Suggerimenti

Equiseto: Proprietà, Benefici e Coltivazione [Guida Completa]

L’Equiseto ( Equisetum arvense) , è un arbusto appartenente al gruppo delle Crittogame, ed è noto per le sue numerose proprietà benefiche per l’uomo.

Lo sapevate…
L’equiseto è una delle piante più antiche conosciute grazie alla sua enorme resistenza alle malattie e alla sua facile propagazione e crescita? Sono stati trovati fossili del periodo Devoniano (circa 408 milioni di anni fa).

Serve a prevenire la maggior parte delle malattie causate da funghi dovute all’azione dell’acido salicilico , uno dei suoi principali componenti.

Questa pianta cresce bene in luoghi umidi . Attualmente è coltivato in Europa, Asia, Africa e Nord America . Matura normalmente tra giugno e luglio e si raccoglie in estate .

Si è visto che la coda del cavallo può rafforzare la polmoni, reni e vescica. 

È apprezzato per le sue proprietà diuretiche , antibatteriche e antinfiammatorie ed è usato per curare la bronchite, le infezioni croniche delle vie urinarie. È anche usato in colture come un ottimo insetticida. 

Quali sono i benefici dell’equiseto?

  1. L’equiseto è una pianta considerata medicinale . Ciò è dovuto alla grande quantità di principi attivi, minerali e vitamine che ci fornisce .
  2. Contiene abbondante silicio , che serve ad aumentare collagene ed elastina , che migliorano la flessibilità articolare rafforzando tendini e cartilagini. Aiuta le ossa ad assorbire il calcio e aumenta l’ elasticità dei muscoli . Allo stesso modo, ha un potente effetto disintossicante , aiutando le cellule ad essere più resistenti all’attacco dei radicali liberi .
  3. Il collagene prodotto grazie alla partecipazione del silicio, nutre notevolmente la pelle e le unghie , mantenendole idratate e forti . L’equiseto aiuta anche a prevenire brufoli, eczema e rughe e può anche ridurre le smagliature.
  4. Il potassio è un elemento presente nella pianta, questo giova all’organismo permettendo alle cellule di trasportare impulsi elettrici , questo significa che aiuta nella contrazione della muscolatura scheletrica e liscia ed è essenziale per la funzione cardiaca.   
  5. Possiede una notevole quantità di flavonoidi , che hanno un’azione diuretica sull’organismo . L’equiseto aumenta anche la produzione di urina grazie ai sali minerali e ai flavonoidi, che hanno anche un grande potere antiossidante.
  6. Allo stesso modo, aiuta a trattare i problemi di ritenzione di liquidi e aiuta ad eliminare possibili microrganismi patogeni attraverso le urine. È efficace nel trattamento di calcoli renali, infezioni del tratto urinario, cistite, uretrite e infiammazione della vescica o della prostata.
  7. Per la sua azione diuretica, può presentare dimagrimento , tuttavia è importante sottolineare che ciò che si perde sono i liquidi e non i grassi . In compenso risulta depurativo eliminando le tossine presenti nell’organismo.
  8. Aiuta il sistema cardiovascolare curando malattie come anemia, emorragie e arteriosclerosi .  È stato anche osservato che aiuta a trattare condizioni come reumatismi, osteoporosi, tendiniti e gotta. Aiuta a riprendersi dalle fratture.

Come puoi aiutare le nostre colture?

Oltre ad essere una pianta utilizzata nella medicina tradizionale, viene utilizzata anche per la coltivazione di altre piante.

Combinato con liquame di ortica può essere un’enorme difesa per i tuoi raccolti. 

 È un insetticida naturale quindi è consigliabile seminarlo con altre erbe per evitare l’arrivo di parassiti.

Tuttavia, bisogna tener conto che può diventare una pianta invasiva a causa della sua rapida espansione, quindi si raccomanda che lo poti regolarmente. 

Allo stesso modo, l’ estratto di questa pianta può essere spruzzato per combattere i parassiti se hanno già attaccato il raccolto . Alcune persone lo hanno usato come trattamento per macchie nere, muffa e oidio su rose e pomodori .

Il silicio, oltre a migliorare lo spessore e la salute delle unghie, aiuta anche l’ispessimento delle pareti cellulari delle foglie , impedendo la penetrazione dei funghi e favorendo la fotosintesi .

Inoltre, un altro dei suoi componenti chiamato equisetonina è tossico per i funghi. Quindi, come l’ossicloruro di rame , può essere efficace nel combatterli. 

Come seminare l’equiseto?

  1. L’equiseto ha bisogno di molta umidità per crescere. Si consiglia l’irrigazione a goccia e, se fa caldo, l’acqua ogni giorno. Evita le pozzanghere sul terreno.
  2. Il tipo di terreno di cui hai bisogno è leggermente acido, con un pH di 6,5 e 7,5.
  3. È una pianta a crescita rapida , quindi dovresti potarla regolarmente.
  4. Puoi seminarlo da seme e se soddisfa le condizioni necessarie di spazio, luce e umidità germoglierà velocemente e comincerà a crescere.
  5. In realtà, non c’è molto segreto per coltivare l’equiseto : è una pianta che ha bisogno di umidità , cresce velocemente e può anche diventare un problema nel tuo giardino per la facilità con cui si diffonde e invade il terreno. 

Quando e come raccogliere l’equiseto?

Il momento ideale per iniziare la nostra collezione di equiseti  è alla fine dell’estate. 

Il motivo : è quando ha più silicio , e quindi più può essere efficace nell’eliminare possibili parassiti e malattie nel nostro giardino

Con le forbici da potatura tagliamo diversi gambi di equiseto e li leghiamo sul fondo con uno spago o del filo di ferro .

Quindi possiamo appenderli e aspettare che si asciughino . Una volta essiccati, dobbiamo tagliarli a pezzetti (più piccoli è meglio è).

Dove possiamo trovare la coda di cavallo?

Il modo più comune di assumerlo è negli infusi, quindi si può trovare nelle presentazioni di tè già confezionati .

Allo stesso modo, l’equiseto può essere coltivato in un orto urbano o in un vaso a casa.

Per preparare gli infusi potete far bollire la pianta per cinque minuti e lasciarla riposare per altri cinque minuti.

Per il suo contenuto di alcaloidi e ad alte dosi e in trattamenti prolungati, può indurre tossicità .

Così,  Si sconsiglia di somministrarlo in dosi elevate per lunghi periodi di tempo. Se vuoi curare una malattia o una malattia, puoi prenderlo per un mese e poi smettere di prenderlo per lo stesso periodo di tempo.

Per evitare la contaminazione dell’equiseto, si consiglia di non piantarlo con altre specie simili come E. palustre, con un alto contenuto di palustrina e una tossicità molto più elevata.

Che tipo di pianta è?

L’equiseto è una pianta priva di fiore, ci sono molte piante che anche non hanno fiore e sono chiamate piante inferiori .

Nello specifico, l’equiseto è un arbusto della famiglia delle equisetáceas . Questi tipi di piante usano le spore per diffondersi e colonizzare nuove terre.

Esiste un’unica famiglia di equiseto , con una trentina di specie distribuite in tutto il mondo. L’equiseto dalle proprietà medicinali è il Alcuni  ed è forse il più coltivato.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.