Suggerimenti

Cura della pianta Phlomis purpurea o Matagallo

Il genere Phlomis , della famiglia Lamiaceae (Labiadas), comprende circa 100 specie di arbusti e piante erbacee del bacino del Mediterraneo e dell’Asia. Alcune specie sono : Phlomis purpurea, Phlomis fruticosa, Phlomis italica, Phlomis russeliana, Phlomis lycia, Phlomis samia, Phlomis lanata, Phlomis chrysophylla, Phlomis lychnitis, Phlomis maroccana, Phlomis cypria, Phlomis viscosa.

Riceve i nomi comuni di Matagallo o Salvia borda. Viene dal nord dell’Africa e dal sud della penisola iberica.

Sono arbusti a crescita rapida , con fusti quadrangolari e molto ramificati che generalmente non superano il metro e mezzo di altezza. Hanno foglie lanceolate , di consistenza vellutata e di colore verde scuro nella parte superiore e biancastro in quella inferiore. I suoi attraenti fiori a forma di cresta di gallo (da cui il suo nome comune) sono viola o bianchi e appaiono in volute. Fioriscono dalla tarda primavera a metà estate.

Sono utilizzati nei giardini in aree asciutte e a bassa manutenzione, nei giardini rocciosi, per formare bordi e siepi o come esemplari isolati. Sono ideali per i giardini costieri mediterranei.

Il Matagallo ha bisogno di essere esposto al pieno sole e alle alte temperature, anche se può tollerare un po’ di gelo.

Prosperano bene in terreni poveri, sassosi o alcalini e in terreni da giardino ben drenati.

Sono molto resistenti alla siccità e quindi innaffiano occasionalmente in primavera e in estate.

Non è richiesto alcun abbonamento speciale .

All’inizio della primavera è consigliabile potare i rami troppo lunghi per dare loro un’abitudine più compatta.

Queste piante non sono generalmente attaccate dai soliti parassiti e malattie .

Essi si propagano da talee di stelo a fine estate o da semi seminati in primavera.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.