Suggerimenti

Caprifoglio: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Il caprifoglio è una specie di pianta che produce una fioritura molto caratteristica, di crescita abbondante e rapida.

I fiori emanano anche un profumo delizioso che si accentua al calare del sole nel pomeriggio.

Si adatta agli spazi aerei perché è un rampicante, il che lo rende un’ottima opzione per aiutare con problemi decorativi quando ci sono periodi di caldo. Quando arriva l’ inverno perde le foglie e sopravvive solo se le temperature non scendono eccessivamente. 

È una bella pianta che vale la pena godersi a casa e per il tuo successo, qui ti diamo una guida completa di cosa devi fare per ottenerlo.

Punti importanti quando si pianta un caprifoglio
  • Quando? In autunno .
  • Dove? In uno spazio ventilato, con luce solare indiretta.
  • Come prepariamo il terreno? Buon drenaggio e garantendo un terreno ricco.
  • Come dovremmo annaffiare? Per sgocciolamento , preferibilmente con acqua piovana.
  • Ogni quanto bisogna annaffiare? 1 volta a settimana quasi tutto l’anno tranne in estate che aumenta fino a 3 volte.
  • Di che cure hai bisogno? Un posto dove scalare, puoi.
  • Quali parassiti e malattie ha? L’ afide .

Quando piantare un caprifoglio?

Piantare il caprifoglio prospererà favorevolmente se fatto in autunno . Questa stagione permetterà di ottenere i semi freschi della fioritura che avviene tra la primavera e l’estate.

Se si utilizza il metodo di talea o di stratificazione, gli steli avranno le condizioni più adatte.

Dove piantare un caprifoglio?

] Il caprifoglio ha bisogno di ricevere abbastanza luce solare ogni giorno, ma non direttamente.

Come preparare il terreno?

La cosa più importante per un caprifoglio è che il terreno offra un ottimo drenaggio , perché sebbene abbia bisogno di annaffiature, l’umidità in eccesso non va bene. 

Un altro fatto importante è che ha una quantità nutrizionale positiva . Se non ce l’avete, sarà necessario aiutare in questa faccenda con del fertilizzante organico.

Come innaffiamo il caprifoglio?

L’irrigazione sarà più favorevole se fatta per sgocciolamento, permettendo all’acqua di penetrare alla base della pianta in modo che le radici la assorbano meglio.

D’altra parte, l’ acqua piovana è quella che ti porta i maggiori benefici . Usalo preferibilmente se lo hai a disposizione.

Ogni quanto innaffiamo il caprifoglio?

Le annaffiature vanno stabilite una volta alla settimana e saranno più che sufficienti poiché non è molto amico dell’elevata umidità del terreno. In estate, quando le temperature sono molto più alte, potrebbe essere necessario aumentare la frequenza delle annaffiature fino a 3 volte a settimana.

Come seminare un caprifoglio passo dopo passo?

Il caprifoglio può essere riprodotto per seme o per talea . Anche il metodo di stratificazione è frequente ma faremo riferimento solo ai primi due.

Semina per i semi

La semina per seme partirà dalla raccolta degli stessi dal frutto che produce il caprifoglio.

  1. Selezionare i frutti con le condizioni migliori e sbucciarli per estrarre i semi . Qui è fondamentale usare i guanti perché il caprifoglio contiene alcuni elementi che possono essere tossici per la salute.
  2. Idratare i semi mettendoli a bagno in un bicchiere d’acqua per un’intera giornata . Questo, oltre a facilitare la germinazione, sarà anche la chiave per definire quali saranno ideali per la semina.
  3. Preparare un vaso di dimensioni regolari e riempirlo con substrato universale .
  4. Seppellisci i semi che hai selezionato al punto due e assicurati che rimangano con un leggero strato di substrato sopra.
  5. Innaffia con acqua a sufficienza in modo che l’intero substrato sia inumidito e mantieni queste condizioni ripetendo il processo di irrigazione circa 2 volte a settimana.
  6. Posiziona il vaso in uno spazio ventilato e dove riceve luce solare indiretta.
  7. Quando la piantina avrà le condizioni adeguate per il trapianto, sarà necessario attendere fino a metà primavera, più o meno, per eseguire questa procedura.

Le talee sono una buona scelta in molte specie perché riducono tutti i tempi di attesa per il processo e sono più sicure per prosperare.

  1. Prendete una pianta di caprifoglio in perfette condizioni e tagliate un pezzo di ramo che abbia una struttura semilegnosa (cioè le parti verdi sono ancora visibili ). La lunghezza dovrebbe essere compresa tra 30 e 40 centimetri.
  2. Pulisci il taglio delle foglie (se presente), lasciandone solo un paio in cima per aiutarlo a respirare. È molto importante che non rimangano foglie nell’area che verrà interrata per evitare la decomposizione.
  3. Prepara degli ormoni radicanti e posiziona la base della talea per aiutarti nel compito di produrre nuove radici.
  4. In un vaso pieno di substrato universale, seppellisci un ramo di un’altra pianta o una matita per aprire un buco che sarà dove posizionerai la talea. Questo è fatto in modo da non esercitare troppa pressione sul taglio e influenzarlo.
  5. Innaffia con parsimonia e ripeti l’operazione 2 volte a settimana in modo che il substrato sia sempre ben inumidito.

Di che cure ha bisogno il caprifoglio?

Essendo una pianta rampicante , dovrà avere una struttura che possa impigliarsi e crescere adeguatamente.

La potatura è consigliata per migliorare la struttura della pianta quando la crescita è alquanto disordinata. Questa azione diventa indispensabile in caso di foglie appassite, secche o in presenza di malattie.

Quali parassiti e malattie colpiscono il caprifoglio?

Le malattie nel caprifoglio sono molto rare, ma nel caso dei parassiti, gli afidi sono motivo di grande preoccupazione .

Il momento in cui scelgono di attaccare è l’estate perché le condizioni ambientali sono ideali perché ciò accada. Ci sono molti trattamenti casalinghi che possono essere usati per combatterli, come l’ olio di neem .

Il caprifoglio è una pianta sorprendente , più o meno facile da mantenere e con molte potenzialità. Ai suoi fiori vengono attribuite molte proprietà medicinali e hanno un impatto positivo sul problema dell’addormentarsi.

Prendendotene cura secondo i consigli descritti in questo articolo, potrai goderti un ottimo esemplare e le sue fioriture ogni anno.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.