Suggerimenti

Come potare i cocomeri: [date, strumenti e modi per farlo]

La potatura delle angurie è una pratica applicata dagli agricoltori con due obiettivi: gestire al meglio lo spazio oppure ottenere frutti di qualità superiore .

In generale non rappresenta un lavoro complesso, ma va fatto con attenzione per evitare di danneggiare la pianta.

Essendo una versione che cresce orizzontalmente, avrai un accesso più facile a ogni area a differenza degli alberi da frutto come l’ arancia o il limone , ad esempio.

Forse ti interessa anche: il fertilizzante all’anguria.

Perché potare i cocomeri?

La pianta dell’anguria ha bisogno di una potatura per mantenere in ordine tutti i suoi steli e rami.

Inoltre, è utile lasciare in attività produttiva i fusti più vicini a quello principale e che necessitano di più nutrienti.

Ciò rende i frutti che vi vengono generati molto più grandi e di qualità superiore, poiché si svilupperanno nelle migliori condizioni.

Nel piantare angurie ci sono due sistemi di potatura che possono essere applicati. Il primo sistema consiste nell’agire sulla pianta dall’inizio della crescita e il secondo consente lo sviluppo di alcuni rami principali, pizzicando ed eliminando altri rami secondari.

Differenze con la potatura del melone

La fruttificazione dell’anguria differisce da quella del melone in quanto nella prima i frutti normalmente innestano nei fiori femminili dei rami principali e nei fiori del secondo germoglio, mentre nel melone fruttifica in quelli del secondo germoglio e altre volte nei fiori del terzo.

Quando deve essere eseguita la potatura?

La potatura dell’anguria deve essere effettuata dal momento in cui inizia a generare i propri steli e foglie.

Se l’idea è che la pianta si sviluppi con vitalità, sarà necessario eliminare tutti gli steli che si producono in modo disordinato.

Soprattutto quelli che nascono e crescono in modo sproporzionato tra il fusto principale e quelli secondari più robusti.

Per quanto riguarda la temperatura esterna, è meglio aspettare la primavera o l’estate per evitare che il gelo colpisca la parte interna delle piante.

Ma se questi vengono sviluppati all’interno delle serre, non ci saranno problemi a farlo durante l’ autunno o l’inverno.

Di quali strumenti abbiamo bisogno per potare i cocomeri?

Se la potatura viene eseguita dall’inizio, non saranno necessari attrezzi , poiché la semplice pressione con le dita è più che sufficiente.

Nel caso in cui la potatura venga effettuata quando i rami sono più folti, con una forbice da giardinaggio disinfettata sarà possibile raggiungere l’obiettivo.

Come potare correttamente una pianta di anguria?

Affinché la tua pianta di anguria sia in condizioni ottimali, dovrai solo potare nel modo seguente:

  1. Identificare lo stelo principale e i due gambi secondari che sono i più forti.
  2. Lungo questi due fusti principali verranno prodotti molti più rami che ridurranno qualità ed energia a quelli principali. Quindi, quello che faremo è contare 8 nodi dalla base e quindi eseguire il taglio della punta. Questi saranno i nodi secondari.
  3. Tuttavia, solo quei germogli che compaiono in luoghi sfavorevoli dovrebbero essere rimossi dai rami secondari , come ad esempio tra il ramo principale e uno stelo secondario. Questi genereranno solo perdite di nutrienti e nessun beneficio.
  4. Controlla sempre lo stato della pianta per avere la possibilità di eliminare quelle foglie e quei frutti che non tardano ad avere un buon sviluppo. Questo perché potrebbero presentare una malattia. Per fare un rifiuto adeguato è necessario rimuoverlo dall’impianto e bruciarlo.

Durante la potatura bisogna stare molto attenti alla quantità di fiori che vengono rimossi dalla pianta perché ognuno svolge un lavoro specifico.

I fiori femminili sono quelli che sono responsabili della produzione dei frutti ma hanno bisogno di quelli maschili per il processo di impollinazione.

Pertanto, se la differenza tra loro non è ben nota, dovresti evitare di rimuoverli senza pianificazione .

Bibliografia e riferimenti

  • https://bdigital.zamorano.edu/handle/11036/3112
  • http://repositorio.utmachala.edu.ec/handle/48000/11697
  • https://repositorio.upse.edu.ec/handle/46000/4990
  • http://riul.unanleon.edu.ni:8080/jspui/handle/123456789/4248

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.