazione equilibrata.

È meglio usare semi e piantine sani.

Marciume grigio (Botrytis cinerea)

Le principali fonti di inoculo sono i conidi ei resti vegetali che vengono dispersi dal vento. Si sviluppa tra 17 e 23ºC, con un’umidità relativa del 95%.

Per prevenire la Botrytis è importante controllare i livelli di azoto e calcio nel terreno, rimuovere le piante che sono già state colpite dalla malattia e prestare particolare attenzione alla potatura , effettuando tagli netti lungo il fusto e, se possibile, quando l’umidità relativa non è molto alto.

Ruggine

Per controllarlo, si raccomanda di evitare l’eccesso di azoto , controllare le condizioni ambientali , favorire la ventilazione delle colture e utilizzare colture con resistenza genetica.

Verticilliosi

Attacca le radici facendole marcire . L’interno del fusto acquisisce un colore marrone e le foglie hanno un colore giallastro.

Per prevenire, si consiglia di utilizzare piantine sane , nonché di evitare terreni dove sono state piantate le Solanacee .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.