Suggerimenti

Coltivazione dei denti di leone: come piantare, coltivare e curare i denti di leone

So cosa stai pensando… Denti di leone? Quelle erbacce nocive che non posso controllare? Perché dovrei invitarli nel mio giardino ?

Ascoltami. Il dente di leone è una pianta versatile che può essere mangiata dalla radice alla punta. I fiori, le foglie e le radici hanno una varietà di usi culinari, dalle insalate fresche alle gelatine, al pane e persino al vino.

Il dente di leone è anche popolare come pianta medicinale. Può essere usato come diuretico, purificatore del sangue e lassativo. Come ci si aspetterebbe da un’erba, la sua crescita è relativamente indolore. Potreste anche scoprire che quando smetterete di combattere il tarassaco e lo lascerete entrare, imparerete ad apprezzare i fiori giallo brillante del vostro giardino.

Allora perché prendere in considerazione la coltivazione di denti di leone, un’erbaccia di cui probabilmente hai faticato a sbarazzarti? Il fatto è che un’erba è semplicemente una pianta che cresce dove non si vuole che cresca. I denti di leone possono essere erbacce, ma possono anche essere preziose piante da giardino, e molti coltivatori hanno un modo più ordinato di coltivarle e un aspetto più bello della pianta che conosci. Ecco cosa dovete sapere sulla coltivazione dei denti di leone nel vostro giardino.

>


Varietà di dente di leone

>

Troverete i denti di leone adatti in diverse parti del mondo. Appartengono al genere Taraxacum , che consiste in piante perenni con radici lunghe e capolini.

Si possono coltivare denti di leone comuni nel vostro giardino, ma anche se possono essere prolifici, non sono la migliore varietà da gustare.

  • Improved to Full Heart (dente di leone francese) – Questa varietà produce un raccolto abbondante in uno spazio compatto ed è ottima per i contenitori e le parcelle urbane. Le foglie sono delicate e gustose. Migliorata a pieno cuore tende a svilupparsi naturalmente, a causa della sua abitudine a crescere in gruppo.
  • Vert de Montmagny – Vert de Montmagny è un vigoroso coltivatore di foglie grandi che maturano presto. È considerata la varietà più resistente per le regioni fredde.
  • Dente di leone Coeur Plein – I francesi amano i denti di leone e Pissenlit Coeur Plein è un’altra varietà francese. È conosciuta come la varietà “Cuore Migliorato” per le sue rosette compatte a forma di cuore. È una varietà produttiva, e le foglie spesse sono molto adatte per le insalate fresche e la cottura. Cresce meglio in pieno sole.
  • Italiko Red (Cicoria) – Questa varietà italiana appartiene alla stessa famiglia dei denti di leone, ma ad un genere diverso che si potrebbe chiamare cicoria. Italiko Red aggiunge un bel colore rosso alle insalate, e le foglie hanno un gusto eccellente. È resistente e si comporta bene con il freddo.
  • Clio – La Clio fornisce foglie uniformi e diritte che producono in modo continuo per tutta la stagione per un raccolto tagliato e ruotato. Meno incline alla lettiera delle foglie rispetto ad alcune varietà.
  • Tarassaco rosso – Questa varietà amara è meglio coltivata in micro-verde. Può essere raccolto dopo poche settimane e ripiantato per un rifornimento continuo.
  • A foglia larga – Conosciuto anche come tarassaco comune. Solo perché non è il più gustoso non vuol dire che bisogna dimenticarlo. Le foglie sono spesse e meno tenere o facilmente sbiancabili, ma hanno comunque la loro utilità. In un terreno ricco, le radici cresceranno fino a 2 metri di profondità. Questa varietà autoctona non si riproduce così velocemente come la francese e matura più lentamente. E ‘meglio per le verdure cotte e per fare un sostituto di caffè dalle radici.


Come piantare i denti di leone


Quando e come piantare

L’allevamento di tarassaco non è una sfida. Seminare direttamente all’aperto dopo che il pericolo di una gelata dura è passato in primavera, o in autunno sei settimane prima della gelata prevista. Anche se è una pianta perenne dura, le piante sono tenere e devono essere controllate come qualsiasi altra pianta.

Si possono seminare i semi non appena sono abbastanza piccoli. Gettateli in un letto preparato e rastrellateli delicatamente per ricoprirli di terra. Seminare i semi poco profondi, perché hanno bisogno di luce per germogliare, in solchi profondi di mezzo pollice. In sostanza, si vogliono ricreare le condizioni che si verificano quando i semi cadono dalla testa – abbastanza in profondità per tenerli in posizione, ma non così in profondità da non poter ricevere luce.

>

Quando sono alti circa 3 cm, li rende più sottili a 8 o 10 cm di distanza. Le piante raccolte sono una deliziosa aggiunta all’insalata, quindi non buttatele via.


A partire dall’interno

Potete piantare i vostri denti di leone al chiuso su terreni da trapianto. Piantate i semi in vasi profondi da un quarto o mezzo pollice poche settimane prima dell’ultima gelata della stagione in primavera.

Piantateli all’aperto quando sono alti circa 4 o 5 cm e sviluppate le foglie vere e proprie. Tuttavia, non trapiantate se state crescendo per la radice, perché questo ritarderebbe la crescita. Crescete in vaso o iniziate a coltivarli all’aperto.


Germinazione dei semi

La germinazione dura dai sette ai ventuno giorni, a seconda del clima.


Distanziatori per tarassaco

Lasciare da 6 a 8 cm tra le piante e i filari.


Dove piantare

La posizione è importante. Proprio come le fragole e gli asparagi, i denti di leone hanno bisogno di un posto tutto loro per crescere. Scegliete una parte del vostro giardino dove possano risiedere per molti anni senza essere disturbati.

Le piante crescono in pieno sole, in parte al sole o all’ombra. Potresti scoprire che le foglie sono meno amareggiate se cresci all’ombra.

I denti di leone crescono nelle zone da 3 a 10.


Requisiti del suolo

Come dimostrano le varietà selvatiche, non sono particolarmente esigenti con il tipo di terreno in cui crescono. Se i denti di leone sono coltivati per le loro radici, cresceranno meglio in terreni profondi, ricchi e umidi.

>


Prendersi cura dei denti di leone

Si può pensare che i denti di leone, che sono essenzialmente erbacce, non abbiano bisogno di molte cure. Anche se il fatto che i denti di leone siano perenni resistenti è un vantaggio, si vuole comunque dar loro un po’ d’amore in giardino.


Irrigazione

Il mantenimento dell’umidità del suolo favorirà la produzione di foglie di qualità e proteggerà i denti di leone dalle malattie. Detto questo, possono resistere a qualche siccità e hanno bisogno di acqua solo quando il terreno è asciutto.


Concimazione

Uno dei vantaggi del tarassaco è che tollera una grande varietà di terreni e generalmente richiede poco fertilizzante. Aggiungete ogni anno un po’ di fertilizzante ben stagionato e il gioco è fatto.


Diserbo

Il diserbo intorno ai tuoi denti di leone può sembrare un ossimoro. Tuttavia, le nuove piantine devono avere spazio per essere stabilite, quindi il controllo manuale delle erbacce è essenziale.


Sbiancamento

Volete migliorare il gusto dei vostri denti di leone? La risposta è lo scotch. Sbiancamento significa coprire la pianta e proteggerla dalla luce diretta del sole. Questo gli darà delle tenere foglie.

Ci sono diversi modi per indurre lo sbiancamento. Poche settimane prima del raccolto, ammucchiate la terra intorno alle piante come una patata. Si può anche impilare la paglia intorno e sopra le piante. Alcune persone usano scatole di cartone o contenitori per metterli sulle foglie. Si può anche provare a farli crescere all’ombra per un naturale effetto scottante.


Problemi relativi ai denti di leone


Oidio

Come altre verdure a foglia, il tarassaco può avere l’oidio. L’oidio è un fungo che fa appassire e degradare le foglie. Si riconosce dalle macchie bianche e sfocate sulle foglie.

La muffa è particolarmente comune nei periodi di alta umidità. Assicuratevi che le vostre piante siano ben distanziate per consentire la circolazione dell’aria.

Per evitare la muffa, evitare di innaffiare la parte superiore. Mantenere il terreno umido utilizzando un nastro per l’irrigazione a goccia o un tubo per la saturazione.


Tignola rubino

Questi bruchi amano mangiare le foglie di tarassaco. Se non volete condividere il vostro raccolto, raccoglieteli e metteteli in acqua saponata.

>


Lumache

Anche le lumache e le lumache godono di un assaggio di denti di leone. Usate il vostro metodo preferito di controllo delle lumache per tenerle lontane.


Le migliori piante laterali per i denti di leone

I fiori di tarassaco attirano una vasta gamma di insetti benefici. Api, mosche volanti e farfalle si godono questo dolce nettare. Posizionare i denti di leone vicino a piante in fiore come fagioli , mele , trifoglio e pomodori in modo da poterli gustare.

>

I denti di leone producono naturalmente gas etilene che fa maturare il frutto. È utile quando viene piantato accanto ai pomodori tardivi.

Le radici di dente di leone sono anche molto benefiche per le piante circostanti. Queste radici possono crescere fino a dieci centimetri di lunghezza e forniscono nutrienti preziosi come il rame dal profondo del terreno. Essi rompono anche lo strato duro del terreno pesante, rendendo più facile la crescita di altre piante.

Gli scienziati hanno dimostrato che i denti di leone che crescono vicino ad altre piante aiutano a prevenire l’appassimento del fusarium. Il fusarium è una sgradevole appassimento che attacca l’apparato radicale di una pianta.

Il Fusarium ha bisogno di un alto livello di ferro per sopravvivere. Le radici del dente di leone producono acido corico che impedisce alla malattia di accedere al ferro nel terreno.

Non piantare tarassaco con mais o patata .


Raccolta e conservazione

Il momento del raccolto dipende dal fatto che i denti di leone siano coltivati per i fiori, le foglie o le radici.

Il dente di leone cresce lentamente fino a quando non si stabilisce. Le foglie vengono raccolte circa 95 giorni dopo la semina, i fiori possono essere raccolti all’inizio della primavera e una pianta ha bisogno di un anno intero di crescita per la raccolta delle radici.

>

Per ottenere le migliori verdure, raccoglietele quando sono giovani e tenere, prima che la pianta sia germogliata o fiorita. Non appena la pianta inizia a fiorire, le foglie diventano verdi più scure e più amare.

La raccolta al mattino presto o a tarda sera vi darà una maggiore durata di conservazione e un minor numero di tenere foglie verdi.

Conservare le verdure fresche nella sezione verdura del frigorifero, avvolte in un sottile panno di cotone. Dureranno circa tre giorni.

Lo sapevi che i denti di leone sono un grande micro verde? Hanno un sapore leggermente amarognolo che aggiunge un tocco quando vengono usati per coprire zuppe o carni. Se sono coltivate per i microcrementi, possono essere raccolte all’inizio della primavera quando le foglie sono piccole.

Raccogliete i fiori in primavera, quando i capolini si aprono, ed è ancora possibile identificare un “occhio di bue” di petali al centro del fiore. Si possono indossare freschi in un giorno o due, o asciugare i fiori in un luogo caldo e asciutto.

Le radici possono essere raccolte all’inizio della primavera del secondo anno, quando la pianta è dormiente, se le usate per scopi culinari. Questo è il momento in cui hanno il sapore migliore. Se si raccolgono le radici per la medicina, scavarle in autunno, quando contengono il maggior numero di sostanze nutritive.

Per scavare le radici, usare una forchetta da giardino per allentare il terreno intorno alle radici, tirando lentamente la pianta fuori dal terreno. Scuotilo per pulirlo. È possibile utilizzarli freschi o disidratarli per la conservazione.


Mangiando denti di leone

I denti di leone sono estremamente nutrienti. Sono pieni di vitamine A, C e B9. Inoltre, sono una buona fonte di potassio e ferro. Tutte le parti del dente di leone sono commestibili.

>

Si possono mangiare i denti di leone freschi come verdura, ad esempio le verdure cotte, trasformate in tonici o tè, e anche vino inebriante.

Mescolare le verdure fresche in un’insalata gourmet con uova sode e patate, pancetta e condita con crostini. Le verdure del tarassaco possono essere sostituite nelle ricette o nelle insalate che utilizzano la rucola.

Provate i petali mescolati nei biscotti, o usate le foglie per fare il pesto.

Oppure si può semplicemente farli soffriggere nell’aglio.

Sono anche una buona pianta da aggiungere al vostro mucchio di concime per via delle sostanze nutritive che contengono. Assicuratevi solo di non includere teste di semi, o inizierete un nuovo cerotto.

Mi piacciono i denti di leone perché sono molto versatili e apprezzo qualsiasi pianta che possa darmi da mangiare tutto l’anno. Mi piace anche una pianta che può essere usata in molti modi, fresca o cotta, e che soddisfa molte delle mie esigenze di ricetta. Inoltre, il dente di leone aggiunge colore ai vostri piatti, dal rosso acceso delle varietà italiane al bel giallo dei fiori di tarassaco.

>

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *