Suggerimenti

Eliotropio: [colture, irrigazione, associazioni, parassiti e malattie]

Punti importanti quando si semina l’eliotropio
  • Dove seminare? Ombra o semiombra. Poca luce del sole.
  • Quando? In estate per talea e in primavera per seme .
  • Come prepariamo il terreno? Rimosso. Terreni neutri e leggermente acidi, ricchi di elementi nutritivi e con substrato organico.
  • Come innaffiamo? Con gocciolamento .
  • Quanto spesso annaffiamo? Abbondante. Il resto dell’anno innaffiature distanziate e scarse.
  • Piaghe e malattie? Attira gli insetti impollinatori ma non i parassiti. Funghi a causa di un eccesso di acqua.

L’eliotropio è una pianta medicinale, sarmentosa che appartiene alla famiglia delle boraginaceae ed è conosciuta come: violoncillo, oltre che mulo.

Vive nelle foreste umide e riceve il nome scientifico di eliotropio peruviano. È un genere composto da più di 250 specie annuali, tra cui: arborescens e corymbosum.

Una delle caratteristiche più notevoli dell’eliotropio sono i suoi fiori viola- malva e il profondo aroma di vaniglia che emanano sia il fiore che le sue foglie.

L’eliotropio deve il suo nome a un minerale che proviene dal Brasile, dalla Repubblica Ceca, dalla Russia, dall’Australia, dalla Cina e dall’India. La pietra è una varietà di calcedonio, usata dai cristiani medievali per scolpire su di essa le immagini della crocifissione.

Il nome della pianta deriva dal greco Helio che significa sole e Tropein che significa ruotare, vale a dire che come il Girasole , questa pianta ruota sempre verso dove si trova il sole; volge lo sguardo al sole.

All’eliotropio vengono attribuite proprietà medicinali per ridurre le infiammazioni di ogni tipo; come agente curativo; diuretico depurativo; usato per lavare e pulire le ferite; e come trattamento per le ulcere.

Quando seminare l’eliotropio?

La semina o riproduzione dell’eliotropio deve essere effettuata per seme o per talea. Dovrebbe essere fatto durante la primavera.

Dove farlo?

Per l’eliotropio, è della massima importanza essere collocato in spazi esterni , dove è in pieno sole, poiché, altrimenti, i suoi fiori non si apriranno né si diletteranno con il “re delle stelle”.

Ma bastano poche ore. È anche sensibile al gelo, quindi la temperatura ambiente non dovrebbe scendere sotto i 7º C, essendo la temperatura ideale per la coltivazione di 21º C.

Come prevenzione per le notti fredde, coprire con plastica o coprire gli steli con paglia legata al tronco.

Come preparare il terreno?

Per preparare il terreno per l’eliotropio, è importante tenere in considerazione che la pianta accetta qualsiasi tipo di terreno. Anche se i terreni migliori sono argillosi o argillosi. Per quanto riguarda il pH, questa pianta necessita di terreni neutri o leggermente acidi.

Il compost può essere utilizzato per concimare il terreno e durante l’estate va curato con fertilizzanti liquidi aggiunti con le annaffiature, ogni 15 giorni per mantenere la pianta forte e sana.

I terreni migliori per l’eliotropio sono quelli che hanno un’ottima capacità drenante, perché richiedono umidità, ma senza ristagni.

Un altro vantaggio di offrire un buon tipo di terreno all’eliotropio è che può crescere sano e produrre fino a 5 volte di più.

Come innaffiamo l’eliotropio?

L’irrigazione dovrebbe essere fatta con il compost e in un momento in cui il sole è molto mite. Nelle piante da esterno , l’ irrigazione dovrebbe essere effettuata al mattino presto.

In questo modo l’acqua sarà meglio utilizzata dalle sue radici. L’uso di irrigatori o diffusori per l’acqua sarà il modo migliore per evitare i funghi.

L’irrigazione regolare assicura l’abbondanza dei fiori aromatici di eliotropio. quindi 2 o 3 volte alla settimana in estate e in autunno ogni 15 giorni, e in inverno molto poco o quasi nulla, basterà alla pianta.

Come seminiamo un eliotropio passo dopo passo?

La germinazione avviene a una temperatura compresa tra 15-20ºC in un periodo di 15-20 giorni. L’eliotropio può essere seminato in vaso o direttamente nel terreno del giardino.

Rivedere e selezionare lo spazio di coltivazione, verificando il tipo di terreno, che può essere neutro o leggermente acido, di tipo argilloso limoso e con buon drenaggio.

Semina attraverso i semi

  1. Usa un contenitore simile a un vassoio e riempilo con materiale per terreno di coltura universale. Innaffia il substrato in modo che sia ben inumidito.
  2. Dentro il mix, al massimo, in ogni buca. Quindi copriteli con un po’ di substrato. Innaffia di nuovo, questa volta usando uno spruzzatore.
  3. Infine, metti la piantina all’interno di un vassoio che non contenga buchi e portala in una zona esterna dove i raggi del sole la raggiungono.
  4. Dopo la semina, le piantagioni vanno annaffiate ogni 2 o 3 giorni, annaffiando il vassoio che non contenga buchi.

Semina in vaso

  1. In caso di semina in vaso è necessario porre un substrato universale e 30% di perlite.
  2. Individua la pianta di eliotropio in un luogo ombreggiato o semiombreggiato.
  3. Posizionare la pianta in un ambiente in cui sia protetta. Si consiglia di posizionare alcune specie di coperture vegetali prodotte da altre colture.
  4. La temperatura ambiente non deve scendere sotto i 7 gradi centigradi, trattandosi di una pianta sensibile al gelo e ai forti venti.

Quali associazioni favorevoli ha?

L’associazione di colture vegetali compatibili produce benefici rispetto alla loro coltivazione separata, oltre all’utilizzo di luce, acqua e/o sostanze nutritive.

Trattandosi di una pianta medicinale, la pianta dell’eliotropio potrebbe essere associata ad altri arbusti della stessa specie.

Quali parassiti e malattie attaccano l’eliotropio?

L’aroma che emanano il fiore e lo stelo dell’eliotropio lo rendono molto appetibile agli insetti come farfalle, api o vespe, aiutando le piante a fruttificare e dare semi.

Non è però correlata a parassiti o ad alcun tipo di malattia, ma bisogna fare attenzione con annaffiature eccessive, che potrebbero causare problemi di marciume radicale.

Bibliografia e riferimenti

  • Enciclopedia Le mie prime conoscenze su piante, serpenti e conservazione . (1961). Edizione spagnola del Dr. Frank Thompson. Editoriale Grolier Incorporated New York. Stampato in Messico.
  • Maestro F.Cristina; Ladero M., Santos, B. María T.; Alonso, B. María T; e Ladero, S. Ignacio. (2009, luglio). piante medicinali spagnole. Newsletter dell’Istituto Giennenses. No. 200. Spagna.

Banca dati digitale

  • Consultaplantas.com. Cura delle piante di eliotropio. Riprodotto da: http://www.consultaplantas.com/index.php/plantas-por-nombre/plantas-de-la-da-la-l/412-cuinados-de-la-planta-heliotropium-peruvianum-o -eliotropio
  • Agromática.es. L’eliotropio . Riprodotto da: https://www.agromatica.es/el-heliotropo/
  • Parliamo di fiori. Eliotropio, cura, significato e altro di quella pianta medicinale . Riprodotto da: https://hablemosdeflores.com/heliotropo/
  • Granados, Kerys. Eliotropio, origine, coltivazione, caratteristiche, cura e altro ancora . Nuestraflora.com. Riprodotto da: https://nuestraflora.com/c-flores-de-sombra/heliotropo/
  • Viveroanasac.Cl. Eliotropio . Riprodotto da: https://www.viveroanasac.cl/product/heliotropo/

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *