Suggerimenti

Come piantare le arachidi nel tuo giardino: [Guida completa + immagini]

Punti importanti quando si piantano le arachidi:
  • Quando?  La semina si effettua in primavera, poco dopo l’ultima gelata.
  • Dove?  Richiede piena esposizione alla luce solare diretta. La mezz’ombra o ombra impedisce la fioritura.
  • Tempo di raccolta ? Circa 4 mesi dopo la semina.
  • Come prepariamo il terreno?  Il substrato deve essere sciolto, fertile, ben drenato e ricco di calcio, fosforo e potassio .
  • Come innaffiamo? Ideale, irrigazione a goccia. Nelle prime fasi è necessaria un’irrigazione abbondante e regolare.
  • Come seminiamo? Qui passo dopo passo.
  • Come raccogliamo?  Il tempo di raccolta ideale è determinato quando la pianta inizia a seccare e le foglie iniziano a ingiallire.
  • Associazioni favorevoli?  Cereali, mais , fagioli , lenticchie e fagioli .
  • Piaghe e malattie? Ruggine, macchie fogliari, appassimento batterico.

Indipendentemente dal fatto che tu lo chiami arachidi, andrei, arachidi o arachidi , questo legume della famiglia delle Fabaceae è uno dei più divertenti da coltivare. 

Come sai, è una delle noci più comuni.

Ti consigliamo vivamente di provare a piantare arachidi nel tuo giardino, orto urbano o giardino di casa . Non te ne pentirai.

Inoltre, è molto semplice. Se sei interessato a saperne di più su il modo giusto per coltivare le arachidi, continua a leggere. 

Quando dovrebbero essere piantate le arachidi?

 La semina delle arachidi si fa in primavera poco dopo l’ultimo gelo.

Dove piantare le arachidi?

L’arachide è una coltura a clima caldo, abbastanza sensibile al gelo, ma tollerante alle temperature temperate.

Richiede  piena esposizione alla luce solare diretta.  La semiombra o ombra impedisce la fioritura.

Le temperature ottimali sono comprese tra 20 e 30 ºC.

Ogni quanto bisogna annaffiare l’arachide?

Sono necessarie  innaffiature abbondanti e regolari durante le prime fasi. 

Va fatto a filo in modo da mantenere umido il terreno , senza causare ristagni d’acqua. Durante il periodo di fioritura, l’ irrigazione dovrebbe essere ridotta o sospesa per non danneggiare l’impollinazione.

Deve essere  acqua evitando di toccare le foglie, poiché non tollerano l’eccessiva umidità.

Le piogge frequenti sono generalmente benefiche, purché non siano presenti quando i baccelli si stanno sviluppando o maturando.

Per questo motivo è conveniente seminare le arachidi in terreno asciutto durante la stagione delle piogge o, in mancanza, in terreni ben drenati che consentano un’irrigazione costante durante la stagione secca.

Assicurati che l’area che hai scelto non sia soggetta a inondazioni, perché se il terreno diventa troppo acquoso, può verificarsi la putrefazione.

Smettono di annaffiare una settimana prima del raccolto.

Come prepariamo il terreno?

Il substrato deve essere sciolto, fertile, ben drenato e ricco di calcio, fosforo e potassio.

 Il pH deve essere superiore a 7,0 

La coltivazione delle arachidi estrae un’enorme quantità di nutrienti, quindi è necessario concimare il terreno e alternare con altre colture, prima di ripiantare le arachidi nella stessa area. Si consiglia di attendere almeno 3 anni prima di ripeterlo.

In generale, i terreni sabbiosi-umidi sono i migliori per questa coltura.

Possono essere adatti terreni fertili e sabbiosi e terreni colorati , se poco argillosi e ben preparati.

I terreni molto acidi e che conservano troppa umidità sono sconsigliati.

Quali sono le associazioni più favorevoli alla coltivazione delle arachidi?

È un buon precedente per le colture di cereali, mais e fagioli.

L’ associazione più favorevole è con il mais.

Come seminare le arachidi passo dopo passo

Passaggio 1: pulire il terreno

Si toglie le erbacce e vecchi residui delle colture e tutti i tipi di residui per garantire che le vostre noccioline ricevano la giusta quantità di nutrienti.

Tutte le piante devono essere estratte dalle radici per evitare che ricrescano.

Rimuovere il terreno con un rastrello in modo che sia ben ventilato.

Si consiglia di dare al terreno un aratro profondo durante l’ inverno , da 20 a 25 centimetri di profondità.

Più tardi, in primavera dovrebbe essere fatto un altro aratro, questo più superficiale.

Passaggio 2: preparare il terreno

Inumidisci il terreno prima della semina, questo ridurrà il rischio di espellere i semi a causa della forza dell’acqua.

Fertilizzare il terreno. Mescola i fertilizzanti a una profondità di 2 pollici.

Step3: Metti i semi nel terreno

Si consiglia di acquistare i semi nei negozi di giardinaggio. Questi non devono essere tostati.

Durante la semina, le trincee vengono formate con una distanza di almeno 60 cm l’una dall’altra . In ogni fossa verranno realizzati cumuli di terra distanziati di 40 centimetri l’uno dall’altro , e in ogni cumulo verranno piantati 2-3 semi ad una profondità compresa tra 3 e 5 cm . Quando hai finito, coprili leggermente.

Una volta piantato, innaffia abbondantemente il terreno.

Passaggio 4: seleziona le piantine più sane e più forti

I semi germoglieranno dopo 8 giorni. Se più di un seme è germogliato in ogni buca, mantieni il più forte. Per fare questo, non tirare i deboli, poiché puoi danneggiare le foglie. È sufficiente una semplice potatura a livello del suolo.

Passaggio 5: altre cure

Dopo un po’ i fiori della pianta vengono interrati, poiché è così che si formano le arachidi sottoterra , quindi è importante che il terreno vicino a queste piante sia sempre il più sciolto possibile.

È importante evitare di toccare i fiori, poiché cadono facilmente e questo danneggia il raccolto.

Come raccogliere le arachidi?

La raccolta avviene in autunno , circa 4 mesi dopo la semina. 

Il tempo di raccolta ideale è determinato quando la pianta inizia a seccare e le foglie iniziano a ingiallire. A quel punto si saranno staccati internamente dalla guaina e la loro testa potrà staccarsi facilmente.

Si consiglia di estrarre con cura l’intera pianta e lasciarla asciugare al sole per un paio di giorni.

Una volta che i baccelli sono completamente asciutti vengono trebbiati a mano. I semi maturi dovrebbero essere di colore rosa o rosso.

Bisogna tenere presente che l’arachide è presente in agricoltura da moltissimi anni perché utilizzata in innumerevoli ricette culinarie.

Parassiti e malattie delle arachidi

 arachidi  è una pianta molto resistente ai parassiti. Alcune delle malattie che più spesso ti colpiscono sono:

Appassimento batterico (Pesudomonas solanacearum)

Le foglie appassiscono rapidamente e finiscono per morire.

Si raccomanda di prevenire l’ uso di varietà resistenti e di effettuare una rotazione delle colture a ciclo lungo con piante che non saranno ospiti.

Se il terreno è infetto e appassisce , le arachidi non dovrebbero essere piantate per 6 anni o più .

Macchia fogliare (Cercospora personata)

Si verifica nei periodi più umidi.

È meglio installare un sistema di irrigazione a goccia e applicare l’ equiseto per la prevenzione.

Funziona anche per eliminare erbacce e detriti colturali e favorire la ventilazione del raccolto.

Ruggine (Puccinia arachidis)

Attacca la parte aerea della pianta , principalmente foglie e fusti, dove compaiono masse farinose rosse o arancioni.

Il trattamento consigliato è a base di equiseto

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.