Suggerimenti

5 passaggi per far crescere la tua pianta di origano

Le spezie sono in grado di fornire sapori e aromi e di cambiare completamente un piatto, giusto? Non sorprende che sempre più di noi si divertano a coltivare le proprie piante di spezie, sia in un piccolo spazio in cucina che nel nostro orto o giardino.

In questo articolo vogliamo offrirti le informazioni più importanti che dovresti prendere in considerazione se vuoi piantare l’origano e come dovresti prendertene cura per goderti questa pianta nelle tue ricette di cucina preferite.

Ti consigliamo inoltre quali semi biologici utilizzare , le migliori fioriere, scatole e tavoli da coltivazione per il tuo orto urbano e libri essenziali per padroneggiare tutto ciò che riguarda il giardinaggio biologico .

Cos’è l’origano?

L’ origano , Origanum vulgare , il cui nome deriva dal greco che significa splendore della montagna , è una pianta aromatica e medicinale originaria del Mediterraneo e la sua coltivazione in quanto attualmente l’uso sia culinario che terapeutico è diffuso in tutto il mondo.

Questa pianta erbacea perenne della famiglia delle Labiateae è molto aromatica e può raggiungere anche il metro di altezza. Ha fiori rosa molto piccoli che possiamo vedere per tutta l’estate e foglie ovali ricoperte da piccoli villi bianchi.

Oltre al fatto che l’uso dell’origano è essenziale in alcune ricette, dobbiamo evidenziare le proprietà medicinali dell’origano per essere così benefico per la salute.

Approfitta delle sue proprietà medicinali producendo questo olio di origano medicinale

Come piantare l’origano in casa o in giardino

1.- Semina

A fine inverno si possono già preparare i semenzai. È necessario assicurarsi che i semenzai siano mantenuti a una temperatura compresa tra 19 e 22 ºC per favorire la germinazione dei semi, un processo che di solito richiede circa 3 settimane. Possiamo riprodurre la pianta anche per talea (vedi qui come si può fare). Se pianti l’origano in un vaso, assicurati che sia profondo almeno 30 cm. Tra pianta e pianta lasceremo 40 cm di distanza.

> Accedi al Calendario della Semina

2 .- Substrato

L’origano si adatta molto facilmente a praticamente tutti i tipi di terreno. Preparare un vaso con una parte di lombrichi o compost organico, un’altra con sabbia e due di terriccio. Almeno una volta all’anno aggiungeremo sostanza organica ed eviteremo che il terreno si compatta, poiché questo impedirebbe lo sviluppo delle radici.

3.- Luce

Otterremo piante migliori se le poniamo in luogo soleggiato, dove ricevano luce solare diretta per un minimo di 4 ore al giorno.

> Leggi: Sintomi di eccesso e mancanza di LUCE nelle piante

4.- Rischi

La pianta dell’origano ama innaffiature regolari ma ben razionate, senza acqua in eccesso. Cerca di mantenere un certo grado di umidità nel terreno per favorire il corretto sviluppo della pianta.

> Leggi: 7 modi per IRRIGARE e fabbisogno idrico delle piante

5.- Temperatura

L’origano è una pianta che resiste bene al freddo, ma se queste temperature vengono mantenute potrebbero rallentare lo sviluppo della pianta. La temperatura influenzerà l’aroma e il sapore della pianta, essendo più aromatica e gustosa se si trova in climi caldi o caldi.

Se ci prendiamo cura dell’origano, abbiamo una pianta di 10 anni.

Sapevi che l’origano è un ottimo repellente per le formiche ?

Inoltre, se pianti la pianta di origano vicino ad alberi da frutto e cavoli, tieni lontani gli afidi .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.