Suggerimenti

Finocchio: tutto quello che c’è da sapere per la sua coltivazione in giardino

Coltivare il finocchio in giardino è un’esperienza molto gratificante, soprattutto quando assaggi questo delizioso e unico ortaggio a bulbo in diverse ricette di cucina come arrosti, zuppe, salse, puree, insalate, ecc.

Il finocchio, Foeniculum vulgare , è una pianta erbacea orticola biennale originaria dell’area mediterranea che appartiene alla famiglia botanica delle Apiaceae o Umbelifereae come sedano , prezzemolo , aneto e coriandolo . Presenta un grosso bulbo bianco alla base del fusto dal sapore di anice dal quale emergono i fusti con foglie allungate e fiori gialli raggruppati in ombrelle. In cucina si utilizzano sia gli steli che le foglie e il bulbo.

Il finocchio è una pianta che attira le coccinelle o vaquitas, preziosi alleati degli orticoltori perché aiutano a prevenire e combattere alcuni parassiti come gli afidi. Inoltre, i suoi fiori attirano gli insetti impollinatori, quindi vale la pena coltivare il finocchio nei frutteti e nei giardini per aumentare la biodiversità e attirare insetti utili.

Ti consigliamo inoltre quali semi biologici utilizzare , le migliori fioriere, cassette e tavoli da coltivazione per il tuo giardino e libri indispensabili per imparare tutto sul giardinaggio biologico .

Vedremo come piantare il finocchio in giardino e quali dati sono importanti.

Dai un’occhiata al calendario lunare della semina e del lavoro

Coltivazione di finocchio in giardino

Semina finocchio : possiamo scegliere la semina diretta o la preparazione di piantine o piantine. Se i semi vengono conservati a circa 20ºC, non impiegheranno più di una settimana per germinare. Nei climi temperati si può iniziare a seminare il finocchio a febbraio e marzo, in climi più freddi si possono preparare piantine protette o seminare qualche settimana dopo.

Trapianto di finocchio : un mese dopo la semina possiamo trapiantare le piantine di finocchio al loro posto definitivo. Il pomeriggio prima del trapianto innaffia la zona, aggiungi del compost o dei lombrichi e lasciala ben imbottita e morbida. Staccare con cura le piantine dalle piantine cercando di danneggiare il meno possibile radici e fusti e posizionare le piantine nelle buche, coprire accuratamente con il terriccio e annaffiare leggermente. Lascia uno spazio tra pianta e pianta di 25-35 cm.

Rincalzatura del finocchio : in un periodo di 3-4 settimane dopo il trapianto eseguiamo questo lavoro. L’abbattimento consiste nell’aggiungere terreno intorno alla base degli steli per favorire una corretta crescita e rendere il sedano più tenero. E una volta fatto annaffiamo con cura.

Substrato per finocchio : è importante che il finocchio abbia abbastanza spazio per crescere ed è per questo che bisogna fornirgli terreni profondi, ben drenati e sciolti. Dobbiamo anche aggiungere materia organica al terreno aggiungendo compost o humus di vermi prima di piantare questo ortaggio.

Esposizione al sole : il finocchio richiede una piena esposizione al sole per crescere al meglio.

Temperatura : idealmente, la coltivazione del finocchio si sviluppa meglio a temperature comprese tra 15 e 23 ºC. Non tollera molto bene i climi eccessivamente caldi, né tollera quelli freddi.

Altri articoli sull’orto biologico .

Annaffiatura finocchio : è una pianta che necessita di annaffiature regolari, frequenti e relativamente generose. Non resiste agli stress idrici e se non forniamo acqua a sufficienza con regolarità, né il bulbo né le parti aeree si sviluppano bene. Consiglio di utilizzare l’irrigazione a goccia per sfruttare al meglio l’acqua e per mantenere costante il grado di umidità del terreno.

Malattie e parassiti del finocchio : i parassiti più comuni di questo ortaggio sono gli afidi e i vermi grigi. Per quanto riguarda le malattie del finocchio, la più comune può essere la botrite. Sia per prevenire e combattere i parassiti e le malattie si dispone di un gran numero di rimedi ecologici qui .

Raccolta del finocchio : dopo due mesi e mezzo possiamo iniziare a raccogliere le foglie di finocchio. Lo facciamo tagliando lo stelo dalla base della pianta con delle forbici pulite. Successivamente i gambi germoglieranno di nuovo. Se coltiviamo il finocchio per sfruttare il suo bulbo, è preferibile recidere regolarmente i fusti per favorire lo sviluppo del bulbo. In un periodo di circa tre mesi e mezzo possiamo iniziare a raccogliere il bulbo.

.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.