Suggerimenti

Come coltivare lo zenzero in casa

Zenzero , Zingiber officinale , pianta il cui rizoma è utilizzato principalmente nelle culture asiatiche. È molto comune usarlo a causa delle proprietà e dei benefici dello zenzero . Viene utilizzato anche nelle ricette di cucina per aggiungerlo a piatti dolci e salati, succhi, tisane, ecc. ed è per questo che vale la pena rallegrarsi nella coltivazione dello zenzero.

Possiamo piantare facilmente lo zenzero nel nostro orto urbano in vasi o contenitori. E se hai intenzione di coltivarlo direttamente nel terreno, è consigliabile farlo preventivamente in un vaso fino a quando iniziano a comparire i germogli e in seguito può essere trapiantato.

  • Ti invito anche a guardare il video di ECOagricultor sulle qualità medicinali più notevoli dello zenzero che trovi alla fine dell’articolo.

Come coltivare lo zenzero

Quando acquisti uno zenzero, assicurati che non abbia rughe, che non sia morbido o che abbia la muffa. Lo zenzero deve essere sodo. Fai attenzione e vedi se ha un bocciolo verde (come quello in foto)

.

Per
piantare lo zenzero hai bisogno di un pezzo di rizoma di zenzero, un vaso profondo circa 40 cm e il più largo possibile, e il vaso sarà riempito con 1 parte di compost o verme e 3 parti di terra organica. La terra deve essere spugnosa e ben aerata, dobbiamo evitare che la terra sia incrostata in modo che l’acqua possa defluire bene

Lo zenzero ha bisogno di un certo grado di umidità costante nel terreno. Dobbiamo evitare la luce solare diretta in modo che possano crescere nuovi germogli e che non vengano rovinati da troppo sole.

Se il pezzo di zenzero che hai non ha ancora germogli, non preoccuparti. Devi solo metterlo in una ciotola con acqua a temperatura ambiente e lasciarlo per una notte.

Se invece lo zenzero che possiedi ha già fatto crescere un germoglio verde, non ti resta che piantarlo direttamente senza doverlo mettere a bagno in acqua. Per piantarlo dobbiamo metterlo a terra orizzontalmente e interrarlo solo ad una profondità di circa 5 cm, lasciando che i germogli vengano seminati nella parte superiore, cioè non siano interrati (come nella foto sotto)

Per quanto riguarda l’irrigazione, lo zenzero non ha bisogno di molta acqua ogni volta che lo innaffiamo, ma dobbiamo fare in modo che il terreno sia sempre leggermente umido. La cosa migliore è versare dell’acqua periodicamente in un piatto che mettiamo sotto la pentola o mettere un’irrigazione a goccia che apporta costantemente piccole quantità d’acqua a poco a poco.

Sia il sole diretto per molte ore che le basse temperature possono influenzare la crescita del raccolto. È meglio tenere lo zenzero durante il suo primo stadio di sviluppo in una zona dove riceve poca luce e ad una temperatura di circa 20 ºC, e non dovrebbe essere ad una temperatura minima di 10 ºC.

Per raccogliere lo zenzero devi aspettare che le foglie diventino giallastre. Di solito ci vogliono circa 10 mesi, a seconda che abbia avuto le condizioni più ideali per il suo sviluppo. Se impieghi molto più tempo per la raccolta, lo zenzero diventerà troppo filamentoso.

Con questi suggerimenti per piantare lo zenzero in vaso puoi coltivarlo facilmente da solo e quindi risparmiare denaro e averlo sempre a disposizione.

Le proprietà medicinali dello zenzero sono molteplici: favorisce una buona digestione degli alimenti, aiuta ad eliminare il muco dai polmoni grazie alla sua azione espettorante, migliora i casi di asma, allevia il dolore, ha un effetto diuretico, attiva la circolazione sanguigna… Leggi di più sui benefici di zenzero

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.